Maratona della Divina Misericordia
MESSAGGIO STRAORDINARIO DI CRISTO GESÙ GLORIFICATO, TRASMESSO AD ALJUSTREL, FATIMA, PORTOGALLO, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, PER LA 127.ª MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

In una notte come questa, in cui gli alberi si abbracciano e le stelle li benedicono, Io tornerò nel mondo come quell'Uomo, Maestro e Pastore che era molto vicino ad ognuno per guarire le loro ferite, per poterli sollevare dal suolo, per poter esprimere la grandezza del Mio Amore per le anime.

Oggi sono molto vicino, come mai lo avrei pensato; Perché così Io sono vicino ai Miei, a coloro che provano ogni giorno della loro vita, ad alzarsi dalle loro cadute per poter andare avanti, per essere in grado di riconoscere nei loro cammini le Impronte del Signore, le Impronte del Maestro che vengono in questo momento ad indicare il cammino successivo.

Mentre la notte in Lys si prepara a venerare e glorificare la Madre del Signore, il Suo Maestro, il Cristo, si presenta in questo luogo, come fece la Sua Santa Madre, per dimostrare in questo momento la vicinanza dei nostri cuori, la presenza dei Nostri Spiriti, la grandezza della Nostra Divinità che è al servizio della Creazione e delle anime.

Pertanto, oggi vengo in questa foresta ed in questo giardino per entrare con il Signore nell'ultima tappa dell'agonia del pianeta, in cui per voi stessi, Miei compagni, imparerete a sostenere per Me questa pesante croce planetaria, formata da tutti i peccati del mondo, per tutti gli oltraggi e le offese che ancora le anime continuano a impegnarsi in questi tempi e trattenendo principalmente la croce dell'indifferenza e omissione di questo mondo, che Io ho bisogno dei miei apostoli per sostenere con Me finché arrivi il tempo e l'ora del Ritorno del Signore.

Desidero ritornare ed incontrarvi di nuovo qui affinché possiate vivere, per voi stessi, la stessa esperienza che visse il vostro Maestro e Signore nell'Orto del Getsemani, dove nell'apparente oscurità e agonia trovò la Forza di Dio, trovò la potenza della xx Fede di Dio per compiere quanto era  prestabilito.

Così, allo stesso modo, c'è qualcosa di prestabilito per ciascuna delle vostre vite, per ciascuno dei vostri cammini; e questo è il momento di viverlo se lo desideri, di accettare di vivere ciò che il Signore ha previsto per ogni cuore di questo pianeta.

E voi non siete separati da questo, compagni. Voi oggi siete dentro questa richiesta del Signore, perché sono cosciente, molto più di chi è cosciente nel mondo. Perché questa è l'ora ed è il momento, così definitivo e così culminante, di cominciare a preparare i cammini del Ritorno del Signore attraverso la vita consacrata delle anime al Mio Sacro Cuore ed attraverso la missione che ciascun essere è venuto a vivere e per realizzare il pianeta.

Voglio dirvi, con questo, che Dio ha già scritto il destino di ciascuno di voi per mezzo della Sua Sovrana ed Altissima Volontà e, soprattutto, per mezzo del Suo Altissimo e Potente Amore, prima che voi ed i vostri fratelli foste essenze in questo Creatore Universo.

Ma So che tante anime oggi non seguono né vivono questa Volontà di Dio. Per questo, Io Vengo dunque a trasformare gli imperfetti in cuori coraggiosi. Io Vengo a rendere x cuori tiepidi, in cuori forti determinati a vivere la Volontà del Signore.

Preparo ciascuno di voi e dei vostri fratelli, come ho preparato i Miei apostoli durante la Pentecoste affinché lo Spirito Santo scendesse e continuasse ad esprimere la Mia Opera di Redenzione attraverso i tempi, e anche per preparare i Miei apostoli al momento dell'addio del Maestro , che ciascuno dei Miei apostoli ha dovuto vivere nel proprio cuore.

E voi vi trovate in un momento simile, così simile che sembrerebbe lo stesso, perché dopo essere stati istruiti e benedetti nel tempo e, tra tante, tante anime nel mondo, avete avuto la Grazia di ascoltare direttamente la Parola del Signore, posso dirvi che, nonostante qualsiasi situazione, siete pronti a vivere ciò che è previsto dal Padre Eterno.

Ciascuno sa nel proprio cuore ciò che Dio gli dice, ciò che Dio gli rivela, ciò che Dio gli fa sentire nel più profondo del suo mondo interiore.

Conduco così i Miei ultimi apostoli verso l'ultimo tratto del cammino della fine dei tempi, in cui tutti devono essere nella Fiducia di Dio e nell'esperienza viva del Suo Amore per contribuire a salvare ciò che l'umanità ha perso, per il grande tempo della redenzione che sarà preceduto dal tempo della Giustizia, così come è scritto nella Sacra Bibbia.

Dio, stanotte, ascolta le suppliche e le preghiere di tutti i Suoi Figli. Egli, li ascolta attraverso il Cuore del Suo Figlio Amato, presente in questo luogo sacro e umile di Aljustrel, dove le anime possono trovare la vita vera, la Vita Divina, nel vuoto assoluto delle proprie intenzioni e attese, perché possono abbeverarsi nella fontana della purezza del Lys affinché più anime nel mondo aiutino a recuperare l'innocenza che questa razza ha perso.

Ora comprendete qual è la ragione per la quale oggi sono qui?

Non solo perché attraverso il Galileo possano ascoltare la Mia Chiamata, ma anche perché possano vedere le vostre anime riflesse qui nel grande specchio di purezza del Lys, dove anche gli angeli del Cielo e della Terra si avvalgono dell'abbondanza spirituale ed inesauribile di questo luogo, dove la fiamma della fede sarà sempre accesa e verrà riaccesa tante volte quanto sarà necessario attraverso l'anima che si arrende ai piedi del Regno del Lys.

In questa nuova Maratona, che annuncia la fine di un tempo e che precede il prossimo mese di agosto, i cuori si aprano definitivamente, come ha detto il Mio amato padre spirituale San Giuseppe, padre spirituale di tutti voi, fate una sintesi e realizzate in voi stessi tutto ciò che avete partecipato con noi attraverso i tempi e quante Grazie e tesori spirituali ed interiori sono stati concessi alle anime.

Ora è venuta l'ora, ora è venuta l'ora, come è stata per il vostro Maestro e Signore, che ciascuna delle vostre vite e quella dei vostri fratelli diventino  tempio vivo e risplendente, che irradia i tesori dei Sacramenti e di tutte le Grazie che venivano concesse a chi le riceveva con un semplice atto di Amore Maggiore; Proprio come oggi, questo semplice atto di Amore Vivente permette questo incontro tra la Mia Anima e le vostre anime, tra il Mio Cuore e i vostri cuori.

Perché Io, Sono il Signore della Vicinanza, è la Luce che vedete brillare in questa notte di oscurità affinché coloro che cadono si rialzino e continuino a camminare nella Luce che il Mio Cuore Vivo irradia per tutti; e, soprattutto, attraverso la Luce che il Mio Cuore Eucaristico irradia in voi, che possiate ricevere (volte?) senza contare come una Grazia inesplicabile affinché, ogni giorno di più, fate parte di Me, affinché un giorno lo possa diventare parte di voi. Così fate parte di Deus, come Dio è parte di Suo Figlio Amato in Santa Unità.

Oggi vengo anche come pellegrino insieme a voi affinché, nel raccoglimento del Regno del Lys, il Signore possa meditare con i Suoi compagni sui prossimi passi da compiere per continuare a materializzare e concretizzare l'Opera della Gerarchia. E quest'Opera si realizzerà unicamente attraverso le anime che Mi diranno soltanto sì, ogni giorno della loro vita fino alla fine dei tempi.

Io vengo per compiere la Mia promessa, proprio come ho detto ai Miei apostoli nel Santo Cenacolo che sarei stato con i Miei fino alla fine dei giorni, fino a quando il tempo ed il momento del Grande Ritorno di Cristo non fossero compiuti.

Oggi sono qui a pregare con voi e per voi, e soprattutto per coloro che devono ancora compiere passi in questa traiettoria che si presenta davanti ad ogni cuore umano. Una traiettoria infinita e sconosciuta che vi porto oggi come parte della Volontà del Mio Dio, vostro Padre Adonai.

Mentre le voci dei fedeli e dei devoti pellegrini si elevano come un grande specchio verso il Regno dei Cieli, attraverso il Santuario di Fatima, che sia concesso al mondo un tempo più di pace e soprattutto un tempo maggiore di pace interiore, affinché tutto possa essere guarito e riparato dalle offese che il mondo continua a commettere.

Fate spazio affinché gli angeli custodi intercedano davanti a Dio per tutte le cause urgenti e principalmente per coloro che hanno più bisogno di aiuto. Questo è il grande momento dell'apostolato, non dimenticatelo.

Vi ringrazio per essere con Me onestamente e di cuore, perché l'onestà vi condurrà sempre alla verità e la verità vi renderà liberi.

Oggi le stelle sono testimoni di questo momento, come l'universo è testimone di ogni Parola del Signore.

Che siate benedetti e i più sofferenti siano benedetti.

Il Mio Cuore è commosso perché Dio Mi ha concesso la Grazia di poter essere più vicino ai Miei figli dell'Africa, per essere con coloro che soffrono di più, con coloro che supplicano di più, ma soprattutto di essere più vicino a coloro che amano nel mondo attraverso la forza autentica della loro fede.

Possa Dio concedere la ricostruzione dell'Africa nei prossimi tempi affinché, un giorno, il mondo intero sappia chi sono veramente le anime dell'Africa. Ve lo prometto.

Che la pace sia in tutti coloro che la cercano, che la pace sia in tutti coloro che la supplicano.

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Maratona della Divina Misericordia
MESSAGGIO STRAORDINARIO DI CRISTO GESÚ GLORIFICATO, TRASMESSO NEL NUCLEO-LUCE IMMACOLATA CASA DEL SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA, SÃO CARLOS, SÃO PAULO, BRASIL, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, PER LA 123a. MARATONA DELLA MISERICORDIA DIVINA

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Grazie per essere qui oggi, con Me; perché in questo luogo, dove ora vi incontrate, per Me rappresenta spiritualmente una piccola Terra Santa. E la cosa più meravigliosa di tutto questo è poter vedere che questa Terra Santa è formata dalle anime, dai cuori che fedelmente rispondono alla Chiamata; così come molti dei vostri fratelli e sorelle, nel mondo o anche dentro quest'Opera, rispondono fedelmente alla Chiamata di Dio.

Oggi, Mi voglio soffermare, compagni, sullo Sguardo di Dio su questo luogo, che fu fondato e concepito per la manifestazione del Piano di Dio sulla Terra. Però questo luogo è vivo spiritualmente per le anime che vi partecipano, per i servitori che si auto-coinvolgono ogni giorno, al di là delle loro proprie esperienze di vita.  

Lo Sguardo di Dio su questo luogo è speciale, è uno Sguardo tenero e pacifico, perché Egli può vedere riflessa la Sua Volontà in questo luogo, anche se forse è un po' sconosciuta a voi e ai vostri fratelli; una Volontà Suprema e Divina che è palpabile in questa vita materiale, nell'esperienza di questo Nucleo-Luce, una vita che si riflette attraverso la Volontà, di ciò che ogni cuore compie davanti a Dio giorno per giorno.

Questo è meraviglioso anche per Me, davanti alla difficile situazione planetaria, in cui fratelli si scontrano contro fratelli, in cui nazioni intere sono distrutte dall'impunità, dalla mancanza d'amore al prossimo, dalla mancanza di rispetto per la propria vita umana.

Ora, comprendete perché questo luogo è per Me una meraviglia di Dio, come tanti altri luoghi di quest'Opera?

Riuscite ad apprezzare, compagni, il valore che questo ha e la continuità della sua espressione su questa superficie?

Espressione unita intimamente ai Ritiri d'Amore, fonte inesauribile che vi spinge a vivere il Piano di Dio ogni giorno, anche se non sapete come cominciare da zero. Questo è parte della Grandezza di Dio, del Suo Amore inesauribile ed inestinguibile.

Sono pochi i luoghi nel mondo che, nel tempo attuale, possono vivere la fedeltà a Dio; però non c'è mistero in tutto questo, perché la fedeltà a Dio è sostenuta dalla trasparenza e dall'amore ardente alla Volontà Divina, che è ciò che genera e crea i pilastri dell'Opera di Cristo sulla Terra, attraverso le anime.

Senza la fedeltà, la trasparenza e l'amore ardente alla Volontà di Dio non sarebbe possibile per la Gerarchia lavorare sul pianeta. Questo permette, davanti al debito spirituale dell'umanità, che la Divina Gerarchia possa intervenire in questi tempi critici. Perché esistono luoghi come questo, piccole Terre Sante, che attirano a sé stessi la Volontà di Dio attraverso il servizio instancabile per quelli che soffrono e patiscono, il servizio per tutti quelli che sono sotto la condizione umana.

Vorrei che, a partire da oggi, compagni ed amici Miei, contemplaste e valorizzaste questo luogo ed altri luoghi dell'Opera con lo stesso Sguardo di Dio, Sguardo di tenerezza e di pacificazione.

Perché Egli, che è nel Suo Regno e nella Sua Gloria, insieme a tutti i Suoi Figli, Si prende cura di ogni passo e di ogni dettaglio fino al più insignificante, affinché le anime possano crescere nell'amore e nella giustizia, affinché le anime apprendano ogni giorno a donarsi in po' di più e ad uscire da sé stesse per poter raggiungere la redenzione.

Ecco la Mia piccola Terra Santa, la nuova Terra Santa di Dio, tra tante altre terre santificate dal Padre Eterno su questo pianeta. Dio desidera ardentemente che questa Grazia si moltiplichi, perché è una Grazia per l'umanità, anche per quelli che non la meriterebbero per i loro errori o peccati.

Vedete, allora, la meraviglia della Misericordia di Dio, infinita, inesauribile ed inestinguibile, Divina Misericordia che può abbracciare tutti i Suoi Figli, Divina Misericordia che può radunare tutte le anime, Divina Misericordia che può sanare tutti i cuori.

Prego, insieme al Padre Eterno, affinché esistano più Terre Sante; così come spero, nel più profondo del Mio Cuore, che questo possa succedere in Africa, affinché i valori più autentici e veri di quelli che soffrono siano riconosciuti. Se il Cuore del Maestro si commuove di Amore per i Suoi figli dell'Africa, specialmente per i più piccoli ed innocenti, i vostri cuori sarebbero capaci di commuoversi?

Cosa c'è al di là di ciò che è apparentemente miserabile?

Dio Si nasconde nei più piccoli ed innocenti; così, Dio abbatte dal trono quelli che si dicono poderosi, perché il Suo Amore è presente in quelli che sono anonimi, in quelli che non cercano nulla per sé, in quelli che si allontanano da qualsiasi riconoscimento.

Sarà che il mondo collocherà il suo sguardo, una volta per tutte, sull'Africa, affinché l'umanità comprenda, una volta per tutte, che dall'Africa sorgerà la Nuova Umanità? Perché la distruggono? Perché la colonizzano? Perché abusano dell'Africa?

Non c'è più sensibilità in molti cuori impuniti; però Io compirò la Mia promessa di ritornare in Africa, così come è scritto e come fu scritto che Io sia oggi qui tra voi.

Per questo necessito, compagni, che, alla fine di questi tempi critici, collochiate nei vostri cuori e nelle vostre preghiere i prossimi Progetti di Cristo; perché mentre questi Progetti non si manifestano né si concretizzano, molte anime continuano a perdersi e sono rapite verso il fuoco dell'inferno.

Ora, comprendete l'importanza dei luoghi e degli spazi benedetti da Me, come questa piccola comunità che qui esprimete?

Tutto vi viene dato, tutto vi viene permesso e tutto vi sarà chiesto, soprattutto una risposta interiore vera che giustifichi i tesori che state ricevendo, perché la Grazia di Dio è abbondante.

Egli vuole che questa Grazia si moltiplichi e si espanda nel mondo affinché, attraverso quest'Opera concepita per il Sacro Cuore di Gesù, attraverso i servitori di Cristo che si confermano in questo tempo, quest'Opera possa raggiungere luoghi molto lontani del pianeta.

Perché ve l'Ho già detto una volta, compagni, non saranno molti quelli che Mi serviranno in questo tempo finale; però quelli che Mi serviranno in questo tempo finale, anche se saranno pochi, dovranno essere veri; così come questa Verità che vi Ho portato al presente dal primo giorno in cui questo sacro luogo si manifestò, questo punto di Luce par la Gerarchia.

Voglio annunciarvi con tutta la gratitudine, con tutta la riverenza e con tutta l'aspirazione interiore che qui collocherò alcuni sacerdoti affinché sostengano, insieme ai vostri fratelli e sorelle, questo nuovo ciclo del Nucleo-Luce, attraverso il suo sacro compito nella Casa di San Lazzaro come anche negli altri progetti a cui parteciperete nei prossimi tempi; perché il canale spirituale dovrà essere ben rafforzato per poter coprire e abbracciare la maggior quantità di anime, in questo ed in altri piani, che attraverso la Casa di San Lazzaro cercheranno il sollievo dalla sofferenza.

Voglio che sappiate che qui, in questa casa consacrata alla Mia Madre Santissima, il vostro Maestro e Signore, Cristo Gesù, nel più profondo ed anonimo silenzio, incontra un luogo di riposo e di sollievo.

È tempo, compagni, che percepiate la Mia Presenza Spirituale qui, che sappiate che non vi abbandonerò mai, però che vi spingerò sempre a volare con le vostre proprie ali verso le dimensioni ed i piani di coscienza in cui la Volontà di Dio deve materializzarsi su questa superficie.

Come l'Ho chiesto in altro luogo di quest'Opera, desidero qui la Fonte del Cristo Curatore, l'Insondabile e Sacro Cuore di Gesù, affinché quelli che attraversano la sacra porta di questa casa incontrino la Mia Acqua di Vita, che li purifichi e li lavi, che li allevi e che li rinnovi per il prossimo servizio.

Quest'acqua della Fonte del Cristo Curatore sarà benedetta non solo per il Santo Sacramento del Battesimo, ma anche per quelli che la vorranno bere o la vorranno portare con sé per benedire le loro case e famiglie.

Vedete, compagni, quanto semplice però quanto profondo è l'Amore di Dio, che Si nasconde in ciò che è silenzioso ed anonimo, che Si allontana da qualsiasi protagonismo ed esposizione; perché Dio è presente nella vita dei pellegrini, dei cercatori della pace e del bene, di quelli che lavoreranno in questi tempi critici affinché i valori della dignità umana, della fraternità e, soprattutto, dell'amore non si dissolvano dalle coscienze.

Avrete con Me altri due giorni di incontro in questa sacra casa. Vi chiedo, in questi giorni che viviamo ancora di Quaresima e di vuoto interiore attraverso i vostri propri deserti, di offrire ogni compito e ogni servizio nel nome del Signore. Così come offriate anche i giorni della Maratona di preghiera al Mio Sacro Cuore.

Il Mio Sguardo sarà attento alle azioni di Misericordia, affinché i gravi errori che oggi si commettono, nel mondo ed attraverso le guerre, possano essere sciolti e si conceda un tempo in più di pace nel mondo.

Per questo, Miei amici, la pace deve cominciare prima in voi, curando le vostre parole, curando i vostri gesti, curando le vostre attitudini, curando i vostri pensieri e sentimenti, prendendovi cura del prossimo prima di voi. 

Così, la carità fraterna, ispirata attraverso i tempi da molti santi e benedetti, non si dissolverà nel mondo e concederà la pace; e questa carità fraterna si rifletterà sui vostri volti con un formoso sorriso per servire Dio. Così, le vostre proprie sofferenze ed agonie si dissolveranno, perché chi Serve Dio si libera per sempre da sé stesso.

Prendete in considerazione tutto ciò che vi dico e conservate le Mie Parole nei vostri cuori.

Ancora una volta, vi ringrazio per essere qui oggi.

Benedici, Signore,
quelli che ascoltano la Tua Chiamata.

Benedici, Signore,
quelli che Ti servono instancabilmente.

Abbraccia con il Tuo Amore
quelli che invocano il Tuo Nome,
e guida i passi dei conseguenti.

Che le ferite e gli oltraggi dei cuori,
per tutte le offese che hanno potuto ricevere
attraverso i tempi,
siano sanate.

Glorifica, Signore,
quelli che servono anonimamente;
silenzia quelli che parlano ingiustamente.

Perché il Tuo Potere e la Tua Luce saranno
in quelli che Ti dicono sempre di sì e non regrediscono,
perché consegnando le loro vite nelle Tue Mani,
consegnando le loro coscienze al Tuo Cuore, Signore,
il tempo della consumazione si compirà;
così come il Tuo Amatissimo Figlio lo compì
quando spirò sulla Croce.

Amen.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Maratona della Divina Misericordia
MESSAGGIO STRAORDINARIO DI CRISTO GESÙ GLORIFICATO, TRASMESSO A PRZEMYŚL, POLONIA (FRONTIERA CON UCRAINA), AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, PER LA 118a. MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Come gli ultimi raggi del tramonto, Io verrò alla fine di questi tempi. 

Come il vento che oggi accarezza i vostri volti, Io verrò alla fine di questi tempi.

Come il giorno che si raccoglie per domani per cominciarne uno nuovo, Io verrò alla fine di questi tempi.

E vi assicuro che molti avranno difficoltà a riconoscerMi, perché Io verrò con lo stesso Volto che una volta rivelai ai Miei apostoli sul Monte Tabor, e tutto ciò che il vostro Maestro custodiva come segreto nel Suo Cuore sarà rivelato.

Per questo, oggi Io vi dico: "State attenti e vigilanti, perché la Mia ora si avvicina", e la Mia Presenza Sacerdotale non potrà passare inosservata a nessuno di voi; perché, così come oggi Io vengo in Divinità per incontrarMi con voi, così Io verrò in Gloria per ritrovarMi con i Miei compagni.

Però prima che i cieli si aprano e le nuvole si spostino, la Mia riapparizione sarà  nel mondo, e questo sarà graduale in tutto il pianeta. Perché non ci sarà luogo dove Io non possa stare, al contrario, il Figlio di Dio potrà essere in tutte le parti allo stesso tempo e, così, si compirà ancora una volta la Legge dell'Onnipresenza nell'umanità e sulla Terra, così come fu per l'antico popolo d'Israele che ascoltò da vicino la Parola di Dio, così come lo fu per i profeti che ascoltarono la Chiamata di Dio.

Il Mio Ritorno smetterà di essere un mistero per diventare una rivelazione.

E oggi, Io vengo qui, nelle vicinanze dell’Ucraina, per dare questo Messaggio; perché, dopo aver visto tanto sangue innocente versato in quel paese, il Signore di Israele si presenta a quella nazione ed al mondo intero per annunciare che, in questi grandi tempi di tribolazione, si avvicina l'ora del Ritorno del Figlio di Dio e, così, si compirà la promessa che una volta fu fatta nell'alto sul Monte degli Ulivi.

Perché, in quell'ora, tutti i sigilli del Libro dell'Apocalisse saranno già aperti, ed il settimo angelo dei Cori di Dio avrà già fatto suonare l'ultima tromba, affinché l'ultimo sigillo del Libro dell'Apocalisse sia aperto.

La grande porta della Mia Divina ed Insondabile Misericordia diventerà la grande porta della Mia Gloria e della Mia Grazia per il mondo intero. Perché, Io riapparirò a piccoli gruppi di anime nel mondo intero, così come fu sul cammino di Emmaus, dove consacrai e spezzai di nuovo il pane per condividere il Mio Glorioso Corpo con i Miei. Allo stesso modo Io farò, come nel tempo anteriore, così potrete riconoscerMi faccia a faccia e saprete che Io Sono Gesù, il Cristo Glorificato, il Sacro e Insondabile Cuore di Gesù.

Io vengo a dare questo Messaggio di speranza specialmente all'Ucraina; affinché il suo popolo, al quale è stata tolta la sua fede e la sua fiducia in Dio, recuperi quella speranza e quella fede nel Padre, recuperi la fiducia di essere degni Figli di Dio, nel Cielo come sulla Terra.

Io non Mi opporrò alle armi, Io Mi opporrò ai Miei nemici per convertirli e redimerli così come Il vostro Maestro e Signore, durante i tre giorni nel Sepolcro, mentre il Suo Divino Corpo era restaurato e riparato, la Divina Anima di Gesù redimeva, negli inferni più profondi del pianeta, quelli che erano condannati e perduti, quelli che non vedevano più la Luce con i loro propri occhi. Allo stesso modo, così Io farò, in un modo forse sconosciuto dalla maggioranza, però quello che si compirà, è la Mia Parola.

Sarà il grande momento della redenzione del mondo, quando al prezzo del Preziosissimo Sangue versato da Gesù, rispondendo ai Comandi di Cristo, gli angeli di Dio scenderanno di nuovo sulla Terra, così come fecero in alto sul Monte Calvario per raccogliere, con la Divina e Santa Madre, il Sangue di Gesù.

Così, torneranno nel mondo per versare il Prezioso Sangue di Gesù in tutti i Sacrari che furono profanati ed oltraggiati nel mondo.

E così, sarà ristabilita la Luce nell'umanità e tutto comincerà a convertirsi, non per opera di un miracolo, ma per opera dello Spirito Santo che riunirà i 144.000 dai quattro punti del pianeta, i cosiddetti Figli di Dio, quelli che si sono sacrificati per Me attraverso i tempi e le generazioni per dare testimonianza della Mia Parola e del Mio Sacerdozio, a tutti quelli che sono stati con Me ai piedi del Santissimo Sacramento dell'Altare per adorarMi e riconoscerMi come il Cammino, la Verità e la Vita.

Così, Io vi riunirò tutti, come nel principio, così come nell'Eden, Dio riunì Adamo, Eva e tutte le piccole creature dei Regni della Natura per dirvi che dovreste amare Dio sopra ogni cosa per essere sotto la Sua Legge, il Suo Amore e la Sua Luce. E così, dentro le Sue Leggi, tutti sarete felici come gli angeli sono felici nel Regno dei Cieli.

Per questo, preparatevi e non dormite. Non voglio vedere i Miei apostoli addormentati mentre il Signore arriva come una Sentinella, come il Guardiano dei Portali della Luce, per dirvi che l'ora è venuta nella profonda notte dell'inverno di questo mondo, in cui l'indifferenza sostituisce l'amore, in cui il male cerca di sostituire la pace.

Il Signore dell'Universo scenderà dal Cielo, così come gli angeli scendono dal Cielo per aiutare le nazioni e oggi, specialmente, per aiutare l'angelo dell'Ucraina, affinché sia aiutato dalle preghiere misericordiose di tutti voi; affinché il martirio, la schiavitù e la guerra siano dissipati da questo mondo, affinché nessun'altra arma sia attivata per ferire il prossimo. Questa è la grande causa della Mia Presenza nelle vicinanze dell'Ucraina.

Così come gli angeli del Cielo sono presenti con Me in questo pomeriggio che si raccoglie, così Voglio e desidero che ci siano anche i vostri cuori e non le vostre emozioni; perché Io voglio i cuori imperfetti, però li voglio veri, quelli che rischiano di cercare la purezza anche stando in questo mondo, quelli che non temono il superamento di sé stessi, quelli che non regrediscono, quelli che non dubitano, quelli che non sono tiepidi.

Io cerco i cuori definiti, anche se imperfetti. Cerco quelli che decidono di seguirMi fino alla fine; perché la  La Mia ora è già prevista,  compagni, e il mondo e l'umanità non possono continuare così come sono.

Chi continuerà, insieme a Me, a portare il legno della croce planetaria?

Chi smetterà di essere negligente, per essere responsabile in Cristo e per Cristo?

Ogni volta che Io vengo nel mondo, come in questo giorno, devo ricordarvi questi principi affinché non li dimentichiate; perché il voto del vostro amore per Me non potrà essere sciolto da nessuna circostanza né da nessuna situazione.

Se non riflettete su tutte queste cose, perché siete qui?

La Luce della Mia Misericordia continua ancora a scendere nel mondo, anche se non si percepisce. Però in qualche momento, quella Luce si raccoglierà affinché l'umanità viva da sé stessa la sua propria definizione, così come il suo Maestro, Cristo Gesù, la visse nell'Orto Getsemani.

 Che questo non si interpreti come un abbandono. Dio fa dei vostri cuori imperfetti cuori maturi, cuori conseguenti e disponibili, affinché un giorno siano cuori incondizionati, che hanno chiaro, nel centro del loro essere, il Proposito che sono venuti a compiere.

Mentre le guerre si svolgono nel mondo, mentre il sangue innocente continua ad essere versato sotto l'impunità ed il falso potere, mentre milioni di bambini muoiono di fame e di infermità in Africa, chi sarà capace di stare in Me per sempre?, affinché Io possa essere in lui per sempre, ed operare e lavorare senza nulla in cambio, così come Io l’ho fatto molte volte in molti santi, mentre Io necessiterò.

Comprendete così, nel più profondo, la vita cristica, lo specchio di cui Cristo necessita sulla Terra, attraverso il cuore umano, per poter riflettere le Sue aspirazioni e volontà?

Non vengo qui a perdere tempo, vengo qui come un Messaggero di Dio per un'emergenza; perché la Mia ora sta finendo, le Mie Apparizioni si raccoglieranno, perché è l'ora di ognuno di voi, compagni.

Io vi accompagnerò in spirito se Me lo permettete, così come accompagnai i Miei apostoli nel grande tempo dell'evangelizzazione.

Oh, ferita Ucraina! Nonostante sei accerchiata, non perdere la luce della tua fede, pilastro sacro della fiducia; perché verrà il tempo della liberazione dalla tua schiavitù, così come il popolo d'Israele fu liberato. Il deserto finirà, l'oscurità scomparirà ed arriverà il tempo della ricostruzione spirituale e fisica.

Amate anime dell'Ucraina, alzatevi verso di Me. Entrate nelle viscere più profonde della Mia Misericordia, che Io vi allevierò e vi rafforzerò in quest'ora difficile. I Miei Raggi di Luce e Misericordia sono su di voi. 

Alzati Ucraina e non tirarti indietro!

Io sono qui per curarti. Io sono qui, Ucraina, come la tua Pace.

Non dimenticate mai quelli che soffrono la guerra, perché se un giorno voi la viveste, vorreste che qualcuno si ricordasse di voi. Quando la paura vi abbraccerà e la dissociazione vi disturberà, griderete per qualcuno che preghi per voi.

 Ora, comprendete il motivo del Mio Ritorno nel mondo?

Che questa prossima Maratona della Divina ed Insondabile Misericordia sia una Maratona di preghiera, che vi faccia sentire nel cuore la necessità di pregare per questo mondo e specialmente per quelli che soffrono le guerre ed i conflitti.

Ancora una volta, sarò attento alla voce delle vostre suppliche, perché lo necessito. Le Mie Orecchie saranno attente. Il Mio Cuore sarà attento. Il Sacrario del Mio Cuore sarà esposto a tutti quelli che pregano con Me in questa Maratona di preghiera.

Voglio dissetare gli afflitti.

Voglio calmare il pianto dei bambini non protetti.
 

Voglio tenere tra le Mie Braccia i non nati.

Voglio sollevare da terra gli anziani.

Voglio rafforzare la vita delle madri della guerra e, specialmente, delle madri che vivono la guerra nelle loro famiglie.

Voglio ristabilire l'unità in tutti gli esseri.

Sono la Fonte che disseta.

Che vengano a Me quelli che sono senza speranza.   

Che vengano a Me quelli che si sentono soli.

Che vengano a Me quelli che hanno peccato, perché il Mio Amore è capace di trasformare tutto. Io non vi giudicherò con un bastone. Io vi insegnerò sulla rettitudine della Legge. Io vi aprirò la porta della Mia Misericordia, così come Io apro la Porta della Mia Insondabile Misericordia all'Ucraina ed alle nazioni sottomesse dell'Africa.

Vi sarò grato se risponderete alla Mia Chiamata, in questa speciale ed inusuale Maratona della Divina Misericordia.

Ricordate che il Mio tempo sta finendo e la richiesta di questo mondo è ancora molto grande.

Chi saranno gli apostoli che si profileranno per accompagnare il Signore senza nulla in cambio?

Impartisco la Mia benedizione all'Ucraina e al mondo.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Maratona della Divina Misericordia
APPARIZIONE DI CRISTO GESÙ GLORIFICATO, A FATIMA, PORTOGALLO, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, DURANTE LA 117.ª MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Santi Angeli di Dio,
fedeli guardiani delle Reliquie Divine,
irradiate la Luce e la Pace al mondo.
Amen.
(5 volte)

Ho mantenuto la Mia promessa e sono qui, con l'Angelo Custode del Mio Corpo Eucaristico.

Venerate una delle Sacre Reliquie dell'Arca della Santa Alleanza.

le forme sono impregnate, in questo istante, per la Luce del Mio Cuore.

La materia corrotta comincia a trasformarsi, la densità si trasmuta e si eleva, e negli atomi e nelle cellule degli esseri si compie la Sacra Scienza della Guarigione. Così i corpi degli esseri umani si libereranno da questa condizione retrograda in superficie.

Gli Angeli emettono la loro voce al Cielo affinché la griglia della perdizione venga spezzata e le anime siano liberate dalla gabbia della schiavitù spirituale. Così si compie il tempo della Mia profezia, i cuori cominciano a realizzare la redenzione.

Le porte del Cielo si aprono con l'aiuto dei santi e degli angeli. Coloro che saranno disposti ad attraversarle scopriranno dentro di sé il sacro mistero dell'ignoto, che non sarà più un segreto superiore ma diventerà una realtà interna alla coscienza.

Così, gli angeli, rispondendo alla richiesta del Signore, iniziarono a rimuovere gli strati più sottili dell'illusione planetaria. Così, molti veli cominceranno a cadere lentamente dai vostri occhi, da tutti gli occhi dell'umanità e, all'orizzonte, coloro che un tempo erano schiavi e ora sono liberati cominceranno a vedere arrivare il Figlio di Dio.
E il Figlio di Dio non si occulta dietro il Sole, non si ritirerà più tra le stelle; perché il grande mistero è svelato e perciò, come avvenne sul Monte Tabor, il Signore arriverà trasfigurato.

E ciò che è sempre sembrato irraggiungibile per molti, sarà una realtà palpabile per coloro che hanno fede e persistono nel Mio cammino cristico. Perché gli eletti e gli autoconvocati sentiranno con me la croce planetaria, non come una sofferenza, ma come un grande momento di liberazione.

E quella speranza, che è stata soppressa dall'umanità a causa di tutti gli errori commessi nel tempo e ora, ritornerà a nascere ed emergerà come forza soprannaturale nei cuori di coloro che persistono in Cristo.

E dunque la vita in superficie non sarà più un calvario, perché non ci sarà più bisogno di una scuola di sofferenza. La legge del debito spirituale sarà sciolta, coloro che sono arrivati con me (sottile??? > fino?) alla fine, non sapranno mai più della dualità.




Non ci saranno differenze, non ci saranno dissociazioni, non ci sarà il male, non ci sarà tristezza, angoscia o malattia; perché coloro che faranno parte dell'Ultima e Nuova Umanità non sapranno quale sia il peccato, perché il peccato sarà stato trasceso dai meriti del potere del Mio Sangue e le loro anime saranno bagnate dalla Mia Luce, così come oggi la Mia La Luce avvolge il mondo.

Nonostante gli errori e gli oltraggi, nonostante le indifferenze e le omissioni, nonostante oggi la maggioranza non cerchi Dio, nulla impedirà che IO Ritorni nel mondo.

Potrete sentire, in questo momento, che il deserto spirituale diventa sempre più arido, che non trovate un'oasi per dissetarvi, che la terra bassa dei vostri piedi inaridisce e diventa crepa, lasciando i sentieri forse confusi.

Quando tutto sembrerà assolutamente buio e sembrerà che la Luce non brillerà in fondo all'abisso, sarà l'ora del Signore, così come fu la Sua ora durante la Sua Morte e il Suo riposo di tre giorni nel sepolcro.

In quel momento e in quel tempo, che non sono così lontani, scenderò negli inferni di questo mondo, dove molti vivono in superficie, per porre fine alla sofferenza e alla disperazione.

Verrò a curare le ferite più profonde e con le Mie proprie Mani a toccare i vostri corpi, come è stato in Terra Santa, in ogni luogo per dove è passato il vostro Maestro e Signore.

E, nell'ora in cui meno ve lo aspettate, aprirò la porta delle vostre case e mi vedrete, come Mi videro gli apostoli nel Santo Cenacolo dopo essere risorto

Riapparirò e adempirò la Mia promessa. In quell'ora, il male tremerà e griderà senza poter uscire dai suoi abissi profondi, perché darò ordine a San Michele Arcangelo di chiudere le incerte dimensioni del pianeta, perché Egli riverserà sul mondo una Sorgente sconosciuta di Luce, mai vista prima.

Ma questa non sarà un'analogia o una teoria, la Sorgente di Luce che il vostro Signore aprirà sul mondo sarà vista da tutti, avrà più potenza e splendore dell'arcobaleno.

E così, a poco a poco, le tenebre spirituali si dissiperanno, i corpi malati saranno guariti, i ciechi che non hanno mai visto vedranno, molti dei miei nemici si convertiranno. E sarò sopra un monte, simile al monte degli Ulivi, affinché tutti Mi vedano venire nella gloria.

So che molti non sono ancora preparati a questo evento. Ma non siate perfezionisti, siate semplici, come lo è il vostro Maestro e Signore, come lo è la Sua Santissima Madre, come lo è San Giuseppe nell'umiltà.

Perché Dio è in ciò che è semplice e vero. Dio non si distingue da solo, perché si mostra dove abita e regna il Suo Amore, non solo in Cielo, ma anche sulla Terra. Il Suo Amore si mostra e si manifesta tra fratelli e sorelle che si amano, che sono capaci di dare la vita per i loro amici, così come Io l'ho data per voi.

Quando Mi avrete vicino nelle vostre case o Mi troverete sui vostri sentieri, nel momento e nel giorno che meno vi aspettate, cosa farete? Perché vedrò tutto in voi, come tutto ho visto sulla Croce, nel silenzio solenne di Dio.

Quando sarete faccia a faccia con Me, cosa Mi direte come Maria Maddalena, quando trovò il Signore nel giardino del sepolcro? Perciò vi chiamerò per nome, come ho chiamato Maria Maddalena; come ho chiamato gli apostoli, perché avevano paura di avermi abbandonato.

E quante volte Mi avete abbandonato, per il fratello che non amate, per il servizio che non assumete, per il passo che non osate fare, per la mancanza di preghiera? Ma non arriverò a sottolineare questi fatti; Verrò con Amore e Misericordia, perché so chi sono i Miei.

Pertanto, preparatevi ad incontrarmi. La vostra vita sia uno specchio di gratitudine, non ci siano più pretese, non siano più meschine, sappiate dare valore ed onore a tutto ciò che vi ho donato xxxx; perché, proprio come mi ascoltate oggi, Mi ascolterete quando chiamerò per nome voi, e i vostri angeli custodi, saranno testimoni di quel momento.

Perciò dovete ricordarvi dei Tabernacoli della Terra, così come li ricordano ogni giorno gli angeli e li adorano; affinché i vostri cuori siano pronti per i primi momenti del Ritorno del Signore.

Perché, così come ho mostrato il Mio vero Volto ad alcuni dei Miei apostoli sul Monte Tabor; Così, quando tornerò, mostrerò ai Miei i loro cari che se ne sono andati. E in quel momento si suggellerà l'alleanza dell'Amore e, attraverso i vostri sforzi e sacrifici, permetterete a molti dei vostri cari di entrare nel Mio Regno, così come molti sono già entrati.

Ora, il Calice dell'Angelo Custode del Mio Corpo Eucaristico è nelle Mie Mani. È il Sacro Cuore di Gesù che viene ad offrire questo Calice all'umanità, affinché possa essere riempito con le offerte più preziose dei Miei figli; perché nella donazione di ciascuno dei Miei c'è la liberazione.

Donatevi e sarete liberi, e la croce di ciascuno non sarà più un peso, perché ci sono croci peggiori in questo mondo e molte sono in Africa. E i Miei figli dell'Africa sono coraggiosi, perché la loro fede supera ogni avversità e lo Spirito Santo guida gli umili di cuore

Ora faremo ciò che vi ho chiesto, prima del momento della Comunione spirituale, in cui questo Calice immateriale sarà attento alle vostre offerte: offrirete adorazione al Mio Cuore Eucaristico, affinché l'Angelo Custode del Mio Corpo Eucaristico riceva le offerte dei cuori.

Così Io vi benedico in questa nuova tappa e in questo nuovo ciclo, in cui il Mio Amore deve essere portato alle nazioni del mondo. Ricordate questo: l'Amore dei Nostri Sacri Cuori deve essere portato al mondo e alle nazioni che ne hanno più bisogno. Non dimenticatelo, perché i prossimi mesi saranno decisivi per evitare ulteriori sofferenze all'umanità e al pianeta.

Adoriamo Dio, il Creatore, attraverso il Suo Figlio Primogenito, il Signore d'Israele.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

La Sacra Chiamata
APPARIZIONE DI CRISTO GESÙ GLORIFICATO, A FATIMA, PORTOGALLO, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, DURANTE LA CHIAMATA SACRA

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Io sono il Signore dell'Africa e le do da mangiare del Mio Corpo, do da bere il Mio Sangue a coloro che gridano aiuto, aiuto spirituale.

Dal deserto del Sahara alle terre dello Yemen, dal cuore dell'Etiopia al Sud Africa, si estende la Mia Croce Potente, la Croce della libertà spirituale delle anime dell'Africa, un servizio inimmaginabile che molti non vogliono sperimentare.

Perché non si tratta solo di sporcarsi le mani o di entrare nella sofferenza più grande e inspiegabile di chi non ha nulla, ma la Mia Africa ha un tesoro ancora sconosciuto al mondo intero, che è il tesoro del cuore dei Miei figli d'Africa, pieno d'amore, anche se circondato dalla sofferenza; pieno di fede, anche se turbato dalla miseria; pieno di purezza e innocenza, anche vivendo in schiavitù.

Il Signore dell'Africa ritornerà al Suo popolo, dando innanzitutto il grande segno del Suo Avvento, attraverso la potente Luce della Croce del Redentore che si diffonderà in quel caro e amato Continente.

Sono pochi quelli che si sono compromessi a Me per questo arduo e difficile servizio alle anime dell'Africa.

Chi altro risponderà alla Mia Chiamata, lasciando alle spalle le proprie emozioni e preoccupazioni, assumendo la fiaccola della Luce di Cristo che deve risplendere ed illuminare tutta l'Africa, attraverso i servi e i missionari?

Se avete capito parte della Mia Luce nel servizio umanitario per questa civiltà di superficie?

Se avete percepito parte del Mio Amore in ogni luogo visitato, dove la donazione deve essere spontanea e autentica?

Vengo come Re del continente africano, che guida le anime di quel continente attraverso lo scettro di Dio; perché al di là di ciò che accade in questi tempi e delle aggressioni che stanno vivendo tutte le nazioni dell'Africa, tutte le anime di quel continente sono sotto la Mia Luce. Perciò verrò prima per ciascuno di loro, per coloro che Mi hanno servito e per coloro che Mi hanno rinnegato.

Io Apparirò, alla fine di questi tempi, in modo inspiegabile. Darò segni visibili, come ho fatto in Israele, affinché i Miei compagni possano riconoscermi.

Verrò in una forma più forte della Luce Eterna e ancora una volta compirò prodigi e miracoli per coloro che non hanno fede.

Ma, soprattutto, vivrò un grande momento con i Miei figli dell'Africa, quando non solo potrò abbracciare ciascuno di loro con la potenza del Mio Amore e della Mia Misericordia, ma sarò anche riempito dell'amore di ognuno di loro; poiché la loro voce si ode nei Cieli, la voce dei popoli dell'Africa risuona all’udito di Dio.

Pertanto, abbiate fiducia e abbiate fede, il momento della liberazione è vicino e non una lacrima più cadrà sui volti, figli Miei dell'Africa.

Beati coloro che si donano per l'Africa; tutti i Miei servitori e compagni che hanno chiaro cosa significa e rappresenta questo grande servizio alle anime, al di là di loro stessi.

Beati coloro che portano con sé il Mio codice d'Amore; coloro che non hanno paura del buio, del buio, della miseria o della malattia.

Beati coloro che servono in Africa senza paura.

Beati coloro che hanno prestato servizio in Africa, ad un certo punto della loro vita, perché il Signore ha tutto nel Suo conto e nella Sua Coscienza.

Queste sono le perle preziose che vengono presentate al Creatore, attraverso lo sforzo e il sacrificio trasmutante dei Miei missionari, perché vi assicuro che avete parte con Me nella sofferenza del Cuore del Redentore. E ogni volta che svolgete il Mio servizio per le anime dell'Africa, togliete dal Mio Cuore le spine che Mi fanno perennemente agonizzare.

Perché non solo Ho fatto conoscere la Mia Misericordia al mondo; Oggi faccio conoscere al mondo il Cuore Addolorato di Gesù, a coloro che hanno chiaro la Chiamata che rivolgo loro, la Chiamata ad oltrepassare i muri dell'egocentrismo per donarsi al mondo in modo vero, autentico e semplice.

Io Sono Colui che annuncia l'arrivo del nuovo a tutta l'Africa. Perché il Signore dell'Universo non si stanca mai; C'è così tanto da fare e così tanto da servire, che i Miei apostoli, i Miei veri apostoli, non hanno tempo per pensare a se stessi, perché il loro tempo è mettere gli altri al primo posto, anche nei più piccoli e invisibili.

Se le vostre coscienze partono da questo principio, che oggi vi presento, non avrete paura di nessun'altra missione o sfida che vi pongo davanti e potrete essere testimoni viventi della Mia Presenza nel mondo, nei luoghi dove esiste la vera sofferenza, dove mancano pace, amore e tolleranza.

Questo è ciò che Io ho da offrirvi, affinché voi possiate avere una parte con Me in questa fine dei tempi, attraverso il servizio umanitario e attraverso la vostra donazione.

Perché un vero missionario non esagera mai. Un missionario della Luce prevede il Piano, lo fa parte di sé e lo interiorizza, affinché questo Piano si materializzi e si compia, così come è stato scritto nei Cieli fin dal principio.

Perché un missionario della Luce è sempre preparato, disponibile incondizionatamente, il suo cuore è pronto ad affrontare con Me la fine dei tempi. Ed il centro del suo principio è l'insondabile Fiamma del Mio Amore, che mai si spegne in sé; perché è la Fiamma del Mio Amore insondabile e invisibile che lo guida e lo conduce, è la Fiamma del Mio Amore che gli dà il discernimento, la scienza e la saggezza per saper scegliere.

Ecco perché, dopo l'8 agosto, vengo a proporvi questo riassunto.

Aspetto i cuori che hanno già deciso di essere a Mia disposizione fino alla fine, ovunque si trovino, qualunque sia il luogo, il momento o la situazione. Con loro farò nuove tutte le cose e la Luce del Mio Cuore sarà sempre abbondante per coloro che si confermano con Me, giorno dopo giorno.

Vi darò il potere della Mia Forza per servirmi dove ho bisogno di voi. Perché non solo potrete essere Luce di Cristo sulla terra, attraverso le mani che donano e abbracciano dentro di voi la sofferenza per trasformarla in sollievo, amore, guarigione e redenzione; ma ai missionari che saranno determinati, concederò loro il Mio Pensiero Divino affinché possano costruire spiritualmente con Me le basi del Mio Ritorno.

Se vi senti bloccati, stagnanti o addirittura chiusi, chiedete a voi stessi:

Com'è il Mio servizio al Signore? È autentico? È forte? È un servizio mirato?

Sono davvero disponibile per il Piano?

Non aver paura della trasformazione; d'ora in poi cambia il concetto e l'idea di cosa significhi veramente. Se dodici pescatori diventarono Miei apostoli; Oggi, in questa fine dei tempi, cosa potresti diventare?

Le Mie Grazie sono state abbondanti ed infinite per tutti.

Il Mio Amore è stato ampio e profondo per tutti i cuori.

L'Africa e il mondo vi aspettano per essere ponti di soluzione, ponti di riconciliazione, per essere centri di amore e di luce nel mondo. Così Mi permetteranno di agire senza condizioni; e vi mostrerò, vi farò sentire cosa significa e rappresenta la gioia di servire Dio, senza nulla in cambio.

Oggi finiscono le scuole preparatorie, domani inizia la scuola della maturità e della dedizione assoluta.

Vengo qui per gettare i semi nei cuori che si offrono come terreno fertile affinché possano seminare in sé stessi i Miei tesori. E come alberi di luce, un giorno, porteranno i Miei frutti in abbondanza; Come alcuni Miei, in questi tempi, stanno portando frutti in abbondanza e con fatica, ma non basta. Devo radunare i 144.000 dai quattro punti della Terra per attendere che il Mio Arrivo e il Mio Ritorno siano annunciati al mondo, come oggi ve lo annuncio ancora una volta.

Si avvicina il tempo della Mia ricomparsa e Mi troverete tra gli umili e i semplici, tra i profughi e gli scartati; Mi troverete tra i bambini, i giovani e gli adulti che gridano speranza. Non Mi vedrete mai nei palazzi o nelle chiese.

Io vi ho detto una volta, come ho detto ai Miei apostoli, che il Regno di Dio è dentro ognuno di voi ed è lì che voglio essere per sempre.

I vostri cuori sono disposti a riceverMi eternamente?

Non ho bisogno di risposte. Ho bisogno di conferme e predisposizioni, così comprenderete ciò che vi dico per Amore, così farete parte del Mio Governo Spirituale e sarete i Miei strumenti sulla superficie di questo pianeta affinché il vero Governo Spirituale di Cristo discenda all'umanità, correggete gli errori di tutte le guerre che si vivono oggi, sradicate l'impunità di molti governanti e sollevate le grandi moltitudini e i popoli che sperimentano l'oppressione ed il male in questi tempi.

Io vi prometto che verrò come la Nuova Alba, come quell'alba che appare nel firmamento. Così apparirà anche la Mia Santissima Madre e molti la vedranno sciogliere i grandi nodi del pianeta nelle cupole delle chiese e in luoghi inimmaginabili.

Siate attenti ai segni del cuore, perché tutto è permesso.

Oggi il Signore dell'Africa vi lascia questo Messaggio. Non prendetelo come un avvertimento, prendetelo come un'occasione di preparazione, l'ultima e grande preparazione dopo questo 8 agosto, quando si scatenerà l'ultima dell'Apocalisse.

Nell'ora più difficile, che il mondo sta già vivendo, ritornerò come il Signore della Notte, ma anche come il Signore del Sole. I credenti e anche gli atei non potranno nascondere la Mia Presenza.

Eternamente felici saranno coloro che vedranno il Mio Ritorno. Beati per sempre coloro che hanno lottato per Me fino alla fine, anche senza sapere come farlo.

Perché, in quell'ora più difficile del pianeta, come fu la Pentecoste, vi manderò il Grande Consolatore, il Divino, il Dio Eterno e Sublime, per fare dei vostri cuori e delle vostre anime grandi fortezze, che come soldati di pace e guerrieri della Misericordia servi Cristo alla fine di questi tempi, perché così farete trionfare il Mio Cuore quando sarete decisi.

Con tutti i Miei tesori nei vostri cuori e nelle vostre anime, affermate e onorate la Mia Presenza nel mondo perché, proprio come ho chiamato i dodici sulle rive del Mare di Galilea, oggi vengo a chiamare tutti voi affinché siate al Mio fianco e continuiate i Miei Passi, i passi della vostra stessa liberazione.

Per tutti coloro che lavorano duro, vi ringrazio.

Per tutti coloro che sono confermati vi benedico.

Per tutti coloro che servono i poveri tra i poveri, per tutti coloro che servono coloro che devono recuperare i propri valori e la propria dignità umana, facendo di ogni servizio un momento di grande fratellanza, vi lodo e onoro nel nome del Mio Padre Celeste.

Perché i segni del loro sacrificio e dedizione saranno segnati nei Cieli e i loro spiriti, dopo questo grande servizio sul pianeta, ritorneranno alla loro origine, dove serviranno la Sorgente Creativa con tutta l'esperienza di amore e redenzione che hanno vissuto.

E tutta quell'eredità, che appartiene a ciascuno di voi attraverso i vostri sforzi e la vostra dedizione a Me, diventerà una nuova stella in questo vasto cosmo. E quelli che verranno dopo, nei prossimi tempi, dopo che saranno nati su questa Terra e faranno parte della Nuova Umanità, guarderanno il cielo di notte e vedranno tante stelle, come le vedete oggi nel cielo. E quelle anime, appena incarnate, riconosceranno l'eredità che avrete lasciato nel nome di Cristo, vostro Signore. Amen.

Prepariamoci con gioia a questa Comunione spirituale, riaffermando nei vostri cuori la Chiamata del vostro Signore. E lo faremo attraverso un canto, il canto che rappresenta la Mia Chiamata per ciascuna delle anime, quel canto che racconta il passaggio di Cristo come pescatore di anime sulle rive del Mar di Galilea.

Questo è quello che voglio che voi Mi cantate, perché non dimenticate che Io Sono con voi e voi potete essere in Me.

Io sono il Nazareno, Colui che ha predicato, Colui che ha annunciato la Buona Novella, che ha guarito e che ha liberato i cuori. Io sono Colui che moltiplicò i pani e i pesci, io sono Colui che camminava sulle acque; e che vi invita a fare altrettanto per il trionfo del Regno dei Cieli.

Vi benedico e vi dono ancora la Mia Pace, la Pace che vi rafforzerà sempre per andare avanti, fiduciosi, senza paura di nulla.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Messaggi settimanali
Messaggio settimanale ricevuto, a Fátima, Portogallo, trasmesso dalla Vergine Maria, Rosa della Pace, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Cari figli:

Oggi la vostra Madre Celeste mette il Suo sguardo sull'Africa ferita perché il Suo popolo trovi, attraverso la consolazione della Madre di Dio, la forza interiore di cui ha bisogno per andare avanti.

L'Africa è il Mio amato popolo, un popolo molte volte dimenticato e ferito dalla sofisticata schiavitù di questi tempi.

Come Signora del Verbo Divino, vengo a chiedere ai Miei figli di non dimenticare i bisogni della Mia amata Africa; Perché, finché questi bisogni urgenti non saranno soddisfatti da tutta l'umanità, non verrà il tempo di pace che il mondo tanto cerca.

Attraverso certi avvenimenti, la voce ed il grido dei Miei cari figli dell'Africa sono messi a tacere in modo che la loro sofferenza non sia conosciuta.

Perciò, come in questo ultimo mese vi ho invitato a pregare per le famiglie, oggi vi invito a non dimenticare di pregare per la Mia Africa ferita; perché ho bisogno dei vostri cuori, che hanno già tutto, per sentirsi sensibili per chi soffre di più.

Non può passare giorno che voi non pensiate ai Miei figli in Africa. Vorrei che conosceste e capiste, un giorno, l'importanza di avere più missionari in Africa.

Prego, giorno e notte, per coloro che sono scartati.

Prego, giorno e notte, per coloro che sono trascurati.

Prego, giorno e notte, per coloro che sono dimenticati.

Prego, giorno e notte, per coloro che non ascoltano con sensibilità il grido ed il richiamo dell'Africa.

Il Mio Cuore di Madre è con l'Africa.

La Mia Grazia sostiene la fede di tutti gli africani. Il Mio Amore vi protegge e vi conforta nelle ore difficili.

Vi ringrazio per aver risposto alla Mia chiamata!

Vi benedice,

Vostra Madre, la Vergine Maria, Rosa della Pace e Madre di tutta l'Africa

Messaggi settimanali
Messaggio settimanale ricevuto, a Nerja, Málaga, España, trasmesso dalla Vergine Maria, Rosa della Pace, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Miei cari figli:

In questo giorno radioso per la Presenza Solare ed Eucaristica di Mio Figlio tra voi, come Madre e Pellegrina, Mi avvicino a voi, Miei cari figli, affinché in preghiera perpetua continuiamo a pregare Dio, attraverso la luce del cuore, per tutte le cause urgenti che necessitano l'intervento divino e spirituale.

A tal fine, oggi, la vostra Madre Celeste e Santa Regina di Spagna bandisce, attraverso lo Scettro di Dio, l'oppressione che, attraverso i secoli, vissero i Miei figli schiavi dell'Africa e del Medio Oriente.

Oggi, sono qui come la Madre dei naufraghi e degli scomparsi. Sono qui come Madre che piange insieme alle madri della guerra e alle madri che hanno perso i loro cari figli e familiari nei terremoti.

Vengo, nel nome dell'Altissimo, per chiudere la grande ferita spirituale e regionale che non si cicatrizzava dal terribile terremoto in Siria e in Turchia.

Come vi ha detto bene Mio Figlio, nel giorno di ieri, Io vengo come Mediatrice e Intercessora per elevare in Cielo coloro che sono stati scartati nel Mare Mediterraneo e  coloro che sono scomparsi in Turchia, Siria, Nuova Zelanda, Giappone e Brasile, negli ultimi giorni.

Cari figli, sarà che qualcun altro ascolta il grido della Madre Terra e di tutti i suoi elementi?

Per questo, Io sono venuta, sabato scorso, a chiedere al mondo penitenza sincera, vero pentimento e profonda riparazione; affinché nel mondo non succedano più gli oltraggi della guerra e la furia della natura.

Per questo, ora e più che mai, cercate il vostro equilibrio interiore, cercate di essere pacificatori di Cristo. E, con le vostre preghiere, abbracciate e amate, in servizio, tutti quelli che soffrono; perché questa è l'ora in cui vedrete compiersi le profezie annunciate da Cristo, prima della Sua Ascensione, ai Suoi apostoli.

Pregate per le vostre famiglie e per le famiglie del mondo intero, affinché la sacra cellula del Progetto di Dio non continui più a convertirsi in un modello di disamore, di tradimento, di vendetta e di odio.

Al Mio Cuore duole vedere l'attuale e triste situazione delle famiglie. Vi chiedo di pregare davvero!

Vi ringrazio per rispondere alla Mia chiamata!

Vi benedice,

Vostra Madre, la Vergine Maria, Rosa della Pace

APPARIZIONE ANNUALE DELLA VERGINE MARIA A FÁTIMA, PORTOGAL,LO AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Quindici anni fa, vi ho chiamati per stare al Mio fianco, anche se non sapevate cosa significasse, siete stati obbedienti e avete seguito la Mia chiamata. E, attraverso la vostra risposta, avete insegnato a molti altri, che oggi sono qui con Me in quest'Opera, affinché anche loro fossero obbedienti alla Mia chiamata. E questa obbedienza è ciò che costruisce il Proposito di Dio sul pianeta, perché è il primo passo del discepolo di Mio Figlio che si anima ad amare lo sconosciuto.

Voi senza sapere molto di cosa si trattasse, in quell'agosto dell'anno 2007, riflettevate un'innocenza che permise al Padre Eterno di autorizzare la Madre di Dio a portare avanti un Proposito ed un Piano, al di là di Aurora.

Come avete detto bene in questo giorno, ricordate tutto ciò che avete vissuto con Me durante quindici anni, perché Io Sono la Madre della Pace, Sono la Vergine Santa, che sorse e che emanò attraverso la Divina Concezione della Trinità. 

È stata una richiesta di Mio Figlio, prima dell'anno 2007, che ciò succedesse per mandato del Padre Celeste, affinché poteste accompagnare la Madre Redentrice in quest'Opera, che è cresciuta molto internamente e che ha potuto abbracciare tutto il pianeta, attraverso la fedeltà di quelli che hanno detto di sì.

Voglio dirvi con questo, figli Miei, che il vostro passo verso la consacrazione totale delle vostre vite, fu anche un motivo principale per Dio, perché dopo i primi incontri con Me ad Aurora, non solo la Luce e il Potere di quel Centro di Amore emersero verso l'umanità definitivamente, ma anche il grande compito spirituale di Aurora di cura, riscatto e redenzione delle anime cominciò a succedere, conforme l’indicazione dall'intervento dell'Arcangelo Raffaele.

Fermatevi un momento su questo che vi dico e pensate che non siete mai stati soli e che nulla vi è mancato e non vi mancherà mai, perché Dio così lo ha determinato.

Per questo, dovrete continuare ad imparare a prendervi cura della manifestazione del Piano, in obbedienza e in adesione, come lo avete fatto con Me fino a questo momento, compiendo quindici anni di esperienza interiore, che vi ha portato ognuno di voi a dare il meglio per Mio Figlio e vi porterà a dare il meglio per Dio nei tempi che verranno.

Ora, non siete più bambini; ora, siete già adulti nel cammino spirituale. E questo è ciò che devo consegnare a Dio, affinché Egli veda, con i Suoi propri Occhi, le offerte della trasformazione della vita che molti avete vissuto, anche se vi è costato trasformarvi, anche se la vostra trasformazione sia stata perfino dolorosa.

E continuerete ancora a trasformarvi affinché Io possa consegnare a Dio, attraverso Mio Figlio, questo cristallo prezioso che Egli volle pulire e pulire, che è l'essenza interiore di ognuno di voi e di ognuno dei vostri fratelli del pianeta.

Per questo, anche per il Mio Cuore, come lo è stato per il Cuore di Mio Figlio, l'Africa ha segnato un prima e un dopo, nella storia spirituale della Sua Opera. E tutto ciò che succederà sul pianeta, attraverso l'Opera dei Sacri Cuori, trasformerà anche tutte le vostre vite, vi porterà a vivere nuovi avvenimenti ed esperienze affinché continuiate a maturare nell'umiltà del cuore e nel servizio abnegato.

Il secondo passo che avete fatto, che è stato molto significativo per il Mio Figlio Gesù, è stata la concretizzazione del Suo Ordine Monastico, che è cresciuto attraverso i tempi nelle sue virtù e nei suoi doni e, principalmente, sotto gli insegnamenti di Mio Figlio Gesù.

Fino al presente non solo la Sua Opera, ma anche il pianeta; non solo le vostre vite, ma anche la vita dei vostri fratelli, continuano ad apprendere sui gradi dell'Amore-Sapienza, nello stesso modo come Noi abbiamo appreso quando eravamo qui sulla Terra, come un’umile e semplice Famiglia di Nazaret.
 

E vedete quanto è importante questo 8 agosto 2022, che il sacro compito in Africa, che è stato anche molto significativo per tutti, ha aperto la porta definitiva per il Medio Oriente, dove il Mio Cuore non sopporta più di vedere il dolore degli innocenti, sottomessi dalla guerra e dai conflitti, dalla fame e dal pianto.

Tutto questo è stato previsto da Mio Figlio, ed Io, come Sua Madre e come Madre di ognuno di voi, Mi sono impegnata davanti al Mio Signore affinché il Suo Piano si compia, sì o sì.

La preziosità dei Suoi tesori e doni non si nasconde in ciò che è esterno o visibile agli occhi umani. Le ricchezze del Regno dei Cieli si nascondono nei cuori semplici, nei cuori che sono capaci di amare il Piano al di là di sé stessi, che sono capaci di collocare l'altro per primo, sapendo che con quest'attitudine incrociano la soglia ed il portale verso l'Eterno Amore, che è ciò che ognuna delle Nostre Parole e Messaggi vi hanno insegnato fino al presente.

Volete sapere una cosa, figli Miei?

A partire da questo 8 agosto 2022, chiedo a Dio, al Padre Eterno, che al di là della Giustizia che il pianeta e l'umanità meritano, che la Sua Divina e Insondabile Misericordia sia capace di dare una nuova opportunità a tutti i Miei figli del mondo. Perché quando Mio Figlio ritornerà, il Cristo, così come Egli vi ha insegnato ad ognuno di voi, attraverso i tempi, Egli chiamerà uno ad uno per il suo nome ed Egli continuerà ad essere capace di lasciare per un momento le Sue novantanove pecore per riscattare la pecora perduta, come alcuni di voi lo hanno sperimentato in questi ultimi tempi.

Sarà che l'Amore in voi sarà capace di superare la Giustizia?

Sarà che l'Amore in voi sarà capace di superare l'indifferenza?

Sarà che l'Amore sarà capace di superare il potere e l'amore che credete di avere?

L'Amore sì sarà capace di tutto e molto di più. È quest'Amore che Io vi ho insegnato dall'anno 2007 ad Aurora, e nessun altro come la Vostra Madre Celeste ha visto come molti dei Suoi figli partirono ingiustamente, perdendo l'opportunità di conoscere l'Amore e la Verità.

Però non riposerò, perché non ho mai riposato. Ancora il Mio dovere e il Mio compromesso è di compiere le promesse di Dio nei Miei figli, le promesse del Suo Regno Celeste nei cuori, le promesse della Sua Speranza, del Suo Amore e della Sua Fede in ognuna delle Sue Creature e, specialmente, in quelle che hanno perso l'Amore e l'Unità Divini.

Perciò, continuerò a lavorare, figli Miei, e per questo, vi invito anche e vi chiamo a continuare a lavorare per questa causa, perché nulla più importa in questo momento dell'Amore di Dio nei cuori. Perché, veramente, Miei amati figli, è l'Amore ciò che si vuol estirpare da questa umanità, attraverso la vendetta e l'impunità; è l'Amore ciò che si vuol estirpare da questa umanità attraverso la disuguaglianza e l'ingiustizia.

Perciò, questo è il grande tempo dell'attributo della fraternità, perché mentre, ognuno di voi e dei vostri fratelli collocate ogni volta di più l'altro per primo, vi assicuro che farete un passo nell'Amore di Cristo, così come Egli collocò sulla Sua Spalla tutta l'umanità attraverso il legno della Croce. Egli vi insegnò come farlo e quale è il cammino per poter essere i Nuovi Cristi.

Perciò, abbiate fede e non dubitate mai che non fallirete, perché il cuore che confida in Mio Figlio non perirà mai. Il cuore che è capace di consegnarsi completamente a Mio Figlio non perirà mai. Per questa ragione, sono qui, per ricordarvi a tutti, per dirvi che c'è ancora un cammino molto lungo da percorrere e molte esperienze da vivere, in questa dualità del pianeta.

Però se il vostro proposito è nell'Amore e nel compimento della Volontà del Padre, e se voi vi sentite dentro quell'Amore Eterno e quella Volontà Divina, che cosa dovete temere? Nell'Amore e nella Volontà di Dio non c'è ingiustizia né oscurità, per questo siate coraggiosi e rischiate.

Perché non solo voi come Opera, ma anche il mondo intero, siete chiamati a fare un passo nella maturità della coscienza, attraverso l'amore per il prossimo ed il rispetto per la vita che Dio vi consegnò.

Che, a partire da questo 8 agosto 2022, la fiamma che oggi Mi offrite vi guidi e vi sostenga sempre, che la fiamma della fede e della speranza non si spenga mai, e che questa fiamma sia capace non solo in voi, ma anche nei vostri fratelli del mondo intero, di guidarvi verso il grande proposito dell'Amore, verso il Cuore del Mio Amato Figlio, dove Egli sempre vi vuole tenere e custodire.

Oggi, Aurora brilla più che in altri tempi, perché la Sua Luce potente, curatrice e redentrice, attira verso sé stessa le essenze del mondo, affinché le essenze più sofferenti e traumatizzate possano curarsi in questa amnistia dell'8 agosto, questa Grazia spirituale che oggi vi porto ancora una volta ad ognuno di voi e dei vostri fratelli.

Per questo, davanti a Me e per un momento, svuotatevi e disfatevi, camminando scalzi per stare davanti a Dio; così come la vostra Madre Divina, Santa Maria di Aurora, oggi sta davanti a Dio e davanti a voi per trasmettervi e condividere il Suo Amore Eterno.

Per questo, oggi vi offro e vi chiedo di tornare a firmare il vostro compromesso nel Libro Sacro di Dio, che oggi tengo nelle Mie Mani; affinché possiate suggellare questo compromesso con il Padre e con Cristo, sapendo che il mondo necessita non solo di amore, ma anche di pace, di fede, di compassione, di cura e di perdono.

Firmate il vostro compromesso di trasformazione eterna. Oggi anche gli Anziani dell'Universo sono testimoni di questo, perché Essi vogliono portarvi a che possiate amare sempre di più il Piano di Dio, finché fa male; affinché molti altri possano liberarsi dall'illusione, dalla cattività spirituale e dalla schiavitù che questa superficie costruisce nelle anime buone.

Oggi, vengo a sciogliere i nodi della coscienza, vengo a rompere con i Miei Piedi le catene della perdizione, attraverso la Luce essenziale di Aurora che sorge dal Mio Cuore.

Oggi, il potere della cura e della volontà si uniscono come uno solo, affinché tutte le anime perdute ricordino il proposito che le portò qui, sulla Terra, affinché possano recuperare la loro filiazione con il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.

Molti più di voi, firmarono sui piani interni questo Libro che oggi vi ho presentato. E ringrazio che le anime si siano xxxxx animate a realizzare questo gesto, perché significa molto per il Padre Eterno. Questo significa che si potrà fare molto di più del previsto e che quando ognuno di voi saprà ciò che dovrà realizzarsi e compiersi, concretizzarsi e manifestarsi, dovrà compierlo perché ha firmato il Libro e questo è indissolubile.

Mi congedo, portando nel Mio Cuore la gratitudine per ognuno di voi e dei vostri fratelli che, in questi ultimi quindici anni, dalla Mia prima Apparizione ad Aurora fino al presente, hanno appreso a seguire e a comprendere la Gerarchia. Ricordate che questo è un tesoro incalcolabile ed è una Grazia incomprensibile per i cuori che lo possono vivere e per voi che lo potete sentire, in questo momento, insieme a Me.

Ricordate che quelli che hanno partecipato al Pellegrinaggio dei Messaggeri Divini in questi ultimi anni, tengono sempre le loro famiglie e i loro esseri cari conservati nel Mio Cuore, perché Io Mi prendo cura di loro.

Per questo, ringrazio coloro che lasciarono nella fiducia di Dio i loro figli e i loro esseri cari, per seguire la Madre Celeste in questo impegnativo compito della fine dei tempi. Perché così, come Mio Figlio Gesù, ho avuto sotto la Mia protezione i vostri figli, madri, padri, fratelli e sorelle, le vostre famiglie. Così come voi vi siete impegnati con Me, Io Mi sono anche impegnata con voi.

Dobbiamo sempre ringraziare affinché il mondo non perda la gratitudine; perché la gratitudine apre le porte del Regno dei Cieli e concede Grazie incalcolabili per tutti.

Attraverso la Luce dell'essenza di Aurora, che oggi sgorga dal Mio Cuore, in questo sacro anniversario delle Mie Apparizioni, Io vi benedico e vi riconsacro al Mio Materno ed Immacolato Cuore, affinché si compiano i Mille Anni di Pace.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:

Bene, fratelli, che momento!

Come 15 anni fa, nelle prime Apparizioni di Aurora e di Figueira, non so se qualcuno ricorderà che la Madre Divina ci chiedeva di fare dei racconti delle Apparizioni.

Oggi, ci ha chiesto di fare lo stesso e comunicare qualcosa di molto speciale, che io ho sentito che realmente è una Grazia in più di Maria.

Dico questo, che è una Grazia, perché ci dimostra ancora una volta che Maria è in tutti i luoghi, in tutte le situazioni e che Si prende cura di tutto il pianeta.

Abbiamo imparato con la Gerarchia che quando Essi ci comunicano qualcosa, i fratelli del Consiglio della nostra Opera sono i primi che devono sapere, perché tutto compie un ordine interiore ed universale. E dopo che ciò succede, tutti sanno sulle richieste dei Messaggeri Divini.

Però oggi, la Madre Divina è stata molto esplicita, e vi dico che le ho domandato tre volte se dovevo parlare, ed Ella Me ha detto: sì, sì, sì.

Quindi, prima di raccontarvi la richiesta speciale della Madre Divina, prima che mi dimentichi, Ella disse che questa richiesta è un regalo di Dio per tutti, un regalo interno di Dio, un dono di Dio per tutti.

Però prima di trasmettervi questa richiesta, cercherò di fare una sintesi del momento dell'Apparizione, che è stato fortissimo. Dico fortissimo, prima per il modo in cui si è presentata la Madre Divina, che venne vestita come la Sposa di Dio.

Perché dico questo? Perché non solo la Sua bellezza era così nitida e indescrivibile, ma il suo sguardo era uno sguardo penetrante, che mi costava guardare tutto il tempo, perché era vedere attraverso di Lei Dio. E, attraverso l'abito della Madre Divina, che era come una seta di altre dimensioni, per così dire, Ella veniva con un cerimoniale che non ho mai visto in quindici anni.

Perché sottolineo i dettagli del Suo abbigliamento, del Suo Manto?

Perché tutto il Suo Manto era di stelle e irradiava e riempiva tutti i cuori, il pianeta. Inoltre, attraverso l'abito di Nostra Signora, nel giorno di oggi, Ella stava rappresentando tutti gli Attributi di Dio in uno solo; quegli Attributi che preghiamo nella preghiera della Madre Universale e molti altri che non conosciamo; e l'asse centrale che univa tutti questi Attributi, che Ella oggi esprimeva attraverso la Sua Presenza, era l'Amore di Dio.

Quindi, attraverso tutta quella Energia e Presenza Divina, in un momento dell'Apparizione ho percepito che Maria voleva stare tutto il tempo che fosse possibile con i Suoi figli; perché gli Angeli, che obbediscono alla Nostra Signora, stavano facendo un lavoro planetario molto importante.

Questo era possibile per qualcosa che Ella ci ha rivelato, che voi ricorderete ora, quando Ella parlò dell'essenza di Aurora nel Suo Cuore.

Cioè, non usciva solo Luce dalle Mani di Maria, dal Manto di Maria, dal volto di Maria, ma attraverso il Suo Cuore. Era un'immagine in tre dimensioni, come se stessi guardando qui ai fratelli che stavano filmando voi.

Quindi, quella Luce era una Luce che non aveva fine, era la Luce dell'essenza di Aurora che Ella portava attraverso il Suo Cuore, e sembrava che il Cuore di Maria stesse per esplodere in Luce.

Ella ha collocato ognuna delle nostre coscienze, delle nostre anime, dentro di quello stato dell'essenza di Aurora, e con quel lavoro interno, che Ella ha fatto durante il corso dell'Apparizione, la Madre Divina stava risolvendo molte situazioni a livello planetario e a livello individuale di ognuna delle anime.

Ella è andata collocando le nostre coscienze in stati sempre più sublimi, ciò che permetteva a noi, come coscienze, di entrare attraverso il Cuore di Maria e quegli stati dell'essenza di Aurora. Ciò che conduceva quel lavoro interiore che Maria stava facendo era il Suo Amore, l'Amore Eterno di Dio.

Quindi, in quel momento in cui Ella stava elevando le nostre coscienze e la coscienza del pianeta verso uno stato più elevato e superiore, ciò che sarebbe chiamato peccato o debito spirituale era equilibrato dalla donazione dell'Amore di Maria a noi.

Quindi, durante l'Apparizione, ciò che conosciamo come dualità, non esisteva. Ciò che c'era, attraverso Maria, era un principio di una profonda neutralità tra il Cielo e la Terra. E i differenti Cori Angelici che circondavano Nostra Signora, sostenevano spiritualmente quel vortice che era anche condiviso e assunto da altre Gerarchie Spirituali.

Incluso, anche durante un momento dell'Apparizione abbiamo visto Cristo, Cristo è apparso in un'altra dimensione, in un altro piano più distante, in quello spazio dell'Universo che Egli ci ha già nominato, dove Egli governa la Creazione.

Quindi, pensiamo per un momento a quante cose sono successe in un solo tempo.

E questo è andato un po' oltre, fino a quando Ella, nel momento in cui ci ha parlato della cura e della redenzione che ci fornisce l'essenza di Aurora, attraverso il Suo Cuore, ci ha portato a quei piani superiori e siamo stati condotti come essenze davanti a Dio. In quel momento, tutti abbiamo vissuto un giudizio, però non un giudizio come lo conosciamo qui sulla Terra.

Per questo, in quel momento, voi ricordate che la Madre Divina nominò i Ventiquattro Anziani dell'Universo e che, un momento prima, Ella ci offrì un Libro, un Libro in bianco, che apparve in tre dimensioni.

Il vortice della Luce del Suo Cuore era ciò che sosteneva anche quel momento. Ella disse, in quel momento, su richiesta di Dio, che Egli stava intervenendo attraverso la Madre Divina, e il Padre disse: firmate di nuovo e riaffermate il vostro compromesso con Me.

Quindi, in quel momento, in quel lasso di tempo, Nostra Signora teneva un'amnistia nelle Sue Mani davanti al peccato e agli errori dell'umanità. Sto parlando di ciò che sta accadendo in questo momento sul pianeta; quando ciò succede Ella comincia ad intervenire per mezzo della Sua Grazia.

E sapete che cosa fa Lei per poter intervenire con la Sua Grazia? A cosa acconsente per poter intervenire con la Sua Grazia? Accede a un fatto nella storia dell'umanità che fu l'Annunciazione dell'Arcangelo Gabriele a Maria.

Quel momento, che sta registrando nel Cuore di Dio e nella nostra umanità, ciò che preghiamo in uno dei Misteri del Rosario; Nostra Signora, in questo 8 agosto, ha portato quell'evento qui per poter avere l'intervento.

In quel momento, Dio come un Giudice e anche come un Padre di Misericordia era davanti ai nostri errori e anche davanti ai risultati che i Sacri Cuori hanno raggiunto quando erano sul pianeta. Quindi, Dio concesse alla Madre Divina questa autorità del perdono delle anime.

E quando le nostre essenze erano davanti al Padre, attraverso Maria, le nostre anime, come disse bene la Nostra Signora al momento dell'Apparizione, firmarono quel Libro che Ella mostrò. Ella ci disse: ora che voi avete firmato, vi siete compromessi. È un compromesso che dovete assumere dal profondo dei vostri cuori. E che permetterà alla Madre Divina, come Regina e Signora del Cielo e della Terra, di intercedere affinché quegli avvenimenti che all'interno della Giustizia Universale sono previsti per il pianeta non succedano.

Perché?

Perché abbiamo firmato quel Libro, e chi lo ha firmato non era la nostra persona umana, era la nostra anima. Il nostro mondo interno firmò quel Libro, e anche molte altre persone che in quel momento si sono presentate all'Apparizione, quelle coscienze che Cristo ci ha detto che si sveglieranno.

In quel momento, Maria ci ha ricordato l'ultimo Messaggio di Cristo per questa Maratona, quando Cristo ci ha detto che realizzerebbe la Sua Opera di preparazione al Suo Ritorno attraverso coloro che sono risvegliati e da coloro che si sveglieranno. E avendo noi firmato quel Libro, attraverso l'offerta che ci ha fatto la Madre Divina, Ella avrà più tempo, del nostro tempo cronologico, per intercedere.

E so che nessuno di noi sarà in grado di comprendere cosa ciò significhi in questo momento, perché la Divinità e le Gerarchie Spirituali sanno che cosa deve veramente succedere in questo momento planetario. E, attraverso queste rivelazioni, la Gerarchia risveglia la nostra coscienza, ci ricorda il nostro compromesso con la Volontà del Padre e, soprattutto, questa Apparizione di oggi ci ricorda ciò che siamo venuti a fare qui, in questo pianeta.

Perché oggi Maria ci ha detto questo?

Perché gli apprendimenti e le prove continueranno ad accadere alla fine di questi tempi. E quando noi staremo attraversando, in questo momento o nei tempi che verranno, qualche prova o esperienza difficile, non possiamo dimenticarci, fratelli, ciò che Maria ci ha anche spiegato durante l'Apparizione, che noi siamo Figli di Dio e che sorgiamo da un luogo che è la Fonte, dove Egli ci creò a Sua Immagine e Somiglianza, e che ci ama al di sopra di tutte le cose.

Quindi, quando attraversiamo queste esperienze difficili, ricordiamoci, ha detto Ella, che siamo sotto uno stato di Grazia, e non perderlo è il compromesso di ognuno di noi. Non possiamo uscire da quello stato di Grazia che ci porta Maria.

In sintesi, è stato questo, e so che sono successe molte altre cose che in questo momento non riesco a ricordare perché le sto procedendo.

E, ora sì, vado alla richiesta della Madre Divina, e perciò abbiamo parlato un pochino con Lei durante l'Apparizione.

Come sappiamo, il mese di agosto è un mese importante per la Divinità e, quando siamo riuniti e uniti, molte cose possono passare per la Gerarchia.

Per questo, così come la Nostra Signora e Cristo ci hanno chiesto di andare in Africa e ci hanno chiesto di andare in Medio Oriente e in nord Africa, dove andremo; la Madre Divina ci ha chiesto anche di andare ad Aurora.

Così i fratelli di Aurora sono invitati a farci un posticino nella Comunità, perché saremo nella seconda quindicina di agosto con loro, poiché la Gerarchia necessita di riunire il gruppo e tutti coloro che vogliano andare a questi incontri ad Aurora, che sappiamo di avere durante il mese di agosto e la ragione per cui la Nostra Signora ci raccontò di aver fatto questa richiesta, e che era un regalo che Ella faceva a noi.

Sapete perché?

Perché ci ha detto che noi obbediamo a ciò che Ella ci dice da 15 anni, anche se a volte ci è sembrata una sfida molto grande e difficile.

E, anche, la ragione di questa richiesta è perché la Nostra Signora prima che viaggiamo in Medio Oriente, necessita di fare un compito attraverso le Sue Apparizioni del 24 e 25 agosto. Ella ha aperto le porte di Aurora, del Centro Mariano di Aurora, affinché tutti possiamo portare avanti questo compito con la Madre Divina.

La Madre Divina ci ha detto che, in questo momento, il Sud America necessita di un aiuto speciale, dato ciò che la Gerarchia sta osservando e accompagnando in Sud America e in Centro America. Questo preparerà il nostro compito in Medio Oriente e, bene, andremo lì, in obbedienza e infinita gratitudine.

Questo è tutto ciò che volevo condividere, su richiesta della Madre Divina. Come Ella ci ha detto, andiamo a ringraziare.

Grazie, Madre Divina, per quanto ci dai!

In questo incontro, Ti lodiamo, Signore.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Messaggi settimanali
Messaggio settimanale ricevuto, a Fátima, Portogallo, trasmesso dalla Vergine Maria, Rosa della Pace, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Cari figli:

In questo momento, il Mio Cuore Immacolato è ancora unito al cuore essenziale di ogni piccolo figlio dell'Africa, affinché queste piccole anime raggiungano il sollievo spirituale e morale di cui necessitano.

Desidero, in modo ardente, che si apra la porta della Mia Grazia in Africa, di una Grazia di opportunità e di speranze per gli adolescenti e i giovani; affinché i Miei figli dell'Africa sappiano che è possibile vivere un'altra esperienza sulla superficie della Terra.

Un'esperienza che permetta il risveglio dei suoi valori spirituali ed interni, dei valori che li aiuteranno ad essere buone persone, così come sono buoni e semplici di spirito; qualcosa da cui tutti i Miei figli del mondo dovrebbero apprendere a riconoscere.

L'Africa deve essere sé stessa, come lo fu alle sue origini, dalle sue più profonde radici di unione con il Divino e Cosmico.

Per questo, attraverso l'attuale missione umanitaria in corso, i tre Messaggeri Divini preparano un altro scenario interiore, affinché lo scenario esteriore possa essere migliorato, armonizzato e corretto; affinché tutti i Miei figli abbiano la dignità che hanno perso, non solo come esseri umani, ma anche la dignità di riconoscersi e di sentirsi meritevoli Figli di Dio.

Per questo, in Africa appena cominciano a fermentare il dono della speranza, delle opportunità e della Nuova Terra.

Africa Mia, sei parte del Mio Cuore; sei la Mia aspirazione della nuova culla della Nuova Umanità.

Preghiamo affinché l'Africa sia sé stessa e non sia più degli sfruttatori e dei banditi.

Vi ringrazio per rispondere alla Mia chiamata!

Vi benedice,

Vostra Madre, la Vergine Maria, Rosa della Pace

APPARIZIONE STRAORDINARIA DI SAN GIUSEPPE NEL CENTRO MARIANO DI AURORA, PAYSANDÚ, URUGUAY, ALLA VEGGENTE SORELLA LUCÍA DE JESÚS, PER L'INCONTRO DI PREGHIERA DEL GIORNO 19.

Oggi il Regno di Aurora si manifesta davanti ai vostri occhi, ai vostri spiriti e ai vostri cuori; un Regno antico, che non proviene da questo mondo, ma dal profondo del Cuore di Dio.

Contemplate, figli, questo Sacro Regno, i suoi Templi di Cura, i suoi Specchi della Pace, le sue Fonti di Misericordia, attraverso i quali la Redenzione fluisce su tutto il pianeta. E ricevete oggi non appena la Mia benedizione, ma la benedizione del Regno di Aurora, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Quando il Creatore manifestò il cuore umano, non era perché soffrisse, ma perché vivesse l'Amore e superasse l'Amore, di tempi in tempi, non solo una volta, molte volte.

Quando il Creatore manifestò gli esseri umani, non era perché sentissero dolori, non era perché oltraggi dicessero gli uni agli altri; era perché vivessero l'Amore e, amando gli uni agli altri, apprendessero come la Creazione Divina si rinnova.

Però le scelte umane, le definizioni che vivono ogni giorno, i cammini che decidono di percorrere, attraverso il libero arbitrio, li hanno portati fino a dove sono oggi.

Contemplando il Signore che il libero arbitrio fu manifestato, manifestò anche la Cura e la Redenzione. In questo momento, figli, vi rivelo che non era dal principio che il Creatore aveva pensato al libero arbitrio; aveva pensato solo all'Amore, alla Misericordia, alla Pace e alla Grazia Infinita e Insondabile che sarebbero state capaci di germogliare e di nascere dal cuore delle Sue Creature.

Però vi dico che, prima che gli esseri fossero manifestati su questo pianeta sacro, una creatura visse la disobbedienza e scelse la propria volontà, davanti alla Volontà Divina, dando così inizio a questa Legge che cominciò a reggere l'Universo, che manifestò la dualità e la volontà propria per tutte le creature che, sotto gli Angeli e gli Arcangeli, cominciarono a manifestarsi.

Anche in quel momento, l'Amore si superò nel Cuore Divino e, nonostante il profondo dolore che questo Gli causò, il Creatore manifestò la Cura e la Redenzione affinché, indipendentemente dai cammini scelti dagli esseri, essi avessero l'opportunità di ritornare. Così nacque Aurora, dal superamento dell'Amore di Dio, ancora prima dell'esistenza di ognuno di voi.

Vi dico questo affinché comprendiate che, molto prima che commetteste qualsiasi errore, il Creatore vi amava già e vi ha concesso già l'opportunità di riprendere.

Molto prima di esservi persi, le porte per il Cuore di Dio erano già aperte affinché possiate guardare indietro, pentirvi dei vostri peccati e ritornare a Casa.

Oggi vengo fino qui affinché questa Cura, questo Amore e questa Redenzione Divina possano essere irradiati sul pianeta e nel cuore dell'Africa, possano attraversare i cuori che soffrono e raggiungere la radice della sofferenza, in quel momento in cui l'umanità decise di errare e scelse il dolore al posto dell'Amore Divino.

Che la Cura e la Redenzione possano raggiungere le più profonde cicatrici del cuore umano e toccare lì la sua essenza, quella che, nonostante tutta l'oscurità, rimane ancora intatta, quella piccola-grande porta per il Cuore di Dio, che mantiene gli esseri connessi con il suo Creatore e, nonostante tutte le deviazioni nel corso dei secoli, essa segue lì.

Il Creatore supera Sé stesso, di tempi in tempi, dentro gli esseri umani, anche se non lo sanno.

Molte volte vi domandate come supererete l'Amore di Dio, E oggi Io vi dico che questo sta già accadendo e dovrebbe continuare ad accadere, ogni volta più profondamente, perché, ogni volta che il Creatore non rinuncia agli esseri umani e voi potete alzarvi in un nuovo giorno, questo significa, figli, che Dio sta superando il Suo proprio Amore. 

Nonostante la contemplazione dell'indifferenza umana, nonostante la contemplazione di come vi ferite gli uni agli altri, giorni come questo si alzano sulla Terra, in cui possiate sentire la Pace e l'Amore di Dio. Questo significa, figli, che Dio supera sé stesso nell'Amore.

Per partecipare a questo superamento e lasciare che Egli accada nel vostro proprio interiore, dovete solo essere grati, perché tutte queste cose il Creatore vive dentro di voi.

Che l'Amore Divino tocchi il cuore dell'Africa e che, attraverso i suoi canti e le sue lodi, si aprano le porte del Cielo dentro questo continente ferito, questo significa, figli, che Dio Si supera nell'Amore dentro di voi.

Che, nonostante tutti gli oltraggi vissuti, nonostante tutti i traumi provati, un bambino alzi la sua voce per cantare a Dio, questo significa che il Creatore Si supera nell'Amore dentro gli esseri umani.

Nonostante le guerre, dentro e fuori gli uomini, se sono capaci di sorridere, questo significa che Dio Si supera nell'Amore dentro gli esseri umani.

Il Creatore vede molto più di quanto i vostri occhi possano vedere; il Suo Cuore penetra negli strati più oscuri della Terra e oltre. Allo stesso modo, penetra nel profondo delle intenzioni umane e della loro essenza, e ciò che Egli vede ancora dentro l'essenza degli esseri è capace di equilibrare ciò che Egli vede nel profondo dell'oscurità degli abissi.

Per questo, credete che dentro di voi potete ancora trasformare questo mondo, la condizione umana, la vita sulla Terra; potete ancora essere strumenti per il superamento dell'Amore di Dio.

L'Africa è il simbolo che l'Amore del Padre continua a superarsi ogni giorno, nonostante il caos, nonostante il dolore. Esistono canti e lodi, esistono sorrisi che seccano le lacrime, esistono preghiere che superano gli abissi interni. Per questo, non pensate che arriviamo in Africa solo per portare la Cura e la Redenzione, perché anche siamo arrivati, figli, affinché apprendiate dall'Amore Divino e insieme possiate trasformare la Creazione.

Ogni essere umano porta in sé un attributo unico; ogni nazione, ogni popolo, ogni razza manifesta un Dono Divino, che deve essere collocato sulla tavola della redenzione per completare la trasformazione umana. Ed è a questa tavola dell'unità che il Redentore Si siederà quando Egli ritornerà in Corpo, Anima e Divinità.

E lì non ci saranno quelli che servono e quelli che sono serviti. Lì ci saranno esseri che apprendono gli uni dagli altri, esseri che amano gli uni agli altri, esseri che si aiutano mutuamente.

Quando guardate negli occhi di un bambino dell'Africa, siete capaci di comprendere la vostra propria ignoranza. Loro vi insegnano l'amore. Questo è ciò di cui vi parlo, di contemplare la virtù oltre la sofferenza; di contemplare Dio nell'interiore del prossimo, superando Sé stessi.

All'interno di Aurora, Dio supera anche Sé stesso, instancabilmente, ogni giorno, ogni istante. E quegli esseri di Luce che abitano lì, esseri che molte volte lasciarono dietro cammini maggiori per rimanere al servizio dell'umanità, per essere strumenti del superamento dell'Amore Divino, anche loro apprendono dagli esseri umani.

Perciò oggi vengo per insegnarvi ad essere in comunione, vengo a dissolvere le frontiere, unire i cuori. Che Aurora sia in Africa; che l'Africa sia in Aurora. Che ogni cuore sia unito a questo ponte di Cura e Redenzione.

Sentite il flusso delle correnti divine, sentite il pulsare del cuore di Aurora, lo stesso pulsare del Cuore di Dio quando, per prima volta, manifestò la Redenzione come un'opportunità perché gli esseri potessero ritornare.

Che questo pulsare del cuore di Aurora marchi i ritmi dei Piedi del Redentore. Così come la Redenzione si avvicina alle ferite profonde dell'umanità, il Redentore Si avvicina a questo mondo. Ascoltate i Suoi Passi, sentite il Suo Cuore.

Ad ogni pulsare, un'anima incontra Dio.

Ad ogni pulsare, gli Specchi di Aurora irradiano la loro Pace.

Ad ogni pulsare, la liberazione di Aurora manifesta il suo Potere.

Ad ogni pulsare, il Cuore di Dio supera il Sé nell'Amore.

Siate parte di questo momento. Contemplate nei vostri cuori, nel silenzio di Aurora, la Cura che arriva ai cuori feriti, alle anime dimenticate, alle ferite occulte. Esistono abissi dentro gli esseri che devono essere illuminati, come i loro volti lo sono attraverso il sole di Aurora.

Cantiamo ancora una volta "Regno di Aurora" affinché il Creatore possa raggiungere questi abissi, queste ferite, questi cuori; affinché l'Amore di Dio, nato al principio della vita, possa rinnovarsi e riempire tutta l'Africa, così come tutti i cuori che soffrono oltre, aprendo cammini affinché situazioni impossibili possano essere curate e opportunità mai pensate possano manifestarsi per gli esseri che più si sono sbagliati dal principio della loro esistenza, che non hanno conosciuto mai la Redenzione, nemmeno l'Amore; ma che è arrivato il tempo che questo Amore sia conosciuto da loro.

Canzone: Regno di Aurora.

E così si compie una Volontà Divina.

E così si manifesta, ancora una volta, il rinnovamento del Suo Amore.

Continuate a rinnovare, figli, questo Amore di Dio ogni giorno. Avete la Mia benedizione per questo.

Che la Pace, la Cura e la Redenzione del Cuore dell'Altissimo riempiano le vostre vite e vi mostrino la porta per l'opportunità di ritornare al Cuore del Padre.

Io vi benedico e vi ringrazio.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Apparizioni straordinarie
APPARIZIONE STRAORDINARIA DELLA VERGINE MARIA, NELLA CASA SANTA ISABEL, LUANDA, ANGOLA, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, IN OCCASIONE DELL' ANNIVERSARIO DELLA VEGGENTE SORELLA LUCÍA DE JESÚS

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Miei figli:

Sono nuovamente qui per essere con voi e, attraverso di voi, con tutta l'Africa, con tutti i popoli e tutte le etnie, con tutte le culture e tutte le credenze.

Perché Io Sono la Madre Universale, la Madre che accoglie tutti nel Suo Cuore, senza distinzione. La Madre con un Cuore aperto per ricevere le suppliche dei Suoi figli, per calmare la sofferenza, per alleviare i cuori, affinché attraverso di Me e della Mia offerta ritrovino il cammino della Pace.

Oggi, voglio che entriate, attraverso il Mio Cuore, in quel magnifico universo della Pace che, ai tempi di oggi, è sconosciuto alla maggioranza dei Miei figli, dovuto ai conflitti e alle guerre, dovuto alle divisioni delle famiglie e dei popoli, dovuto alla costante lotta per la sopravvivenza.

Per questo, vi invito a stare nel Mio Cuore affinché, attraverso il Mio Cuore, siate nel Cuore di Mio Figlio, che nuovamente invia la Sua Serva Fedele e Madre di tutta l'Africa a stare con i Suoi figli, con i più bisognosi di consolazione spirituale, con quelli che gridano da sempre per un intervento divino.

EccoMi e Sono la vostra Madre, entrate nel Mio Cuore, nell'Eterno Tempio di Dio, che si offrì al Padre per concepire in Sé il Messia, oggi il vostro Salvatore e Redentore. Quello che caricò la Croce per voi e che oggi prosegue caricandola per il mondo intero, dovuto alle indifferenze, alle omissioni, alle guerre e ai conflitti del mondo.

Entrate nel Mio Cuore affinché siate liberati dal caos.

Ecco la vostra Madre Celeste e la vostra Serva Eterna, che vi condurrà a Dio affinché possiate essere guidati verso il Suo Regno Celeste, dove non esiste il male né l'avversità, dove incontrerete la felicità spirituale che tanto cercate e sperate.

Oggi, straordinariamente, sono qui con voi, Miei figli, dovuto alle emergenze del pianeta e anche alle emergenze dei Regni della Natura che, nonostante la sua espressione e agitazione di questi tempi, l'umanità non li vuole ascoltare e neanche riconoscere la gravità di questi tempi.

Ricordate che il pianeta, nel quale vivete, non è solo un pianeta, è uno stato di coscienza spirituale ed evolutivo che sta venendo molto trasgredito e ferito, attraverso le mani degli uomini e di quelli che estraggono le sue ricchezze per generare povertà e miseria nell'umanità, perché solo molto pochi si arricchiscono e la maggioranza impoverisce e impoverisce.

Però, Io non vi invito ad essere in indignazione, Io vi chiamo a vivere la compassione affinché possiate apprendere a vivere in Cristo e un giorno possiate essere misericordiosi, così come Egli lo è con ciascuno di voi.

Oggi, vengo con questa chiamata all'umanità. L'umanità non si occupa dello squilibrio del pianeta, fa orecchie sorde alle guerre e ai conflitti del mondo. Le preghiere non sono ancora sufficienti per poter trattenere il caos nell'umanità.

Per questo, insieme a Mio Figlio, da anni, pianifichiamo questo incontro con voi, qui in Angola; perché, anche se non lo sembri, nell'apparente nulla dei vostri cuori esiste una ricchezza spirituale inestinguibile che Dio collocò in ciascuno di voi affinché, in questi tempi definitivi, voi apprendiate a servirLo, ad adorarLo e a riconoscerLo, così come Lo servite, Lo adorate e Lo riconoscete in questo momento.

Per questo, figli Miei, Io vi invito a vivere nello spirito della perseveranza e della fede, anche in quei momenti in cui tutto appare oscuro e tenebroso.

Prostratevi davanti all'Eucaristia di Mio Figlio, riconoscete la Sua Presenza nei Sacrari della Terra e le vostre vite saranno sempre liberate. Perché in ogni Sacrario della Terra, Io tengo presenti molti Angeli del Cielo, che adorano il Corpo Eucaristico di Mio Figlio, per un solo fine, per la pace e l'equilibrio nell'umanità.

E, anche se in questi tempi tutto si precipita nel mondo, perché tutti vivono il tempo dell'Armageddon, Io vi invito ad attraversare questa Apocalisse con intelligenza, con spirito di servizio e di pura preghiera.

Perché il verbo orante non solo vi manterrà uniti alla Fonte Creatrice, ma vi manterrà anche protetti da ogni male, dalle insidie che il Mio nemico vuole fare a tutte le anime del mondo, specialmente a quelle che si sono decise di vivere la cristianità.

Per questo, mantenete acceso uno spirito di fede e non vi permettete mai di abbassare le braccia.

Che, come in questo giorno, le vostre braccia si elevino ai Cieli per ricevere le Grazie di Dio, queste Grazie che nuovamente oggi porto ad ognuno di voi affinché, il prossimo 25 luglio, la vostra Madre Celeste e il Sacro Cuore di Gesù, con l'importante appoggio di San Giuseppe Castissimo, possano completare questo sacro compito in Angola e in Africa, affinché i frutti della redenzione e della conversione dei cuori si risveglino in tutti quelli che li necessitano, affinché siano elevati in coscienza, uniti nell'amore e nella fraternità.

Figli Miei, Io vi invito ad andare avanti, nonostante questi tempi difficili e traumatici, nonostante tutto ciò che i sistemi del mondo fanno nei popoli e nelle nazioni.

Collocatevi in un'altra dimensione spirituale e così, non sarete abbracciati dal caos.

Alzate sempre le vostre teste e guardate verso il cielo e, in ogni nuovo giorno, aspirate a incontrare Gesù, aspirate per il Suo Ritorno che è vicino, più vicino di quanto non pare. Perché quando Egli ritornerà nel mondo non solo porterà, nel Suo Spirito, il Governo Spirituale e rinnoverà ancora una volta tutte le cose, ma porrà fine anche al caos di questo mondo, alla miseria, alla sofferenza e all'infermità.

I cuori non saranno più poveri, saranno colmi della ricchezza di Dio, una ricchezza spirituale inestinguibile che li preparerà tutti alla Nuova Terra, all'emergere della Nuova Umanità.

Per questo, Miei figli, apostoli di Cristo, sentitevi partecipi di questa transizione planetaria; perché questa umanità in transizione, che serve e prega Dio, sta preparando le basi per l'emergere della Nuova Umanità.

Per questo, tutto ciò che offrite e farete per Dio in questo momento, in un modo costante e perseverante, concederà al mondo e a tutta la razza le Grazie del Padre, che costruiranno la nuova coscienza nell'umanità.

Io, insieme a voi, lavoro perché questo succeda, prego perché questo succeda, supplico il Padre perché questo succeda, perché il Mio Cuore e il Cuore di Mio Figlio sono già stanchi della sofferenza delle anime. Per questo, Io vi porto la Mia speranza e anche la Mia eterna allegria, vi porto la gioia del Mio Spirito e l'ascensione della Mia Anima.

Così come l'Arcangelo Gabriele si consegnò al Mio Cuore durante l'Annunciazione, oggi come Madre del Mondo e Signora di tutta l'Africa, vengo ad annunciarvi l'arrivo del Nuovo Tempo e il compimento della Parola di Dio nei cuori che hanno detto sì.

Prima di ritirarMi da qui, voglio che si avvicinano quelli che si riconosceranno come Miei figli, Figli di Maria. Potete avvicinarvi al Mio Altare affinché siate benedetti e poi unti dai sacerdoti, per consumare questo momento di consacrazione al Mio Immacolato e Materno Cuore.

Venite qui, Miei amati figli.

Fray Elías del Sagrado Corazón de Jesús:

E, per questa consacrazione, la nostra Santa Madre del Cielo ha chiesto di ripetere la canzone: "Madre, fai un miracolo".

Attraverso queste anime, che oggi consacro, formo un nuovo gruppo Rosario di Luce che sia un specchio del Mio Cuore sulla Terra che possa riflettere gli attributi del Cielo, di cui non solo l'Africa necessita, ma anche il mondo intero.

Per questa ragione, Io vi consacro come Miei figli, figli del Mio Materno e Immacolato Cuore; e ringrazio, come Madre dell'Universo e della Terra, l'apertura dei vostri cuori in questo momento, che vi porta la cura e la sanazione di cui necessitate.

Io vi rinnovo nella fede e vi consacro nell'Amore di Dio.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Le Mie benedizioni alla Sorella Lucía de Jesús, figlia e sposa di San Giuseppe Castissimo.

Pace, per questo mondo sofferente.

Pace, per tutti i cuori che agonizzano.

Pace, per quelli che non hanno la pace.

Pace, perché sorga la Nuova Umanità.

Amen.

Vi ringrazio per aver risposto alla Mia chiamata.

E, ancora una volta, torno a benedirvi, sotto il Segno luminoso della Croce, della Croce del Redentore: nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Messaggi speciali
Messaggio straordinario, ricevuto, nel Centro Mariano di Aurora, Paysandú, Uruguay, trasmesso da San Giuseppe alla veggente Sorella Lucía de Jesús

Benedetti coloro che soffrono e che, nel silenzio del loro cuore, suplicano per Misericordia, perché sarà loro concessa non appena la Grazia per la quale suplicarono, ma benedizioni maggiori, profonde ed eterne, che dissiperanno dai loro cuori il dolore e concederanno loro la pace.

Benedetti coloro che, al di là della solitudine, pregano. servono e confidano, anche se abitano gli inferni di questo mondo, dove regnano la disperazione e la mancanza di speranza, dove l'allegria è stata taciuta dall'indifferenza che genera il dolore. 

La preghiera degli innocenti è ascoltata, il pianto delle donne che gridano al Padre lava i Suoi Santi Piedi, e il Suo Cuore si compatisce di quelli che credevano di essere dimenticati.

Nella battaglia di questi tempi, figli, il Cuore di Dio è attento alle vostre suppliche e non dimentica o abbandona coloro che gridano, ma cerca il tempo e l'ora esatti per poter intercedere per le anime che soffrono.

Per questo vi dico oggi e vi dirò sempre che la perseveranza in Dio, oltreà del dolore, della sofferenza o della solitudine, sarà sempre ricompensata.

Il Padre si compatisce di quelli che con fede aspettano. Il Suo Spirito sostiene coloro que  rimangono in servizio. La Sua Divinità viene in aiuto di coloro che confidano nella Grazia, e benedizioni maggiori scendono sulla Terra quando il tempo è arrivato. E il tempo è arrivato.

L'orologio del mondo fissò l'ora della redenzione; allo stesso tempo in cui il caos battaglia con il male, l'amore trionfa nel profondo degli abissi della coscienza umana. Tutto è permesso. 

Il Creatore annuncia attraverso i Suoi Messaggeri che il tempo della redenzione è arrivato per tutti coloro che credono. Il tempo della Misericordia pulsa ancora nei cuori di quelli che gridano per un'opportunità.

Per questo, amata Africa, che dalle origini della Terra cerchi il tuo cammino, già brilla all'orizzonte il tuo destino, la purezza del tuo cuore può emergere. Forza e fragilità abitano nella tua essenza; persistito oltre la sofferenza, Perciò, aspetta e confida nel regno della pace.

Sul tuo suolo cammineranno Piedi Sacri, e i Suoi Passi segneranno la tua storia. Come in altri tempi, la pace regnerà in te, e conoscerai la vita dai confini dell'universo. I misteri celesti ti saranno rivelati; dalle viscere del tuo dolore, tornerà ad emergere la speranza. Nuova vita regnerà nel tuo interiore. Ci sarà la pace.

Con queste Parole, figli, Mi congedo, vi benedico e vi chiedo di aspettarMi in preghiera nel prossimo 18 luglio, affinché si compia un Disegno Maggiore del Creatore di consegnare un Messaggio straordinario al cuore dei Miei figli dell'Africa. I vostri cuori Mi aspettano e il Creatore invia una risposta.

Creerò un ponte tra il cuore di Aurora e l'interiore dell'Africa, affinché la cura e la redenzione possano permeare le ferite profonde di coloro che aspirano a conoscere la pace.

Io vi benedico oggi e sempre.

Suo padre e amico,

San Giuseppe Castissimo

Messaggi settimanali
Messaggio settimanale ricevuto, nella Casa Santa Isabel, Luanda, Angola, trasmesso dalla Vergine Maria, Rosa della Pace, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Miei cari figli:

Con gioia ed esultanza arrivo ancora una volta dal Cielo. Questa volta per questo tanto atteso incontro tra il Mio Cuore e i vostri cuori.

La vostra Mamma Celeste è già qui, con tutta l'Angola e con tutta l'Africa.

Oggi vengo come Madre dell'Africa. Vengo da un continente stigmatizzato nel corso dei secoli. Vengo da una razza discriminata e sfruttata.

Sono qui e sono vostra Madre. Venite tra le Mie Braccia affinché, ancora una volta, possa consolarvi e accogliervi tra le Mie Braccia Materne.

Oggi vengo piena di Grazia, Amore e Misericordia.

Quelle Grazie, promesse ai Miei figli della Casa di Santa Elisabetta e all'Africa tutt'oggi le riverso nei vostri cuori, affinché le pesanti catene dell'indifferenza, dell'impunità e dei maltrattamenti possano essere spezzate dal colpo efficace della potente spada di San Michele Arcangelo.

Figli miei, abbiate fede e credete. La fine di questa prigionia è vicina perché Mio Figlio ritornerà, ed Egli, nella Sua Gloria, ritornerà prima per voi, per tutta la Mia cara ed amata Africa.

In questi prossimi giorni continuerò a venire, come una volta venni a Kibeho, per dire al mondo che l'Africa è nel mio Cuore Materno.

Vi ringrazio per aver risposto alla Mia chiamata!

Vi benedice e vi ama,

Vostra Madre, la Vergine Maria, Rosa della Pace e Madre di tutta l'Africa

Maratona della Divina Misericordia
MESSAGGIO STRAORDINARIO DI CRISTO GESÙ GLORIFICATO, TRASMESSO A NAZARET, PORTOGALLO, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, PER LA 104.ª MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Attraverso gli oceani, la Mia Coscienza si specchia nell'umanità e può riflettere negli esseri umani il grande stato della Coscienza Cristica. E' questo stato spirituale ed interiore che Io cerco di diffondere in tutta la razza umana attraverso i tempi e mediante gli impulsi che Io vi porto per questo ciclo.

Oggi, il Mio Cuore e tutto il Mio Essere sono già in Africa, come i vostri mondi interiori e le vostre orazioni possono esserlo per accompagnarmi in questo audace compito di redenzione del continente africano e di mitigazione, in tutti i popoli dell'Africa, della sofferenza oltre che della ripresa della pace.

Per questa ragione, oggi sono qui, ma nello Spirito e nell'Onnipresenza sono anche in Africa, trattando questioni molto importanti e spirituali che fino ad oggi le vostre coscienze non conoscono.

Ancora una volta, Io vi invito ad amare il mistero attraverso l'Amore che vi offro. In questo modo, potrete sentire, nel vostro mondo interiore e nella vostra coscienza, gli impulsi che Io vi porto affinché apprendiate a riconoscere la Mia Volontà, che è già scritta nella Coscienza del Padre Eterno e in tutti i Suoi Angeli ed Arcangeli; questa Volontà, che cerca di diffondersi dalle origini del pianeta, dall'inizio dell'umanità.

Per questa ragione, la Mia Coscienza Divina lavora, dalle origini della Terra, per questo Progetto Umano che è stato pensato amorosamente dal Creatore.

Ma dovete sapere qualcosa di importante: questo è il tempo in cui si può correggere l'umanità, non con giustizia, ma con Misericordia, affinché ritrovi la strada che ha perduto verso l'evoluzione e si svegli.

Il continente africano conserva tesori molto importanti, tesori preziosi e sconosciuti fino ad ora.

E' Mio compito, ed anche Mio dovere, rivelarvi questi tesori tramite la ricchezza spirituale che conservano molti cuori dell'Africa. Una ricchezza spirituale che non solo è stata sfruttata e sottratta in modo ingiusto ed impune, ma una ricchezza spirituale che è stata anche sepolta, messa a tacere e schiavizzata dai paesi e dalle coscienze che purtroppo reggono queste nazioni dell'Africa.

Nel Mio Ritorno, Io arriverò con un Grande Progetto da realizzare e concretizzare. Uno di questi Progetti, che conservo nel Mio Cuore, è il risorgimento della coscienza spirituale dell'Africa, ciò che rappresenta per il Padre Eterno dall'inizio e tutto il legato che ancora nessuno conosce.

Questi tesori, di cui vi parlo, non sono materiali, ma profondamente spirituali, arriverei a dire soprafisici.   

Questi tesori permetteranno che il pianeta, come anima e come coscienza interiore, possa rigenerarsi permettendo così che sorga la Nuova Umanità; che non è l'umanità di questo tempo, perché questa è un'umanità in transizione, in prova, è un'umanità che soffre e agonizza.

Tramite la Mia Divina ed Insondabile Misericordia, vengo ad aprire le porte in quei luoghi in cui sono chiuse; le porte della luce, le porte della coscienza, le porte della Grazia e della guarigione per quelle coscienze, anime e cuori che ne hanno davvero bisogno, dato che sono i Miei figli prediletti dell'Africa.

Pe questo, l'inizio di questa missione in Angola, in questa tappa, sarà molto significativa e non sarà uguale alle esperienze precedenti che hanno rafforzato lo spirito del servizio missionario.  

Adesso, è il tempo di far sorgere e anche di far concretizzare ciò di cui il Padre ha bisogno di materializzare sulla superficie, ciò che voi già conoscete come Sacri Punti di Luce, che non solo beneficeranno l'Africa, ma anche il mondo intero. E ciò dimostrerà all'umanità, una volta ancora, il sacrificio delle coscienze dell'Africa che non perdono la fede e la speranza nel Mio Cuore, dato che avete solo il Mio Cuore per poter sopravvivere.

Per ciò, il Mio Cuore si dona ancora una volta, come lo ha fatto una volta in Ruanda. Adesso, vengo per tutta l'Africa, per tutte le nazioni dell'Africa, per tutti i popoli e per tutte le culture.

E' arrivato il tempo che tutta l'umanità riconosca gli errori che ha commesso con l'Africa e li possa correggere e sanare, non solo in modo materiale ma anche spirituale.

Per ciò, Io sono qui come Avvocato di Dio, come Mediatore e Colui che intercede fra le anime giuste e quelle ingiuste. Io sono qui per merito della Mia Divina ed Insondabile Misericordia e della Luce della Mia Grazia per far risorgere la speranza in coloro che l'hanno persa e che oggi non hanno nulla.

Per questo motivo, dovrete essere sempre attenti ed all'erta. E come apostoli, servitori e missionari chiamati a vivere il Piano di Dio, dovete portare avanti il Proposito del vostro Maestro e Signore di seminare nei cuori e nelle anime l'Amore Cristico e, attraverso questo Amore Cristico, insondabile, infinito ed inestinguibile, permettere che le anime sofferenti ritrovino la speranza, la fede e la gioia di vivere in questo mondo, e che allo stesso tempo possano ritrovare le virtù e i doni che oggi non conoscono.

Per ciò, tramite la fondazione della Mia Opera in Sudamerica, oggi si crea un ponte di luce, di unità e di fratellanza fra il Sudamerica e l'Africa affinché anche l'Europa possa unirsi a questo proposito e il continente africano non sia più usato come scarto, come discarica delle coscienze che soffrono maggiormente, ma che tutta l'Europa e l'emisfero nord finalmente compiano quanto necessario per chiudere il debito spirituale che hanno ancora nei confronti di tutta l'Africa.

Io vi avevo parlato, dall'anno 2017, dell'importanza di arrivare in Africa, Sono avvenuti alcuni movimenti, ma non sono stati sufficienti; sono state vissute alcune esperienze,  ma non sono state sufficienti. E' ora che tutte le coscienze europee, che tutti i membri dell'emisfero nord mettano il proprio cuore e soprattutto la propria vita, al servizio incondizionato di coloro che ne hanno più bisogno. Ciò dimostrerà al vostro Maestro e Signore che state comprendendo il Mio Messaggio e che il Mio Messaggio non si perde con il tempo o non viene solo conservato nella memoria.

E' ora di agire con prontezza e determinazione. Voi, soli nella Terra già alzati, sapete ciò che dovete fare e dove dovete stare. Non vi rifiutate, e che gli europei non si rifiutino, che aprano i loro cuori e riescano a saldare i debiti che hanno con l'Africa.  

Qualcuno deve compiere il passo necessario, e siete voi che lo dovete fare per coloro che non lo faranno mai, per coloro che non guarderanno mai con misericordia e neppure con compassione i fratelli sofferenti dell'Africa. 

Io vi invito a ripensare i vostri atteggiamenti e le vostre intenzioni, Io vi invito a seguire definitivamente il cammino di concretezza del Piano.

Adesso, i tempi stringono. Per questa ragione, dovete fare attenzione a non perdere gli impulsi, a non perdere tutto ciò che Io vi porto in questo tempo. L'Africa attende da molto tempo questo momento e non potrà attendere oltre. Per questa ragione, Io sono qui per ricordarvelo, per dirvi che questo è il momento di agire.

Che questa Maratona della Divina Misericordia prepari il momento immediato, che tanto attendo di vedere concretizzato tramite voi. Un momento di servizio senza condizioni, di donazione senza condizioni, di agire senza condizioni per coloro che soffrono, per i fratelli dell'Africa. 

Non posso più sentire e neppure vedere i bambini dell'Africa che attendono mani e braccia che li accolgano, che si avvicinino, che li avvolgano e, soprattutto, che li amino e li servano. Essi attendono amore e non solo pane.

Per questo motivo, è importante che cambiate i vostri concetti su ciò che è la vita della sopravvivenza. E' importante che capiate che nei cuori dell'Africa esistono tesori sconosciuti ed importanti.

Se tale movimento di servizio permanente al continente africano avverrà in questi tempi, mediante la collaborazione e la donazione di tutti, ciò consentirà che il debito spirituale dell'Europa e anche di altre regioni del pianeta sia mitigato, permettendo che la coscienza africana sia riparata e ricostruita spiritualmente. 

Non solo dovete compiere un gesto di buona volontà, questo non è sufficiente per Me; dovete compiere un gesto concreto e svelto, e non un gesto di resistenza. Avete i Miei tesori e le Mie Grazie su di voi, nei vostri cuori e nelle vostre anime.

Per questo motivo, Io dico ai Miei apostoli: questo è il tempo di agire e di non consentire che il Mio nemico si faccia strada in questo mondo e, soprattutto, in quei popoli e nazioni condizionati dai sistemi corrotti di questo mondo.

Non vi chiedo di fare grandi cose, vi chiedo di compiere movimenti ed azioni con amore. In questo si trova la chiave della redenzione.

Dopo essere stato qui, dopo questo Messaggio e tramite le vostre preghiere alla Divina ed Insondabile Misericordia del Mio Cuore, ritornerò in Africa per continuare a lavorare, come sto facendo in questi giorni, preparando il continente per una nuova tappa. Però questa nuova tappa si compirà e diventerà concreta mediante la collaborazione e, direi, l'entusiasmo di coloro che comprendono il Mio Messaggio e non solo lo ascoltano.

Tramite questa Maratona della Divina ed Insondabile Misericordia vi posso dire, compagni Miei, che il Mondo vivrà un Giudizio a fronte di ciò che vive e soffre l'Africa. Non sperate che coloro che si dichiarano potenti, e anche coloro che sfruttano l'Africa, possano cambiare; il cambiamento, compagni, comincia in voi, nell'anonimo servizio verso gli altri. 

Ciò concederà al mondo un'amnistia spirituale sconosciuta e inspiegabile, e l'Africa potrà rialzarsi ed ergersi come il popolo e la cultura che rappresenta per Dio.  

Io pregherò affinché voi, compagni Miei, andiate avanti, in particolar modo tutti i membri di quest'Opera che appartiene all'Europa. Non basta che una, due o tre coscienze si muovano per l'Africa, tutti sono responsabili del debito spirituale. 

Io vi invito a prendere su di voi la croce, come Io la presi per voi. Ma vi assicuro che non vivrete il peso né il calvario che Io ho vissuto per voi. Sarò sempre lì, al vostro fianco, per sostenervi, per darvi coraggio e per trasformarvi, per convertirvi nei Miei apostoli degli ultimi tempi.

Siate coraggiosi e non retrocedete.

Non abbiate paura della croce e della sofferenza, abbiate paura di essere lontani da Dio e attratti dalle illusioni del mondo.

Voi avete i tesori del Padre, tramite le Nostre Parole e le Nostre Apparizioni avete ricevuto questi tesori; adesso bisogna metterli al servizio degli altri, di coloro che più ne hanno bisogno, di coloro che più lo attendono da molto tempo. 

Io sarò lì, in attesa dei vostri passi definitivi.

Adesso sì, torno in Africa come Coscienza Spirituale e Divina, attendendo che altre coscienze si facciano carico di un servizio maturo e non passeggero. Ricordate che l'Africa ha una grande ferita spirituale e fisica che ancora non si è cicatrizzata. La presenza dei Miei apostoli, dei Miei servitori e missionari creerà la cura di questa situazione inspiegabile per tutti.

Solo l'Amore sanerà il dolore.

Vi esorto ad andare avanti.

Nel nome del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo.

Maratona della Divina Misericordia
MESSAGGIO STRAORDINARIO DI CRISTO GESÚ GLORIFICATO, TRASMESSO A FATIMA, PORTOGALLO, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, PER LA 102.ª MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Mentre le tenebre fanno soccombere il pianeta, oggi vengo come la Grande Coscienza Solare a dare vita e rinnovamento alle anime, a fermare gli inferni di questo mondo.

Oggi, vengo come la Grande Coscienza Solare affinché le anime tornino da Dio, affinché i cuori che non si sono pentiti si pentano.

Oggi, vengo come la Grande Coscienza Solare a guarire i cuori feriti, a proteggere gli esiliati e i rifugiati, a calmare il pianto degli innocenti, di tutti i bambini della guerra.

Io vengo come la Grande Coscienza Solare a svegliare i cuori addormentati, a portare saggezza alle menti chiuse, a nutrire gli spiriti con la Mia Luce Solare.

Oggi, vengo come la Grande Coscienza Solare a portare speranza a coloro che l'hanno persa, a consegnare il Mio Amore a coloro che non l'hanno, ad attribuire la Mia Misericordia a coloro che non la meritano. Perché Io sono la Grande Coscienza Solare che proviene dal cuore dell'universo e che, incrociando dimensioni e piani di coscienza, oggi arriva in Europa e nel mondo intero per dire a tutti: persistete! perché il trionfo del Mio Cuore è vicino, anche se in questo momento non sembra.

Per ciò, questo è il tempo degli apostoli, questo è il tempo di coloro che daranno la vita per Me, non solo dando testimonianza della Mia parola e della Mia Presenza, ma dando la vita per Me ovunque sia necessario, nel luogo e nel momento di cui Io ne ho bisogno, perché c'è molto da aiutare in questa umanità.

E mentre i conflitti e le guerre si scatenano, molti Angeli delle Nazioni non possono più fare nulla. E l'Angelo dell'Ira di Dio si vuole precipitare sul mondo con più di mille raggi, portando la forza degli elementi cosmici e solari per poter correggere il mondo. Tuttavia, le preghiere dei coerenti e dei giusti, il servizio degli abnegati e di coloro che non mettono limiti placano la furia di questo Angelo dell'Universo.

Ma questo Angelo non vuole castigare ma imporre una severa correzione, dato che il mondo non ha ascoltato il Messaggio né l'avviso dal Cielo e le anime continuano a vivere nello stesso modo, con le stesse modalità e abitudini, come se non importasse loro ciò che è spirituale e divino.

Per questa ragione, la Mia Madre Celestiale, come è stato in questi ultimi giorni, si pone fra l'Angelo e voi per potere intervenire. In questo modo si scatena un Giudizio Universale, la prima tappa di questo Giudizio che l'umanità ha già cominciato a vivere.

Ma fintanto che le armi e le idee di distruzione vanno avanti, chi potrà fermare questo Angelo dell'Ira di Dio? Perché il mondo, e soprattutto l'umanità, vive ormai al di fuori della Legge da più di duemila anni, e per molti Angeli Creatori, il prezzo del Mio Sangue sparso sembra che non lo giustifichi. 

Per questo, tramite gli angeli che oggi Mi accompagnano, ed in particolare l'Angelo del Portogallo, vengo ad implorare al mondo un cambiamento nella coscienza e soprattutto nell'atteggiamento, per chi non conosce le Leggi Superiori ed ancor meno le Leggi Divine.

Ho bisogno che questo Messaggio sia diffuso nel mondo e che possiate ascoltare molte volte ciò che oggi vi dico, perché il cielo e la terra passeranno ma le Mie Parole rimarranno nei cuori aperti e vicini per offrirsi di costruire il Ritorno di Cristo.

Con questi Angeli che oggi Mi accompagnano, insieme all'Angelo della Pace, imploriamo il Padre Celeste affinché siano contemplati i meriti della Misericordia di Cristo, per onorare la sofferenza che Io ho patito per voi sulla Croce.

Per placare il potere dell'Angelo dell'Ira di Dio, vi vengo oggi ad esporre il Mio Cuore di Spine, gravemente oltraggiato dalle guerre e dai conflitti nel mondo e, specialmente, dalle anime che generano le guerre e che si sono condannate al fuoco dell'Inferno, alleandosi con il Mio nemico.

Chi farà a stessa cosa che Io ho fatto per voi?

Chi darà la vita per gli amici come Io ho fatto per voi?

Chi sarà capace non solo di avere il cuore pronto per qualsiasi cosa o di dare qualcosa di più al Signore, ma anche di vivere qualcosa che non merita per amore, per la salvezza dell'umanità?

Ma una cosa vi dico veramente: non siate ingenui per non essere ignoranti. L'offerta che Io vi faccio si trova nel più piccolo e finanche nel più semplice, nei luoghi dove i vostri cuori si rifiutano di collaborare con Me, anche se non vi rendete conto che Mi state servendo tramite i vostri fratelli.

Unendo gli sforzi che sono necessari in questi tempi di tribolazione, la Mia Coscienza Solare potrà aiutare il mondo e l'umanità affinché la Legge della Divina Misericordia venga perpetuata e si realizzi nelle anime che più hanno bisogno di Luce.

Che questa Maratona della Divina Misericordia, che in questi giorni state pregando con Me in procinto della riapertura dei Centri Mariani, sia una Maratona di supplica, di orazione e di intervento insieme agli Angeli Custodi di ognuno di voi, affinché questa situazione nell'Europa dell'est non precipiti per un assurdo egoismo degli uomini, per un'impunità che non ha più posto in questi tempi e che dovrà essere sradicata per sempre dalla coscienza umana.

Perché quando Io tornerò nel mondo, in questo tempo vicino, potrete comprendere e vedere cos'è il vero Potere di Dio, che non si basa sull'imposizione e sull'autorità; il Potere di Dio che nel suo centro è nutrito dall'Amore Universale che, come una sublime sfera di coscienza, emana saggezza e discernimento in tutte le dimensioni e i piani.

Oggi, sono in un luogo diverso da quello in cui siete abituati a vedermi. Sono in un altro spazio della Comunidad Flor de Lys, che è il più importante per Me, perché rappresenta la casa della vita consacrata. Per ciò vi chiedo, in questa intima analogia, di pregare per tutti i missionari consacrati al Mio Piano di Redenzione, perché sia in Africa sia in Medio Oriente e in Europa, alcune anime di quest'opera, che Io ho formato e fondato con sforzo, si offriranno per dar la vita per Me, al di là di ciò che significa e rappresenta il servizio che Mi offriranno per alleviare e dar pace ai cuori afflitti. 

Da duemila anni, quando ero solo un bambino nelle braccia della Madre Celeste, quando sono stato portato in Egitto per essere protetto, non solo la Nostra Famiglia è stata la prima famiglia di rifugiati del mondo, ma anche il Mio Cuore, da quel momento fino ad ora, sente dolore per la sofferenza e il dolore dell'Africa, che è la prossima tappa, la prossima missione che, nonostante la distanza ed il momento, inviterò ognuno di voi a vivere affinché sia alleviato il debito spirituale dell'Africa e affinché nessun essere umano, in Africa e in nessun'altra parte del mondo, possa gettare una vita nell'immondizia, perché il genere umano è arrivato a demeritare la vita fino a questo punto, per la sua ignoranza ed anche per la sua cattiveria, perché non conosce l'essenza della vita.

Vorrei che teneste presente che la Mia aspirazione è che quando si apriranno le porte per le missioni in Africa vi siano mani, braccia, e gambe che si offrono per camminare in questo continente per salvare gli innocenti e i perduti, coloro che vengono scartati nelle discariche del mondo.

Se sapeste cosa sente il Padre quando una vita è scartata o abortita, vi assicuro che nessuno sarebbe capace di farlo, perché sfiderebbe la sua evoluzione e finanche il suo destino, sviando il suo obiettivo dalla Strada di Dio e assumendo un debito spirituale impagabile, che solo la Mia Divina ed Insondabile Misericordia può guarire.

Coscienti di ciò e inserendo questa situazione in questa Maratona della Divina Misericordia, vi invito ancora una volta ad abbandonare le vostre piccole miserie, a lasciarvi dietro le vostre resistenze ed incomprensioni e a dedicare la coscienza matura dove esiste davvero la sofferenza e il dolore nel mondo, affinché possiate crescere come apostoli coscienti e disponibili per servire dove e quando sarà necessario.

Io vi assicuro, come la Grande Coscienza Solare, che se più anime facessero attenzione a tutto ciò, non ci sarebbe ragione dell'esistenza di guerre, esili, fame, sofferenza follia e finanche avversità, perché tutti sarebbero stati più fraterni gli uni con gli altri e sarebbero sempre stati sempre spinti dall'Amore di Dio che durante i tempi ha bussato alla porta dei vostri cuori , ha fatto appello alle vostre anime innumerevoli volte per potervi svegliare alla Verità, una Verità che è stata sepolta nella coscienza del mondo.

Per questa ragione, solo con il Mio Ritorno molte situazioni saranno riparate ed esorcizzate, e un nuovo Governo Spirituale emergerà dal cuore di tutti coloro che hanno avuto fede in Me fino alla fine dei giorni, affinché apprendano a vivere in comunione con l'universo e con la Confraternita, senza necessità di continuare a perdere tempo ed opportunità di elevare la coscienza di tutto questo pianeta fino alla quarta dimensione.

Perché quando avrete la grazia di vedere nella quarta dimensione, non solo comprenderete la Passione di Cristo, ma comprenderete anche in che punto si trova ora l'umanità, un punto di inflessione che diventa irreversibile.

Per questo, non smettete di pregare, che le vostre labbra non si stanchino di pregare e di chiedere agli angeli del Cielo di intervenire sempre, perché non solo le anime dovranno essere protette dalla guerra, dall'impunità e dall'assedio ma anche gli innocenti e i piccoli dovranno essere protetti e riparati dall'essere scartati dai loro stessi genitori nelle discariche del mondo.

Se molte altre nazioni nel mondo si attaccano all'ideale della legge dell'aborto, come si giustificherà che non debbano avvenire altre guerre o che non debbano attivarsi le bombe nucleari?

Dopo il 1945, con il gravissimo debito spirituale degli Stati Uniti per la bomba atomica, l'umanità ha dimostrato all'universo che sa autodistruggersi e che ha imposto tramite sistemi corrotti la commercializzazione e la strumentalizzazione delle armi, per giustificare la presunta libertà dei popoli e delle nazioni.

Però, compagni, svegliatevi, siamo alla fine dei tempi. Dall'Orto del Getsemani, quando bevvi il calice per voi e per l'umanità, non mi aspettavo, ve lo confesso, che il mondo arrivasse a questo momento e che fosse capace di andare tanto lontano, più lontano di quanto fosse andato più di duemila anni fa, crocifiggendo il suo Messia, martirizzando lo stesso Dio, Colui che vi ha creato dall'origine.

Per questo, una volta di più, questo stesso Dio, che si è fatto carne e si è fatto uomo mediante Suo Figlio, dice nuovamente al Padre: "Perdonali, perché non sanno quello che fanno".

E' ora di stare nelle file dell'Armageddon, perché mentre passa il tempo, non solo il tempo finisce, ma gli avvenimenti precipitano e le persone non cambiano.

Che la Verità Suprema penetri tutti gli spazi e le coscienze, affinché il sacrificio del Figlio di Dio e tutto il Suo Sangue sparso sulla strada del Calvario fino alla Croce giustifichino  le atrocità di questi tempi, allevino il pianto dei bambini e, specialmente, dei non nati, affinché la Santissima Vergine Maria ristabilisca lo spirito dell'amore materno nelle coscienze che oggi non sanno più amare, perché la vita sia rispettata e amata, perché la vita degli innocenti non sia più scartata, perché la povertà in molti luoghi del mondo non sia più la causa di disperazione e di mancanza di pace. 

Che la vera giustizia, che proviene dalla Fonte Divina, renda equilibrata la bilancia della disuguaglianza. Perché il mio grande desiderio è quello di non ascoltare il pianto dei bambini, il pianto degli innocenti scartati nelle discariche del mondo.

Apprendete ad amare la vita e un giorno apprenderete ad apprezzarla. Finché la vita sarà utilizzata come giustificazione per generare morte o l'impunità, il mondo non raggiungerà la guarigione di tutte le sue malattie. Per questo, ringrazio tutti coloro che hanno avuto coscienza finora e, settimana dopo settimana, hanno pregato per i non nati. Lì si trova la risposta al perché il mondo sta come sta.

E, anche se il Mio Cuore e il Cuore di Mia Madre si lacerano dentro, come anche il Mio Cuore fu lacerato dall'alto della Croce, il Nostro Amore è incommensurabile ed incomprensibile, perché viene a dar vita a ciò che è morto in coloro che credono di essere vivi.

Preghiamo il Padre Celeste.

Che ognuno faccia la sua orazione al Padre, nel suo intimo, nel silenzio del cuore. Vi ascolto.

Che le vostre anime preghino il Padre Celeste affinché tutti gli errori ricevano l'espiazione di cui hanno bisogno.

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:
Ripetiamo la preghiera che ci ha insegnato Gesù:

Angelo dell'Ira di Dio,

calma il tuo cuore addolorato,  

ricevi il fuoco del nostro amore

e stabilisci la pace.

Amen.

Andate in pace, meditando sulle Mie parole e rendendo concrete le Mie aspirazioni.

Siate ben coscienti di ciò, perché non sia un Messaggio in più, ma la proiezione della prossima tappa che tutti sono chiamati a vivere.

Vi ringrazio per aver avuto la forza di ascoltarmi.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Veglie di Preghiera
APPARIZIONE DELLA VERGINE MARIA, NEL CENTRO MARIANO DI FIGUEIRA, MINAS GERAIS, BRASIL, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Io vengo dal Cielo, a questo luogo, per riaprire le porte dei cuori, dei cuori feriti, abbandonati e dimenticati.

Per questa ragione, lo sono qui, in questa notte, su questo Centro Mariano e con ciascuno del Miei figli. Al di là delle distanze, Io sono qui con ciascuno di voi e ringrazio questo momento in  cui voi vi riunite con Me, unendo il Mio Cuore con i vostri cuori affinché le Grazie del Padre, le promesse del Figlio e gli impulsi dello Spirito Santo discendano sull'umanità, su questo pianeta.

Vi ringrazio anche, Miei amati figli, in questa notte di Grazia e di Misericordia, per ogni preghiera che avete offerto al Mio Cuore e vi prometto che ciascuna delle vostre intenzioni, ciascuna delle vostre sincere e oneste suppliche  sarà collocata ai Piedi del Creatore, affinché la Madre di Dio, e Madre di tutti, possa intercedere per questa umanità, come ha fatto in questa giornata, attraverso questo incontro di preghiera, nei luoghi più sofferenti, negli spazi più oscuri, dove migliaia di anime non riescono a vedere la Luce di Dio, dove migliaia di anime non credono più nell'Amore del Padre, perché hanno tolto loro la fede, hanno cancellato la speranza in molti cuori che vivono i conflitti del mondo, le persecuzioni di questi tempi e le guerre.

Però la Mia speranza per voi è ferma, è una speranza indissolubile, perché vostra Madre verrà sempre al vostro incontro nonostante tutto ciò che succeda; perché quando vengo al vostro incontro, vengo a preparare i vostri cuori per il Ritorno di Mio Figlio, un Ritorno che è molto vicino, più vicino di quanto sembri o di quanto pensiate.

Perciò, per mezzo delle vostre preghiere, attraverso il vostro servizio, continuate a propagare la fede e non solo rafforzando le fede in voi, ma anche nei vostri fratelli, in quelli che hanno smesso di credere nella Nuova Terra, perché anche la Nuova Terra è molto vicina, è vicina a poter nascere nel cuore degli uomini e donne della Terra, in quelli che seguono in semplicità i Comandamenti di Dio e che non dimenticano che attraverso i Comandamenti potranno conoscere le Leggi di Dio.

Vi chiedo di fare silenzio, affinché possiate ascoltare la Parola di Dio, una Parola che non si spreca, un Messaggio che non svanisce, un impulso che porta il Mio Cuore per tutte le vostre dimore, per tutte le vostre essenze, con un proposito maggiore di rendervi coscienti e partecipi della preparazione del Ritorno di Cristo, perché come Egli vi disse, Egli necessiterà di collocare i Suoi Piedi nei luoghi che siano preparati a riceverLo; perché in quei luoghi come questo, Egli tornerà a portarvi la Sua Parola, non solo la Sua Parola di Redenzione, ma anche la Sua Parola di Amore; perché quando appena ascoltate la Sua Voce, e vedete emergere le Parole attraverso le Sue Labbra, tutto sarà trasformato, tutto sarà redento.

Non solo sono qui con la speranza che ognuno di voi Mi accompagni nella riapertura del Centri Mariani, ma anche che Mi accompagniate nel compito che la Vostra Madre Celeste dovrà realizzare insieme a Suo Figlio nell'emisfero (norte,???) compresa l'Africa.

Per questo, fin d'ora, il Mio Cuore chiama ciascuno di voi a candidarsi per il servizio maggiore. Sì, questo è quello che ascoltate, candidarsi al servizio maggiore è aprirsi profondamente per camminare insieme alla Gerarchia nei piani e nelle mete che sono proposti per questo ciclo.

Un piano che è già pensato ed è previsto, un piano preparatorio anche per il Ritorno del Mio Amato Figlio. Un piano che beneficerà molte coscienze, specialmente, ai più vulnerabili e ai più scartati, non solo dell'Africa, ma anche del mondo.

Per questa ragione, Io sono qui, per spingervi all'apostolato. Mio Figlio Me l'ha chiesto, Mio Figlio Me lo ha supplicato, perché in questi tempi devono sorgere gli apostoli della fine dei tempi. Questo non è una filosofia e nemmeno è una teoria, deve essere una realtà per ognuno di voi: essere aperti, disponibili e incondizionati affinché, su richiesta della Madre di Dio, possiate essere dove sia necessario o dove sia più urgente.

Per questa ragione vi ho portato fino alla cima di questa Collina; per questa ragione, vi ho chiesto di fare un'offerta al Portale della Pace, perché i fiori che avete collocato ai Miei Piedi sono Grazie che oggi verserò sul mondo e, specialmente, in quei luoghi dove non esiste più la speranza, la luce né l'amore.

So che non comprenderete tutto ciò che oggi vi dico, però non preoccupatevi, Miei figli, che le Mie Parole risuonino nel vostro mondo interiore e che possiate accogliere le Mie Parole con gratitudine e con molta allegria per tutti quelli che non possono vivere la gratitudine, per tutti quelli che non conoscono la gratitudine, per tutti quelli che non vivono l’allegria perché vivono la sofferenza e il caos.

Però voi, in questa notte, a nome di tutta l'umanità e del pianeta, siete sotto la Mia atmosfera di Grazia, dentro la Mia grande sfera di Luce, dove esiste il Proposito Creatore di Dio; impulsi che Io lascio nelle vostre coscienze e nei vostri mondi interni affinché si possa disegnare, attraverso le vostre vite, la Volontà del Padre, quella Volontà che viene già prevista per ciascuno di voi e dei i vostri fratelli.

Perciò, rallegratevi e servite senza condizioni né regole. Donatevi al mondo affinché la sofferenza si possa alleviare in molti luoghi.

Che i vostri piedi siano piedi pellegrini, che le vostre mani siano mani di servizio, di abnegazione e di consegna incondizionata, affinché l'Amore di Cristo ritorni al mondo, specialmente in quegli spazi dove si è perso l'Amore.

Che questo Amore possa arrivare al principale Progetto del Creatore, che sono le famiglie, perché molte famiglie sono divise e separate.

Tutto questo momento, è anche per le famiglie del mondo, affinché l'alleanza nelle famiglie possa esistere in questi tempi, e così si possa gestare la Nuova Umanità, che non sarà sottomessa a queste condizioni attuali, ma che sarà una famiglia spirituale che potrà conoscere la felicità di Dio, quella felicità che Egli vi promise dal principio, da Adamo ed Eva; una felicità che fu sepolta dai peccati del mondo e dal male.

Però, rallegratevi, figli Miei!, perché la promessa di Mio Figlio è latente, la promessa della fine della vostra cattività, della cattività di questa umanità.

Che, in questa notte, riceviate la Grazia di essere nella Misericordia di Dio, affinché possiate apprendere e sapere che la Misericordia di Dio è infinita ed invincibile, e che quell'anima o quel cuore, che veramente si pente, conoscerà la Misericordia di Dio nel suo cuore.

Questo era tutto ciò che oggi volevo dirvi. Seguite attentamente i passi dei Sacri Cuori. La nostra promessa di tornare in Africa è latente e aspiriamo che possa succedere presto, molto presto; perché quando ciò succederà, Miei amati figli, la porta dell'amore e della cura si aprirà per l'Africa.

Oggi, vi ringrazio per essere con Me e per aver fatto brillare questo Centro Mariano di Figueira. Ancora una volta, l'Albero Sacro di Figueira torna a concedervi i frutti della Grazia di Dio, non solo ai vostri cuori, ma anche a tutti i cuori del mondo che, aperti al Mio Amore, ascoltano la Mia chiamata.

Vi ringrazio. Dio vi benedice e vi protegge.

Sotto l'autorità che Egli Mi ha concesso, sotto la potente Luce della Croce di Emmanuele, alla quale vi invito a visitare dopo, per ringraziare Dio Creatore perché la Sua Misericordia è infinita e il Suo Amore è invincibile.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:

Su richiesta di Nostra Signora, canteremo, per salutarLa: "Benedetti i Misericordiosi".

APPARIZIONE DI CRISTO GESÚ GLORIFICATO NEL PRIMO GIORNO DELLA SETTIMANA SANTA, NEL CENTRO MARIANO DI FIGUEIRA, MINAS GERAIS, BRASILE, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:

In questo giorno dell'entrata trionfale di Gesù a Gerusalemme, con atteggiamento solenne e riverente, ci prepariamo a ricevere il nostro Re mediante il canto "Pater Noster".

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

E' arrivato il giorno del Giudizio Universale e, ogni giorno che passa, questo momento si avvicina all'umanità. Ma non pensate che questo momento, questo grande avvenimento universale, potrebbe essere una punizione per il pianeta o per tutti i suoi abitanti.

Questo è il tempo della correzione perché l'energia dell'impunità e dell'ingiustizia mondiale sarà sradicata dalla coscienza umana e, in questo modo, sarà liberata da tutti gli abitanti della superficie del pianeta.

Per questo, quel giorno si avvicina e tutti voi, con i vostri occhi, vedete succedere questi avvenimenti, eventi molto dolorosi per il Padre Eterno, situazioni totalmente inspiegabili per milioni di anime nel mondo.

Ma in questo giorno, in cui Mi ricevete e Mi glorificate, ancora una volta vengo a concedervi l'amnistia spirituale non solo per i presenti ma anche per tutti coloro che Mi ascoltano in questo momento e che credono nella Parola del Signore.

Per questo siamo qui, non solo come pianeta ma anche come universo, in un grande momento di inflessione, in cui le correnti potenti dell'universo, tramite la manifestazione degli Angeli e delle Gerarchie, si mobilizzano silenziosamente per essere di aiuto in questo momento all'umanità.

E anche se, in questo momento, la guerra, la persecuzione o la morte sono notizia in tutto il mondo:

Alzatevi, compagni, perché il giorno della vostra redenzione è vicino!

Alzatevi, compagni, perché i Cieli si apriranno quando Io tornerò al mondo!

Alzatevi, compagni, e sostenete con fede lo stendardo della Mia Pace!

Siete venuti, in questo tempo e in questo momento planetario, a vivere per Me questi avvenimenti. Per questo, come Mie sacre pecore e Miei amati apostoli, sarete posti da Me stesso dove io ne avrò bisogno; ciò consentirà che il vostro Maestro e Signore entri in quei luoghi del mondo dove c'è più bisogno non solo della Pace ma anche della Misericordia.

In questa Settimana Santa, per Me culminante, ma anche definitiva, vi invito ad entrare nello stesso Spirito Cristico dell'Amore, affinché la compassione nelle vostre vite vi mostri e riveli la vera necessità di questi tempi, che come sapete, amati Miei, non si limita alle vostre purificazioni o prove, ma all'imperiosa necessità di servirmi, di annunciarmi ed essere Miei testimoni nel luogo del mondo di cui ho bisogno.

Per questo, la cosa più importante in questa Settimana Santa è che i vostri cuori, oltre a dover essere pronti, devono essere aperti per ascoltarmi, perché il Cielo e la Terra passeranno, ma le Mie Parole rimarranno vive e batteranno nei cuori che credono in Me.

Adesso, che siete alle porte del Tempio della Chiesa Celeste del Padre, prepariamo questo momento, benedicendo questo altare che avete offerto al Mio Cuore, tramite una amorosa ma semplice offerta delle anime che Io ho scelto, affinché, nel nome dell'umanità e della Mia amata Africa, glorifichiate il Signore alle porte della Nuova Gerusalemme, ove tutti siete contemplati e ricevuti dal Padre Celeste, Adonai, attraverso la Presenza del vostro Maestro e Signore.

Vi invito a mettervi in piedi.  

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:

Portiamo in questo momento l'incenso che sarà offerto a Nostro Signore, all'inizio di questa Settimana Santa, per le sorelle dell'Etiopia, Marta e Tseguereda. Potete venire qui, davanti a Nostro Signore.  

Manteniamo la concentrazione, su richiesta di Cristo, affinché la nostra coscienza non perda la connessione con Lui ma, tramite Lui, sosteniamo questo momento di intervento planetario in questo primo giorno della Settimana Santa, che nostro Signore benedice e apre per tutti.

Oggi, il Mio Cuore riunisce qui l'universalità di tutti i popoli e razze che, attraverso i tempi e le generazioni, sono stati partecipi della santa opportunità del Progetto di Dio attraverso le culture, le razze e i popoli, così come fu con il popolo d'Israele.

Questo incenso, che oggi state offrendo al vostro Maestro e Signore, rappresenta la più grande offerta per questo ciclo preparatorio per il Ritorno di Cristo, in cui le anime del mondo si uniscono a Me per preparare il sacro momento dell'arrivo del Messia, il Salvatore e il Signore del mondo.

Per questo, l'incenso portato dalle terre di Etiopia, non solo glorifica il Signore come fu nella Grotta di Betlemme, ma prepara il grande momento planetario nel Venerdì Santo, in cui il vostro Maestro e Signore morirà di nuovo per voi, affinché abbiate vita in abbondanza e viviate tramite Me.

Io santifico questi elementi, come anche santifico questo altare e tutti coloro che ascoltano in questo momento.

Che si risvegli di nuovo in voi la speranza, la speranza che vi porterà alla Pace e alla Luce di Dio, perché la fine del calvario è vicina e parteciperete con Me nel Santo Tavolo del Ritorno di Cristo, in cui insieme agli Angeli, Santi e Beati godrete eternamente della Presenza del Signore. 

Che suonino i Campanili del Cosmo. Che si aprano le porte e le dimensioni in questo stesso momento affinché, tramite San Michele Arcangelo, San Gabriele Arcangelo e San Raffaele Arcangelo, le anime ricevano nel più profondo del loro essere i Miei impulsi di cristificazione e santità, per la vittoria e il trionfo del Mio Cuore nei secoli dei secoli. Amen.  

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:

Turibolo.

Cristo sta chiedendo alle sorelle di pregare il Padre Nostro in amarico, come offerta per l'importante compito che avrà in Africa, attraverso questa Opera, in alcuni paesi di quel continente e affinché molte altre nazioni africane possano ricevere i codici rigeneratori dell'Amore e del Perdono. 

Tramite queste coscienze, il vostro Maestro e Signore benedice tutti gli esiliati e i rifugiati del mondo, soprattutto coloro che scappano dalla guerra, dal pericolo e dalle avversità affinché, in Nome Mio e per il Mio Nome, ricostruiscano le proprie vite e le proprie famiglie per sempre. Amen.

"Adonai, Padre Amato,
che ascolti nel Tuo silenzio 
la voce dei Tuoi figli che si rivolgono a Te,
santifica questo altare e tutti gli elementi
che saranno offerti in questi giorni 
per ricordare la Passione del Vostro Maestro e Signore,
per la Redenzione e la Pace di tutto il genere umano.

Che vengano chiuse le porte al male.
Che vengano aperte le porte della Luce
affinché gli angeli discendano 
e, in questo momento, concedano a tutte le coscienze
la Vita Eterna".

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:
Acqua.

"Santissimo Padre dell'Universo, 
Tu che hai il potere di resuscitare tutta la vita,
Tu che hai il potere di  guarire tutti i cuori, 
Tu che hai il potere di  risollevare tutte le Tue Creature,
tramite l'acqua che Tu hai creato 
a immagine e somiglianza dei Tuoi figli,  
benedici il mondo intero, 
benedici tutti coloro che ascoltano 
e, specialmente, benedici, Signore,
tutti coloro che scappano dalle guerre cercando la pace,
affinché coloro che si rifugeranno nel Tuo Cuore, 
gli umili e i semplici rifugiati,
siano riconosciuti, onorati, rispettati ed amati, 
come Tu li ami Signore,
Perché Io Ti ho promesso, Padre Eterno,
innanzitutto di ritornare per tutti loro, 
affinché siano partecipi con Me del giubilo della Nuova Terra ".

Mi ascoltano.Mi raccolgo nei cuori che Mi ascoltano.

Trovo sollievo nei cuori che Mi abbracciano.

Gioisco nei cuori che Mi ricevono.

Riposo nei cuori che si aprono.

E così, santifico tutto ciò che tocco, per glorificare il Signore, il Dio dell'Universo.

E' così che Io vi preparo per i prossimi tempi, affinché insieme a Me costruiate le basi della redenzione per il bene del mondo, per la pace dell'umanità.

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús: 

In questo momento, celebreremo la Santa Eucarestia in presenza di Nostro Signore Gesù Cristo e, in questo primo giorno della Settimana Santo, celebreremo questo momento su richiesta di Cristo per tutti i rifugiati; affinché, su richiesta di Cristo, siano ascoltati, accolti ed amati come parte dell'umanità viva. E Cristo invita le sorelle dell'Etiopia ad accompagnarci in questa celebrazione. Prepariamoci per questo esercizio. 

"Padre, glorifica tutto ciò che hai creato, 
unifica tutto ciò che hai costruito 
 e accetta questa offerta dell'altare, 
affinché, Tu, Padre 
sia glorificato, adorato e onorato, 
per i tempi che verranno, 
tramite i cuori umili e semplici
che Ti rendono vivo e Ti adorano".

Alle porte della Nuova Gerusalemme, davanti agli Angeli e agli Arcangeli, davanti a tutti gli esseri di buona volontà che in questo momento siano riuniti dal Mio Amore in questa Settimana Santa, offro nuovamente lo stesso sacrificio che una volta ho offerto per voi. 

Come quel momento che ho condiviso con i Miei apostoli, oggi lo condivido di nuovo con voi, prendendo il pane e offrendolo al Padre perché sia trasformato nel Mio Corpo. Così Mi divido nuovamente e Mi condivido nuovamente con tutti i Miei, dicendo loro: "Prendete e mangiate, perché questo è il Mio Corpo, che sarà donato per gli uomini per il perdono dei peccati".

Ti glorifichiamo, Signore, e Ti benediciamo. 
Ti glorifichiamo, Signore, e Ti benediciamo. 
Ti glorifichiamo, Signore, e Ti benediciamo. 
Amen.

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:

Adoriamo il Corpo di Cristo, per la redenzione di tutto il genere umano, affinché si stabiliscano i Mille Anni di Pace. 

 Nello stesso modo, prima di terminare la Cena, riprendo il Calice tra le Mie Mani e lo offro al Padre perché diventi il Mio Prezioso e Divino Sangue. E' così che lo offro nuovamente ai Miei compagni dicendo loro: "Prendete e bevete, perché questo è il Calice del Mio Sangue, il Sangue della Nuova ed Eterna Alleanza, che è sparso dal vostro Redentore per la remissione di tutti i peccati. Fate questo in memoria di Me, perché Io sto ritornando".

Ti glorifichiamo, Signore, e Ti benediciamo. 
Ti glorifichiamo, Signore, e Ti benediciamo. 
Ti glorifichiamo, Signore, e Ti benediciamo. 
Amen.

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:

Adoriamo il Prezioso Sangue dell'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo, ci libera e ci concede la Pace.  

Che la Pace di Cristo discenda sulla Terra, e con un gesto di riverenza diamo la pace ai nostri fratelli. 

In questa Settimana Santa, voglio vedervi e sentirvi con la stessa fede e convinzione del centurione e desidero che ripetiate davanti a me, con devozione e fervore, questa semplice ma profonda preghiera:  

Signore,
non sono degno che tu entri nella mia casa, ma una Tua parola basterà per guarirmi.

Amen.
(tre volte)

Ecco il Corpo e il Sangue di Cristo, gioite Miei compagni perché vi ho promesso la riconciliazione e la vita.

Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús:

Così, annunciamo in nome del Signore la Comunione Spirituale di tutti coloro che si uniscono nell'Amore di Gesù, che si trovano nel mondo intero. 

Su richiesta di Nostro Signore Gesù Cristo, accompagniamo dal vivo questo momento di Comunione di tutti i presenti, affinché ognuno dei presenti, tramite questo momento di Comunione con Cristo, realizzi la propria offerta per questa Settimana Santa.

Come un solo cuore e una sola voce, mentre i fratelli sacerdoti si preparano a distribuire la Comunione, cantiamo una canzone che Lui ci ha chiesto, la canzone del Centurione: "Signore non sono degno".

Voglio trasformare i vostri cuori in sacrari vivi del Mio Amore, perché il Mio fine è che siate strumenti del Padre Mio, affinché Io possa guarire la Terra e rinnovare così il pianeta. Questa è la Mia aspirazione per ognuno di voi.

Vi ringrazio per avermi risposto, e che in questa Settimana Santa le vostre essenze ricevano i Codici della Mia Passione per la Redenzione di tutto il genere umano. 

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Potete andare in pace.

Maratona della Divina Misericordia
MESSAGGIO STRAORDINARIO DI CRISTO GESÙ GLORIFICATO, TRASMESSO A MONTSERRAT, BARCELONA, ESPAÑA, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, PER LA 101a. MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

Mio Dio, 
io credo in Te,
io Ti adoro, io Ti spero ed io Ti amo;
e Ti chiedo perdono per quelli che non credono in Te,
non Ti adorano, non Ti sperano e non Ti amano.

Amen.
(tre volte)

 

Oggi, davanti alla maestà ed alla sovranità di queste montagne, Io vi saluto tutti.

Ecco il Risuscitato, ecco chi diede la vita per voi e continua a donarla in questo tempo, per un solo fine: la redenzione e la conversione dell'umanità, al di là delle credenze, al di là delle religioni, al di là dei dogmi, delle idee o dell'ateismo.

Io Sono il Risuscitato e Mi presento, ancora una volta davanti al mondo, per annunciarvi il Mio Messaggio di Pace e della fine della guerra. Affinché questo succeda, tutte le anime e coscienze devono arrendersi a Me. Questo permetterà, davanti al Padre Celeste, che l'umanità si salvi completamente e che non si perdano aree di questo pianeta per ignoranza e per malvagità.

Ecco il Risuscitato, Quello che risuscitò il terzo giorno dai morti, che salì ai Cieli, che ritornerà in Gloria con tutte le Coscienze e Gerarchie per ristabilire in questo mondo il Governo del pianeta, il vero Governo dell'umanità, un Governo Spirituale che non è mai stato seminato nella coscienza né nella vita esterna.

Per questo, quando il Resuscitato ritornerà nel mondo, non solo verrà in Gloria, ma anche in splendore per annunciare a tutti l'arrivo del Nuovo Tempo, l'arrivo della Nuova Terra, dopo che questa Terra sarà purificata come ora si purifica, dopo che questa Terra e questa umanità avranno compreso, una volta per tutte, che devono volgersi verso Dio, perché senza Dio l'umanità è nulla, è un'umanità morta, fragile e povera.

Attraverso le Mie Parole, Io vengo a portarvi le ricchezze dell'universo, il Verbo di Dio che può farSi carne in voi attraverso gli esempi, la carità ed il bene, che è ciò che manca a tutta l'umanità, che è ciò che manca alla razza umana; gli manca vivere il bene e la carità per poter incontrare in sé stessa la Misericordia di cui necessita per poter redimersi e salvarsi, affinché questo pianeta come coscienza spirituale diventi riscattabile.

Io vengo dall'alto di queste maestose e sovrane montagne di Montserrat per annunciare al mondo che il tempo del Mio Ritorno sta arrivando, e che ogni giorno che passa quel Ritorno diventa più vicino, più prossimo a tutti.

Continuate ad elevare al Cielo le vostre preghiere e suppliche per quelli che non lo fanno, per quelli che non lo vivono, per quelli che negano Dio e non rispettano le Leggi Universali. Se questo continua a succedere così, il mondo entrerà in un caos maggiore.

Siate intelligenti e non permettete che il Mio avversario avanzi su questa umanità, siate pacificatori, siate misericordiosi, siate rappresentanti di Cristo sulla Terra attraverso la vostra trasformazione e la trasformazione delle vostre coscienze. In questo modo, darete una testimonianza viva e non passeggera, darete una testimonianza vera e non una testimonianza povera.

Per questa ragione, Io Sono qui per rendervi coraggiosi e perseveranti; affinché, attraverso il Mio Cuore, il Cuore del Risuscitato, voi incontriate la vita, ed anche i vostri fratelli rincontrino la vita che hanno perso, la vita che Io chiamo vita spirituale.

Nel frattempo, vorrei dirvi che le Gerarchie che oggi Mi accompagnano, le Sagge Gerarchie dell'universo, lavorano instancabilmente in questo momento planetario, specialmente per quelli che sono colpiti dalle guerre e dai conflitti, specialmente per quelli che continuano ad essere scartati, schiavizzati e martirizzati dai loro fratelli dell'umanità.

Verrà il momento in cui, quando il Figlio di Dio ritornerà, Egli stesso nella Sua Sovrana Presenza affronterà quelle coscienze che Lo hanno negato, specialmente quelle che dirigono i governi di questo mondo, che saranno faccia a faccia davanti al Re ed al Figlio di Dio.

Però non verrò ad imporre una legge neanche un castigo, verrò a dimostrarvi ancora di più l'universo infinito del Mio Amore, al quale vi invito a continuare a conoscere ed a penetrare attraverso la coscienza e gli atti d'amore. In questo modo, non sarete solo i Miei servitori, sarete le coscienze misericordiose di Dio che attireranno verso la Terra le Leggi Divine, che fino ai giorni d'oggi l'umanità non compie né vive.

L'assenza delle Leggi Superiori, in questa umanità, genera il caos che oggi sta vivendo e attira moltissima disuguaglianza ed indifferenza attraverso quelli che solo si riempiono le tasche di ricchezze e non le condividono con i più poveri e scartati.

Per questo, il Mio Messaggio viene per i più semplici di cuore, i più puri di intenzione, per i più umili.

Io non vengo a cercare quelli che sono perfetti, intelligenti o astuti; vengo a cercare quelli che si considerano peccatori, quelli che necessitano della Fiamma dell'Amore del Mio Cuore per poter redimersi e per poter andare avanti su questo cammino che Io offro loro verso il Mio Padre Celeste.

Nel frattempo, il Padre Eterno ha le Sue Braccia aperte, però il Suo Cuore pieno di frecce, per l'odio, per i conflitti, per le guerre, per le indifferenze e, principalmente, per la mancanza d'amore e di fraternità nella coscienza umana.

So che la Mia Presenza Spirituale e Divina, in questo momento precedente al Mio Ritorno, risveglia e attiva molti Cristi Interni che non vivono alcuna religione, che non vivono alcun dogma nemmeno praticano alcuna filosofia, ma che, attraverso il servizio, i loro cuori si riempiono di pace, di gioia e di gioia nel servire agli altri.

È lì, dove anche il Mio Amore Redentore e Misericordioso agisce profondamente, negli abissi più difficili del pianeta, negli inferni delle coscienze delle nazioni, dove si pratica solo la violenza, l'odio e la malvagità.

Anche se tutto sembra distrutto in alcune nazioni del mondo, Io prometto di sollevarle di nuovo, affinché siano il vero Regno di Dio che sono venute a compiere in questo mondo e che, per differenti motivi, i vostri fratelli dell'umanità hanno impedito questo, il Mio Progetto, per le nazioni.

Io farò fiorire nei cuori nuovi tesori. Io farò fiorire nei cuori nuove esperienze. E tutti quelli che hanno creduto in Me, potranno ricevere gli impulsi del Mio Amore, quelli che porteranno saggezza e discernimento per questi tempi di transizione.

In questo modo, voi non solo sarete preparati, ma anche, attraverso i vostri esempi di servizio e di amore, preparerete i vostri fratelli, specialmente quelli che non hanno coscienza della spiritualità e della Vita Maggiore.

Per questa ragione, oggi vengo specialmente a Montserrat, affinché la coscienza si elevi verso Dio, affinché la razza umana si rivolga verso l'universo, contempli il firmamento stellato di questa Creazione e ricordi che c'è un luogo molto speciale per ogni coscienza, per ogni anima e per ogni essere, che è la sua origine.

Se le anime si rivolgeranno verso la loro origine, i loro spiriti ritorneranno verso le loro origini primordiali. In questo modo, lo spirito del governo di questa umanità e di questo pianeta si ricostruirà, quando tutto sarà stato purificato.

Molti si chiedono sui piani interni: quanto tempo ci vuole affinché il Redentore ritorni?

Oggi, vi dico di nuovo che non ci vorrà molto tempo; però fino a quando Io non riuscirò a ritornare nei vostri cuori, fino a quando voi non Mi consegnerete completamente le vostre vite e non resisterete ad alcun aspetto interiore, Io non potrò ritornare.

È in questo modo, che necessito giustificare davanti al Padre Eterno quel grande movimento universale. Siate coscienti di questo momento, perché non c'è più tempo.

Le Mie Labbra pronunciano le Parole della Volontà di Dio a tutte le coscienze.

Il Mio Cuore irradia gli impulsi della Fonte Divina in questo momento, davanti a questa situazione del pianeta e dell'umanità.

Mentre Sono qui, stabilizzo i piani della coscienza per tutti quelli che necessitano della pace, per tutti quelli che scappano dalla guerra, dalla persecuzione e dalla morte; perché il vostro Maestro e Signore sa cos'è morire in solitudine. Egli lo visse sulla Croce in propria carne, in ogni minuto e in ogni secondo del Calvario.

Però, in quella solitudine che oggi molte coscienze vivono nel mondo per differenti motivi, per povertà, per scarto, per disuguaglianza, per indifferenza, per miseria, per infermità o persino per malvagità, incontrano una fortezza interiore attraverso la Mia Presenza, quando pensano solo a Me.

È così che Io vi faccio camminare al di là di ciò che credete di poter fare, superando i vostri limiti, i vostri deserti e persino le vostre difficoltà. L'Amore di Dio è capace di andare più lontano, e vi darò un esempio affinché lo comprendiate: in questo momento, di sofferenza e di oscurità per l'Ucraina, il vostro Maestro e Signore Ha proposto un aiuto speciale a tutte le essenze che attraversano quel momento, mediante un servizio umanitario semplice, preciso, però profondo perché significa portare la Luce di Cristo verso quei luoghi dove più si necessita.

Allo stesso modo, la Mia aspirazione per l'Africa è latente.

Non solo l'Europa, ma anche il mondo intero, tutti quelli che ascoltano la Mia Voce e credono nel Mio Messaggio devono tenere presenti queste due aspirazioni del loro Maestro e Signore, perché da quei compiti, da quegli avvenimenti, dipenderà o meno il maggior sollievo dell'umanità.

Voglio che in questa prossima Maratona vi sentiate già i Miei apostoli, e non che aspiriate ad essere i Miei apostoli.

Il mondo necessita di apostolato, non di un apostolato di evangelizzazione, ma di un apostolato di servizio, di amore, di carità e persino di redenzione; di portare la pace dove non esiste, di trasmutare la malvagità dove sia presente per mezzo del silenzio e della preghiera, dell'elevazione delle coscienze.

Così, apprenderete a fare la stessa cosa che Io feci per voi, quando ero sulla Terra. In questo modo, Io conterò su coscienze che amano la Legge della Trasmutazione e che non la sfuggono, perché questo è il tempo di fare qualcosa per gli altri.

Che questa Maratona sia già una conferma da parte di ogni servitore affinché, nel prossimo incontro con Me o fino alla prossima Sacra Settimana, possa già designare le necessità del Piano che Ho previsto per il mondo; cioè, collocare le coscienze al servizio in Africa, in Medio Oriente e in Europa, così come anche in altri luoghi del mondo.

Però affinché questo sia reale, voi dovete amare le Mie aspirazioni e dovete volerle vivere, concretizzare e persino realizzare; perché voi sapete che Io posso fare molte cose, però ora Mi rassegno davanti a voi, affinché voi possiate fare più di quanto Io feci tanto tempo fa.

Dovete essere generatori della speranza per il mondo, di una speranza che è stata condizionata, di una speranza che è stata mutata dai progetti contrari dell'umanità. Dovete far ricordare al mondo che Dio gli Ha dato la vita, e che la vita è la cosa più preziosa che il Padre gli consegnò.

Il mondo non vuole più rispettare la vita. Il mondo vuole abortire la vita e non sa con cosa si collega quando fa quel movimento. Se una vita sta per sorgere, quella vita deve essere rispettata ed amata, così come voi siete stati amati e rispettati fin dalla vostra nascita.

Se Io non fossi nato in un povero presepe di Betlemme, il mondo non avrebbe compreso il Proposito di Dio. Se Io non avessi predicato, il mondo non avrebbe compreso le Parabole. Se Io non fossi morto sulla Croce, il mondo non Mi avrebbe adorato come il Primogenito.

Perché, ricordate che Io Sono un Ponte verso Dio. Sono il Grande Specchio della Misericordia Divina, che ogni volta che Si presenta, Si progetta e Si refratta nel mondo intero, in tutte le anime, sotto qualsiasi condizione o situazione.

È arrivata l'ora degli apostoli confermati. È arrivata l'ora di lasciare di avere il cuore tepio, di avere i piedi in due cammini, in due sentieri; perché vi dico di nuovo, come vi Ho detto una volta, che Io Sono il Cammino, la Verità e la Vita.

Vi ringrazio per pregare alla Mia Madre Celeste, perché come una Grande Operaia di Dio, lavora per la pace in Europa Orientale, insieme a tutte le coscienze angeliche.

Continuiamo a creare i ponti verso l'universo, continuiamo ad aprire le porte corrette e a chiudere le porte incerte, perché il male si vince con l'Amore.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

APPARIZIONE DELLA VERGINE MARIA, A NAZARÉ, PORTOGALLO, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS

Figlio Mio e figlia Mia, le Mie care anime della Terra:

La Madre di Dio si avvicina a voi per consolarvi e per fortificarvi affinché, in questo tempo, gli apostoli di Cristo, che si stanno purificando e trasformando, continuino ad avere l'impeto di dire sì a Mio Figlio Gesù, il Cristo.

In questo giorno, sono sugli oceani di questo amato e agonizzante pianeta, per dire all'umanità:

Basta! Non danneggiate più la natura.

Basta! Non strumentalizzate più gli esseri umani come se fossero armi nelle mani di coloro che fanno le guerre. 

Basta! Non promuovete più l'aborto e la perdita di centinaia di piccole e innocenti vite.

Basta! Non scartate più i vostri fratelli dell'umanità.

Basta! Non deforestate più, non inquinate più la Terra, non intossicate più i vostri propri alimenti.

Basta! Non dividete più le famiglie, non dissolvete più l'amore dai vostri cuori, non praticate più il male.

Basta! Non gratificate più i vostri gusti, non trafficate più gli esseri umani, non vendete più gli animali, non li sacrificate più.

Basta! Non generate più caos, non siate più indifferenti, non vi allontanate più dall'Amore di Dio.

Vi dico basta!, affinché possiate ascoltarMi, perché ci sono ancora cuori molto chiusi, però ci sono anche cuori danneggiati.

Figli, prego per il pianeta e prego per voi; sembra che non sia più sufficiente parlare, però come una buona Madre non Mi stancherò, e con tutti i Miei angeli lavorerò per chiudere le porte al male.

Miei amati, vedo, in questo momento, le difficili prove che il mondo affronta e specialmente alcuni popoli dell'Africa e del Medio Oriente, che sono stigmatizzati dai loro stessi fratelli dell'umanità; qualcosa che non permette loro di andare avanti e di ricostruire le loro vite. Però vedo anche la violenza e l'aggressione che oggi si vive in tutta la società, attitudini che fecero perdere i valori non solo della fede, ma anche del rispetto mutuo.

Ogni giorno, chiedo agli angeli del Signore di riempire con la loro Luce gli spazi più oscuri di questo mondo, affinché le anime dispongano di un aiuto interiore per poter rifare le loro vite interne ed esterne.

In questo tempo, la famiglia è il fuoco della divisione e dell'odio, perché sciogliendosi l'amore in molte famiglie, il Mio avversario le manipola e le ferisce di pari passo.

Perciò, Miei amati, dobbiamo unirci ogni giorno di più alla preghiera del cuore e pregare per coloro che non hanno la Grazia di percepire la realtà, per aver venduto le loro anime all'inferno.

Prego anche per tutto questo. Però prego anche perché l'umanità non continui a condannare se stessa fino al punto che la violenza e la morte sembrino normali.

Attraverso tutti i Miei Specchi, ogni giorno nel Cielo e sulla Terra, trasmuto i grandi impatti contrari alla Legge, quelli che abbracciano improvvisamente centinaia di anime nel mondo, non lasciandole scappare al terrore spirituale e alla persecuzione mentale.

Però uniti a Me, figli amati, vinceremo questa battaglia spirituale e fisica; non con armi, non con aggressioni, non con reclami neanche con conflitti né alzando la voce. Risolveremo questa situazione planetaria con neutralità, pacificazione, amore e fede. Questo, prima o poi, disattiverà i grandi trucchi del Mio nemico, perché egli non avrà né spazio né luogo per seminare la divisione.

Figli, siate ottimisti, non siate pessimisti, attirate nei vostri cuori l'Amore di Dio, perché il Suo Regno si avvicina affinché le coscienze siano liberate dall'oppressione e dalla prigione spirituale. 

Non perdete la fede, non mescolatevi con le critiche, con i commenti, con l'usura inutile del verbo. Siate intelligenti e promuovete la cultura dell'inclusione e non la cultura dello scarto.

È molto necessario che, in questo momento, vi riconoscete come fratelli, che non chiudete più i vostri cuori per niente, e che, nonostante tutto, confidate nell'Amore di Mio Figlio, perché il Suo Amore sempre vi libererà.

Se l'umanità intera pone l'attenzione su tutto ciò che vi dico, non sarà più necessario sentire il peso della croce; però, soprattutto, non sentire più il peso degli assedi.

Aggrappatevi al Mio Mantello, avvicinatevi a Me, perché il Mio Cuore Immacolato vi proteggerà.

Abbandonatevi nel Signore, perché in Lui sta l'uscita, il superamento di qualsiasi situazione e la risposta davanti a qualsiasi prova.

Figli, torno a benedirvi, torno ad affidarvi il Mio Amore di Madre.

Io sono qui, non dimenticatevi di Me.

Vi ringrazio per rispondere alla Mia chiamata!

Vi benedice,

Vostra Madre, la Vergine Maria, Rosa della Pace.

MESSAGGIO STRAORDINARIO DI CRISTO GESÙ GLORIFICATO, TRASMESSO A FÁTIMA, PORTOGALLO, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, PER LA 95.º MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Con campane di gioia, sono stato accolto in Europa, perché è giunto il momento di radunare nuovamente i Miei discepoli. Coloro che sono stati con Me in passato, che hanno fatto parte del Mio viaggio sulla Terra, che hanno vissuto la Mia Parola, che hanno praticato i Miei Comandamenti, che hanno dato la loro vita al servizio degli altri.

Vengo, oggi, qui, in Europa e nel mondo intero, affinché ogni coscienza si guardi dentro e, attraverso il suo interno e non nella sua mente, possa sentire e capire come è realmente questo mondo, un pianeta nel caos, nella confusione e nella sofferenza.

Ma non vengo qui per ripetervi tutte queste cose, perché so che già le conoscete. Quello che dovete sapere, compagni, è che è tempo di trovare una soluzione.

Non sarà una soluzione esterna, ma una soluzione interna, una convinzione profonda e vera che dovete essere definitivamente uniti a Dio.

Così, permetterete che il Mio Sacerdozio siderale si realizzi su questo pianeta attraverso tutti coloro che Mi servono in questo lignaggio, in questo ufficio, in questo sacro compito.

Ho bisogno che vi guardate dentro, non per vedere l'imperfezione delle cose, ma per riconoscere la Grazia di Dio, la Grazia che vi guida e vi sostiene fino ai tempi presenti.

In questo modo, tutte le avversità, che vi stanno intorno, diventeranno piccole; perché un vero discepolo è forgiato attraverso sfide, obiettivi, l'adempimento del sacro Proposito.

Ho bisogno che l'Europa si svegli dal sonno del suo conforto e viva l'azione immediata di questi tempi, il servizio che coprirà e fornirà i bisogni delle nazioni, specialmente le nazioni più povere come quelle dell'Africa.

In questo modo, con la vostra disponibilità e dedizione, con la vostra vera donazione, incoraggerete anche altre anime a fare lo stesso esercizio, affinché questo debito che ha l'Europa, specialmente con il Sudamerica, possa essere saldato una volta per tutte; e non ci sono più sequele, ferite o segni che ricordano ai vostri fratelli tutto quello che voi avete fatto in altri tempi.

Attraverso il Santuario del Regno di Lys, vengo a concedervi l'opportunità del perdono affinché possiate raggiungere l'opportunità della redenzione.

Quindi, con coraggio e determinazione, preparatevi. L'emergenza tenderà solo ad aumentare, la domanda tenderà solo a crescere. È il momento di forgiare il vero discepolo, l'anima donata che si sacrificherà per Me. In questo modo non avrò impedimenti ad intercedere per voi e per le vostre nazioni.

Dal cuore dell'Europa deve nascere il cambiamento di coscienza; di una coscienza oblativa, incondizionata, disponibile, matura, saggia e dedita; di una coscienza capace di forgiare carità, bene, pace, fratellanza e cooperazione; e non la sottomissione dei paesi più poveri.

Siete tutti responsabili di ciò che sta accadendo nel mondo di oggi, ciascuno nella sua classe, ciascuno nella sua scuola. Ma il destino è uno solo, la strada è una sola, la verità è una sola ed è quello che vi porto oggi per aprire i vostri occhi, gli occhi della coscienza, affinché il vostro cuore senta tutto ciò che vi dico. Potrò così depositare in voi i Miei Piani, nella fiducia e fedeltà, nella prontezza e nella risposta, qualcosa che deve nascere da voi affinché la Gerarchia possa intervenire ed aiutare.

Attraverso le Mie Mani illumino i Piani di Mio Padre e li presento a tutta l'Europa e al mondo intero.

Abbiamo scelto di tornare qui, anche se in altre parti del mondo ci sono maggiori necessità, perché se il cambiamento non avviene dalla radice della coscienza in questo luogo, non ci sarà cambiamento nel resto dell'umanità. Con questo potrete capire, compagni, dove tutto ha avuto inizio, dove ha avuto origine la deviazione.

Attraverso l'Amore, vengo a depositare la Mia Luce e la Mia Sapienza, affinché i Nuovi Cristi si sveglino e si preparino a servire.

L'unità tra i gruppi di preghiera e i pellegrini d'Europa sarà sempre molto importante. Ora che le conseguenze e il caos li hanno separati l'uno dall'altro, devono essere più uniti che mai; ma uniti dal cuore, davvero, da un profondo sentimento di fratellanza verso i propri simili. Così terranno aperte le porte alla Mia Misericordia e l'Europa non sarà così colpita da tutto ciò che non ha fatto bene.

Sapete, compagni, che si apre la porta della Giustizia Divina. Voglio, attraverso i vostri sacrifici, consegne e rassegnazioni, tenere quella porta in modo che non si possa aprire e così l'affluente della Misericordia del Mio Cuore possa riversarsi sull'Europa e sul mondo intero, come fu un tempo in Polonia quando Ho rivelato al mondo la Mia Divina e Insondabile Misericordia.

Voglio che le vostre anime siano vittime del Mio Amore, voglio che le vostre anime giustifichino gli errori che il mondo fa, giorno per giorno; perché l'equilibrio di questo pianeta è sbilanciato, scompensato e squilibrato.

Voi dovete essere pezzi preziosi nelle Mie Mani, dovete essere strumenti attraverso i quali Io possa promuovere la pace e la realizzazione del Piano. In questo modo compagni, tanti, ma tanti, smetteranno di soffrire e patire.

Possano le vostre nazioni europee essere rifugio e accoglimento per i profughi, perché Io sono Colui che bussa alla porta delle vostre nazioni, dei vostri governi e delle vostre case, perché mi possiate accogliere.

Molte volte ho camminato sul suolo di questo continente, l'Europa. Molte volte sono stato rifiutato nel bambino, nella madre sofferente, nel vecchio malato, in coloro che non sono accolti perché stranieri.

Ora che avete una maggiore consapevolezza, attraverso l'impulso del Mio Amore, vi invito a rinnovarvi con coraggio e non con sensi di colpa. Vi invito a provare la gioia di poter fare le cose giuste e smettere di fare le cose sbagliate; ciò che non appartiene alla Legge o al Piano, ciò che non appartiene alla fraternità o alla fratellanza.

Che i vostri cuori siano sensibilizzati, che le vostre menti si calmino, che i vostri spiriti si aprano per essere depositari dei Miei Progetti per questo importantissimo ciclo in Europa.

In questo modo molti centri interni gioveranno alla coscienza di questo continente e del mondo intero, perché con la conseguenza dei Miei discepoli l'intervento sarà più profondo e immediato.

Vengo a portarvi un Messaggio di consapevolezza e non un Messaggio di punizione. Vengo a parlarvi in tempo, prima che il tempo scada. La Fratellanza di questa regione del pianeta attende il vostro sì.

Per questo è importante che le forme e anche le procedure cambino. Seguire e accompagnare la Gerarchia non è solo essere uniti a Lei. Seguire e accompagnare la Gerarchia è vivere la Gerarchia, è rispondere ad essa, è agire.

Ho portato qui, in Europa, una parte del gruppo dell'Ordine della Grazia Misericordia che era in Sud America perché si sentissero sostenuti; affinché sappiano che i Nostri Sacri Cuori, con predilezione, saranno nel Regno di Fatima e, essendo nel Regno di Fatima, saranno con tutta l'Europa, accompagnando tutti i bisogni, le situazioni, le intenzioni e le suppliche, anche nel Lontano Est.

Per questo, devono prepararsi per l'ultimo ciclo della fine dei tempi; questo è il momento e questa è l'ora.

Vi apro la porta del Mio Cuore affinché voi possiate entrare nel Tempio del Mio Spirito e comunicare con la Sorgente della Mia Sapienza e del Mio Amore.

Vengo per farvi coraggio. Vengo per incoraggiarvi a vivere il fuoco della determinazione, affinché ciò che deve essere costruito possa essere costruito una volta per tutte.

Vengo a portare la Mia benedizione in Europa, perché il Mio Cuore ama questo continente, che ha radici e tradizioni così preziose da essere andate perdute dalla modernità.

Gli europei sono un popolo lavoratore, e questo è stato condiviso e trasmesso ai loro discendenti, a molti dei loro discendenti che si trovano in Sud America e in altre parti del mondo. Che questo spirito di lavoro possa continuare a favorire la realizzazione del Piano.

Pertanto, vengo a lasciarvi questo Messaggio per questa nuova Maratona, affinché sappiate che sono qui, sotto lo Spirito incondizionato di Mio Padre, che è vostro Padre, Padre Nostro che è nei Cieli.

Vengo in questo Santuario interiore per celebrare questa Comunione rinnovatrice, questa Comunione nella quale potrete confermare i vostri voti affinché si realizzi il Mio Progetto d'Amore e di Redenzione.

Celebrate questo momento per coloro che non possono celebrarlo. Lodate questo momento per coloro che non possono lodarlo per essere nel silenzio della sottomissione e della schiavitù, dell'esilio e della guerra, dell'annientamento e del caos.

Riconoscete che non siete soli e che, mentre la Mia Mano si protende fino a voi, il Mio Cuore si espande al mondo in modo che tutti possano essere sotto i Raggi della Mia Pace.

Offrite questa Maratona della Divina Misericordia per tutti i Progetti del vostro Maestro e Signore per l'Europa, l'Africa e il Medio Oriente.

Sì o sì, ora l'Opera deve espandersi, non solo l'Opera della Mia Misericordia, ma l'Opera delle missioni umanitarie, perché il Mio Amore deve continuare ad alleviare le sofferenze degli innocenti.

Vi dono la Mia Pace e vi chiedo di andare nella Mia Pace, confidando che verrà un nuovo tempo. Questo è il tempo in arrivo del Regno dei Cieli, della Nuova Umanità, dei mille anni di pace.

Vi benedico, sotto il Mio Sacerdozio spirituale, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Pagine

Chi siamo

Associazione Maria
Fondata nel dicembre 2012, su richiesta della Vergine Maria, l'Associazione Maria, Madre della Divina Concezione è un'associazione religiosa, senza legami con alcuna religione istituita, di carattere filosofico-spirituale, ecumenico, umanitario, caritativo, culturale, che supporta tutte le attività indicate attraverso l'Istruzione trasmessa da Cristo Gesù, la Vergine Maria e San Giuseppe.

Contatto