Messaggio straordinario ricevuto a Maldonado, Uruguay, trasmesso da Gesù Cristo Glorificato al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús, para la 87ª Maratona della Divina Misericordia

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Oggi, con il vento e le onde del oceano, arrivo qui, incrociando i portali dell'universo per poter penetrare nella coscienza umana il suo aspeto spirituale.

Oggi porto, per tutti, il dolore profondo del Mio Cuore davanti alla situazione del pianeta e dell'umanità.

Sebbene io sia nell'universo e la Gerarchia lavori per alleviare la situazione del mondo, i Miei Occhi non smettono di guardare ciò che sta accadendo, che ancora nessuno può vedere in profondità per capire il significato del motivo per cui sucede.

In questo giorno, vengo dal Cielo per chiedervi di nuovo di pregare per i rifugiati, specialmente per coloro che stanno cercando di sopravvivere e trovare una destinazione, una terra promessa, attraversando gli oceani. Molti di loro non raggiungono la fine dell'obiettivo, non raggiungono la destinazione, che si spera cercano, anche se i loro volti riflettono la sofferenza dell'abbandono e della non accettazione.

Al di là di tutto ciò che accade nell'umanità e attraverso questa Maratona della Divina Misericordia, in cui le vostre preghiere sono innalzate a Dio, in armonia e amore, condivido questo dolore del Tuo Maestro e Signore; perché tutto potrebbe essere diverso, ma non lo è. E non essendo diverso, non trovando una risposta o un sollievo alla situazione di fratelli come te, il destino modifica gli eventi.

Pensa per un attimo come sarebbe sentire, in mezzo all'oceano, una barca alla deriva, bambini, donne, anziani, uomini, alla ricerca di un rifugio sicuro in mezzo a una tempesta spirituale e materiale riflessa nelle loro nazioni di origine.

Lo spirito di accoglienza è qualcosa che l'umanità deve all'universo, lo spirito di ricettività e solidarietà con la sofferenza degli altri.

So che questo non dipende solo dall'umanità, ma da chi crea e genera queste situazioni di instabilità in tutti i sensi, nelle nazioni più povere tra le più povere com'è in Africa.

Per questo aspetto ancora il momento più propizio per poter raggiungere le terre africane, dove il Mio compito e il compito della Madre del Mondo non si concentreranno solo sulle nazioni che raggiungeremo, ma anche sull'intero continente africano.