Messaggi settimanali
Messaggio settimanale ricevuto a Fatima, Portogallo, trasmesso dalla Vergine Maria, Rosa della Pace, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesú

Cari figli:

In questo amato giorno, nel quale ancora una volta discende la Luce e la Misericordia di Mio Figlio, Io vi invito a rinnovarvi nel Sacramento della Riconciliazione; affinché tutti i figli, che non si riconciliano ne chiedono perdono, abbiano la Grazia di risvegliarsi al vero pentimento e penitenza.

In questo modo, amati figli, esisteranno meritate ragioni perché l'umanità sia assolta da tutte le sue colpe, da tutti gli errori commessi.

Che, con la forza e la potenza della preghiera misericordiosa, i Miei eserciti oranti non si stanchino mai di chiedere Pietà e Misericordia; perché la maggioranza, che non chiede Pietà né Misericordia, finisce per condannarsi alla perdizione spirituale. 

Desidero che tutti gli oranti della Terra si aggrappino e si uniscano continuamente alla potenza della Misericordia di Mio Figlio. Così, non solo saranno uniti al Cuore redentore di Cristo, ma manterranno anche le porte aperte dei Cieli affinché i santi angeli del Signore intervengano in tutte le cause che sembrano impossibili.

Cari figli, continuate a costruire, dentro di voi, la fortezza della preghiera del cuore. Vi chiedo, qualunque cosa accada, di non smettere di pregare.

Che il cuore specchio di ogni figlio Mio, rifletta nel mondo l'amore e la pace necessari per questi tempi di tribolazione.

Vi ringrazio per rispondere alla Mia chiamata!

Vi benedice,

Vostra Madre, la Vergine Maria, Rosa della Pace.

Messaggi speciali
MESSAGGIO STRAORDINARIO DI CRISTO GESÙ GLORIFICATO, TRASMESSO NEL CENTRO MARIANO DI FIGUEIRA, MINAS GERAIS, BRASILE, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, PER LA MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo,
che per la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
Amen.
(tre volte)

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Nel Mio Cuore pesa la realtà del mondo, la situazione delle nazioni, la condizione nella quale s'incontra l'umanità.

Nel Mio Cuore pesono le dificoltà di tutti i cristiani, i problemi gravi dei più indigenti, la solitudine dei moribondi.

Nel Mio Cuore pesa la situazione di questa pandemia, che è la prima prova cruciale dell'umanità, in questo tempo di transizione planetaria.

Nel Mio Cuore pesa l'avversità, in cui molti sono immersi, e da quella avversità non possono uscire.

Nel Mio Cuore pesano quelli che sono indiferenti, quelli che omettono la Chiamata di Dio e, sopra tutto, quelli che una volta l'anno ricevuta e fino ad oggi la rifiutono

Molte cose pesano sul Mio Cuore, che oggi condivido con voi, che oggi vi rivelo, non perché voi sentiate il Mio pensare, ma piuttosto perché mi aiutate a trasmutare queste situazioni del mondo.

Vengo alla ricerca di coloro che ancora non credono in Me e che non Mi hanno permesso di entrare nei loro cuori.

Vengo per chi è ancora tiepido e non sa decidere.

Vengo per quelli che non hanno ancora messo piede sul Mio Sentiero e non hanno osato trovarMi.

Ciò che allevia il dolore del Mio Cuore è un'opera buona, conseguenza degli apostoli degli ultimi tempi, la vita sacramentale, il vivere il Vangelo attraverso gli esempi quotidiani della vita, la pratica incessante dei Comandamenti, la fede dei cristiani e credenti, la solidarietà di chi guarda al sofferente e lo aiuta.

Coloro che alleviano il Mio Cuore, sono anche coloro che si consacrano e non retrocedono, quelli che si mantengono uniti a Me nonostate le circostanze.

Coloro che alleviano il Mio Cuore sono coloro che non dubitano o diffidano più; coloro che realizzano, passo dopo passo, ciò che chiedo loro.

Coloro che alleviano il Mio Cuore sono coloro che osano vivere la loro purificazione; quelli che non si chiudono nei propri problemi; quelli che non compromettono il Piano di Mio Padre; coloro che comprendono, al di là di sé stessi, la realtà.

Coloro che alleviano il Mio Cuore sono coloro che servono instancabilmente; quelli che sono disponibili in qualsiasi  ora e in qualsiasi momento; quelli che capiscono, al di là delle loro idee e sentire, la verità.

Quelli che fanno soffrire il Mio Cuore sono quelli che promuovono le guerre, quelli che istigano le crisi umanitarie, quelli che promuovono lo spostamento dei rifugiati.

Quelli che fanno soffrire il Mio Cuore sono anche quelli che sono consapevoli e non aiutano, quelli che non vogliono entrare in quella situazione e realtà per risolverla.

Quelli che fanno soffrire il Mio Cuore sono quelli che governano, quelli che dirigono le nazioni e sono fuori della Legge, quelli che non vivono più la Parola di Vita, quelli che profanano il Vangelo.

Quelli che fanno soffrire il Mio Cuore sono quelli che hanno tutto e non condividono nulla, quelli che custodiscono con sospetto le loro ricchezze, quelli che fanno un'illusione materiale della loro vita, quelli che non si preoccupano dei più poveri.

Coloro che gioiscono nel Mio Cuore sono coloro che persistono, coloro che non sempre guardano a sé stessi, coloro che sono fraterni e provano ogni giorno, coloro che, nonostante i loro errori, continuano ad andare avanti e ricominciano da zero.

Coloro che rallegrano il Mio Cuore sono gli operatori di pace, non solo con la parola, ma anche con l'esempio, coloro che lavorano senza indugio per la pace.

Coloro che rallegrano il Mio Cuore sono coloro che si rifugiano in Me, coloro che cercano la Mia Presenza nel Tabernacolo, coloro che cercano nella Comunione la Sacra Alleanza con il Re Universale.

Coloro che gioiscono ill Mio Cuore sono coloro che adorano il Santissimo Sacramento e che, al di là delle forme, comprendono il messaggio immateriale che emette la Sacra Custodia.

Coloro che rallegrano il Mio Cuore sono coloro che sono in contatto con Me; coloro che aspirano, giorno e notte, a vivere in Me; quelli che cercano, al di là delle loro battaglie, la Mia Presenza e il Mio Cuore.

Coloro che gioiscono il Mio Cuore sono coloro che vivono nella Mia Fede, sono coloro che cercano la carità ovunque, sono coloro che sono aperti ai cambiamenti e non temono le loro resistenza.

Quelli che feriscono il Mio Cuore sono le omissioni, quelli che sanno di poter fare tutto e non lo fanno, quelli che si giustificano per non cambiare.

Quelli che feriscono il Mio Cuore sono quelli che hanno ricevuto tutti i tesori del Cielo e li hanno sprecati, quelli che non hanno gratitudine, quelli che dimenticano la compassione.

Quelli che feriscono il Mio Cuore sono gli orgogliosi, quelli che non invocano la loro sorella umiltà, quelli che perdono tempo nei propri processi.

Coloro che feriscono il Mio Cuore sono coloro che dimenticano il Mio Messaggio e la Mia Parola, coloro che non hanno avuto abbastanza riverenza per tutto ciò che hanno ricevuto dal Cielo, coloro che non hanno ancora realizzato la Grazia che li riempie e abbonda.

Quelli che feriscono il Mio Cuore sono quelli che reclamano tutto il tempo, quelli che non hanno ancora visto passare davanti ai loro occhi la Mia Presenza, quelli che non hanno ancora scoperto il Mistero.

Quelli che feriscono il Mio Cuore sono quelli che ostacolano il Piano, quelli che cambiano le Mie idee e i Miei Progetti in ogni momento, quelli che dimenticano la redenzione.

Ma il Mio Cuore sente la gioia, in fondo, per coloro che fanno i passi e non tardano; per chi non ha paura dell'ignoto e perde il controllo; per coloro che danno ai Miei Piedi il potere che credono di avere, di essere trasformati.

Coloro che portano gioia al Mio Cuore sono i gentili e i misericordiosi; coloro che non solo parlano, ma vivono anche il Mio Messaggio.

Coloro che portano gioia al Mio Cuore sono coloro che fanno la comunione con Me e non dimenticano quanto sia importante quel Sacramento.

Coloro che portano gioia al Mio Cuore sono coloro che gioiscono con la Mia Buona Novella, sono coloro che aspettano il Mio Messaggio ogni mese, sono coloro che hanno sete di Me.

Così oggi conoscete il mistero infinito del Mio Cuore, di un Cuore che ancora sente e batte per voi, di un Cuore che ancora vive per questo mondo e per questa umanità, di un Cuore che si commuove nella sofferenza perché già lo provò nella Sua stessa carne, nel Suo stesso Corpo, di un Cuore che è stato divinizzato per voi e che vi dona la Sua Misericordia perché voi possiate redimervi e perché voi possiate perdonare.

L'infinito mistero del Mio Cuore vi prepara per l'Armageddon, per varcare le porte dell'Apocalisse, per andare avanti qualunque cosa accada.

Voglio che voi meditiate oggi su tutto ciò che vi ho detto e, in sincerità con voi stessi, riflettete, perché non parlo più per i bambini, ma per gli adulti, adulti in evoluzione e nel compromesso.

L'Opera della Mia Misericordia deve essere compiuta attraverso anime coerenti e responsabili, attraverso coloro che non hanno paura di dire di sì.

Possano tutti coloro che veramente gridano e chiedono aiuto, entrare oggi nel Mio Cuore per far parte di quella gioia e di quella allegria che Mi muove per poter testimoniare e contemplare coloro che vanno avanti, perché così non potranno più essere spine nella Mia Corona, ma piuttosto raggi che spargerò sul mondo per donargli guarigione e pace, per riportare il Regno di Dio sulla Terra.

Siate postulanti per rallegrarvi del Mio Cuore, perché così potrò sentire che state comprendendo ciò che vivete con Me e la responsabilità che questo ha davanti a Dio.

Continuerò a camminare con passo deciso, segnando sul terreno le Orme di Luce affinché i Miei apostoli le riconoscano, e così seguirò il cammino che il Maestro sta tracciando alla fine di questi tempi, su questo pianeta e dentro questa umanità.

In questo modo, ritorno a sacramentarvi e attraverso il Mio Spirito vi do la Pace, affinché questa Maratona della Divina Misericordia sia un passo in più nell'impegno e nel vivere quel voto.

Vi lascio il Mio Messaggio come un'ancora di salvezza, come un impulso spirituale per fare un grande salto nel vuoto, nel vuoto di voi stessi, nel vuoto di Dio, dove troverete l'unità interiore con il Tutto e, quindi, con l'Origine.

Nel nome del Padre , del Figlio e dello Spirito Santo, Amen.

Messaggi speciali
MESSAGGIO STRAORDINARIO DI GESÙ CRISTO GLORIFICATO, TRASMESSO NEL CENTRO MARIANO DI FIGUEIRA, MINAS GERAIS, BRASILE, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS, PER LA 92º MARATONA DELLA DIVINA MISERICORDIA

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Prostrati ai Miei Piedi, riconoscete il Sole di Dio che viene in vostro aiuto, il Sole della Riconciliazione e dell'Eucaristia che viene ad illuminare e a dissipare il buio del mondo.

Prostrati ai Miei Piedi, riconoscete il legato che avete ricevuto, del quale da sempre avete partecipato e vi siete alimentati in spirito.

Prostrati ai Miei Piedi, riconoscete gli attributi, i doni e le virtù che, in fiducia, Io ho depositato in ognuno di voi, per fare nuova tutta la vostra vita affinché le vostre coscienze si redimano e si trasformino.

Prostrati ai Miei Piedi, del Sole di Dio, riconoscete questo momento planetario; l'importanza dell'espressione dei nuovi apostoli, di quelli che mantengono la torcia della fede accesa, più in là delle circostanze.

Oggi venite e mettetevi ai miei Piedi cosicché le vostre vite siano benedette e riconsacrate, cosicché nelle vostre coscienze superiori siano depositati gli impulsi cristici che oggi vi porto.

In questa alleanza perfetta con il Sole Eucaristico di Dio, voi potrete riparare il Cuore di Cristo da tutte le offese che Egli riceve quotidianamente da tutto quello che le fanno giorno e notte, per mezzo degli oltraggi e indifferenze, delle omissioni e dei peccati.

Attraverso il Sole Eucaristico di Dio, Io vengo a toglievi delle tenebre della coscienza e della superstizione interna, con la Presenza del Figlio di Dio, che ancora spera che ognuna delle vostre vite sia la testimonianza della Sua Parola e il Suo Legato.

Torno a portarvi questo Sole di Dio perché i vostri cammini siano guidati e ricevano in questo momento quello di cui ognuno necessita, lontano dai desideri e dalle aspirazioni proprie.

Questo è il Sole di Dio che illumina la fine dei tempi ma anche ricostruisce la vita spirituale di quelli che si prostrano ai Suoi piedi per riconoscere l'unico Dio, una unica presenza universale, cosmica e interna; per partecipare a questa perpetua comunione con il Sacro Cuore di Gesù, che in questo tempo si torna ad offrire in sacrificio per le anime e, specialmente per i più peccatori, per le nazioni, per l'umanità.

Che i tesori spirituali, che Io vi ho consegnato attraverso i tempi, non si perdano, non svaniscano né si cancellino dei vostri cuori.

Che ognuna delle Mie Parole facciano parte di voi e che le vostre vite si convertano un giorno, in affluenti della Mia Fonte di Misericordia e Pietà. Perché oggi, alcuni si distraggono con altri cammini, mettono la loro mente in altri cammini e così, oscurano il cuore, perdendo la vera sintonia con Me, Con la Mia Volontà.

Questo è il tempo nel quale ognuno deve affrontare il proprio Armageddon, deve sapere, di sé stesso, ciò che fino ad ora non ha mai visto, perché gli viene tolto un velo dagli occhi perché possa vedere e riconoscere questo momento.

Oggi, accetto i sacrifici di quelli che persistono. Oggi, riconosco il coraggio di quelli che si trasformano e di quelli che non smettono mai di andare avanti, al di là di tutto, là dove concretizza internamente l'Opera della Redenzione e della Misericordia. È in questa costanza e in questa fede, dove i semi sacri di luce danno i loro primi germogli cosicché un giorno, daranno i frutti che Io ho bisogno per preparare il Mio Ritorno attraverso di voi.

Oggi vedo con Occhi di compassione gli errori che alcuni dei miei compagni hanno commesso per imprudenza, per mancanza di generosità e per mancanza di coscienza. Però oggi, non vengo qui a puntare quegli errori, ma a ricordarvi i Mandamenti che, in essenza, devono approfondire per comprendere il loro senso occulto, senso che vi porterà a vivere nelle Leggi Universali in questi tempi critici, nelle quali molte offerte saranno presentate a voi come se fossero offerte migliori di quelle che Io vi consegno.

comprendete quello che questo significa in questo ciclo planetario?

Io vengo nuovamente a ungere con il Mio Spirito quelli che Mi hanno detto sì e che oltre sé stessi cercano di comprendere la Mia Volontà e la Mia Opera. Il Redentore vostro Signore, continuerà a dare passi decisi verso il Proposito e Lui porterà con Sé tutti quelli che, spogliati da sé stessi, seguiranno i loro passi della stessa forma per incontrare la meta, la meta interiore.

Questo è un tempo nel quale dovete essere consapevoli che avete lottato contro quella dualità interna. Dualità che vi mostra con tanta forza quello che voi conoscete, con una forza opposta e parallela alla forza e al potere che Io vi consegno con la Mia Parola e la Mia Presenza.

Questo è una battaglia? Sì è una battaglia spirituale. É il momento nel quale, davanti a voi stessi, definirete il prossimo ciclo, sotto lo sguardo di Dio. E quel ciclo che si definirà, indicherà la possibilità o no che il vostro Maestro ritorni al mondo. Però ricordate, sempre ricordate, che non dipende da nessuno per ritornare a questa umanità, così come sta scritto.

Le vostre anime devono tenere presente, nella coscienza che possono partecipare o no a questo grande evento del Ritorno di Cristo. Perché questo Ritorno sia possibile, in una certa proporzione, prima La Mia Divinità, il Mio Spirito, deve abitare in voi cosicché poi, Io possa ritornare al mondo nel suo momento più difficile e doloroso.

Voglio che sappiate, compagni, che sono davanti al Libro delle Sacre Scritture, siete davanti al capitolo e al segno di questo grande momento planetario, nel quale gli ultimi Cristi della fine dei tempi saranno coloro i quali marcheranno il prossimo destino. E questo va molto oltre alle vostre coscienze e ai vostri ideali oppure al vostro parere.

Voglio che sappiate che essere con Me non è qualcosa di momentaneo, è piuttosto essere sotto stretta fedeltà all'obbedienza Divina e alla suprema Volontà. Sappiate che non ci sono altre coscienze o altri fratelli che lo possono fare, che possono preparare il mio Ritorno col cuore degli uomini. Se prima questo non succede, in questa densità e caos planetario, come potrei arrivare qui, nel mondo, attraverso il potere e l'autorità che Mi ha dato Dio, dal principio e per tutta l'eternità?

Ho bisogno che le vostre dimore interne siano le Mie dimore, e sto ancora aspettando questo. Fate il vostro esame di coscienza non per impaurirvi né per giudicarvi a voi stessi ma per crescere internamente in consegna e in servizio.

Perché nei prossimi mesi si vedranno cose inimmaginabili, e voi come Miei compagni, che dite essere Miei compagni, dovete essere preparati per quello che arriverà, e questo non sono solo parole, ma fatti, saranno eventi in tutto il mondo.

In questi ultimi anni, avete imparato ad amarMi e ancora lo state facendo, avete imparato ad avere fiducia in queste Mie Apparizioni, e avete imparato a bere dalla Fonte della Mia Parola per mezzo dei Messaggi, però so che qualche volta avete dubitato su chi veramente vi stava parlando.

Io non vengo qui solo per voi, vengo qui per Proposito Maggiore. Questo stesso Proposito che Mia Madre, la Vergine Maria, vi ha presentato in altri tempi e ad altre umanità, cosicché la più grande quantità di anime e di cuori raggiunsero la vita dello spirito e l'unione con la Coscienza Trina.

Oggi non vengo a farvi vedere le vostre miserie, vengo a farvi vedere cosa succede veramente, cosicché lo possiate riconoscere e lo accettiate in umiltà e in gratitudine.

Non mi fermerò per nessun altro. Il vostro pianeta è in fiamme.

Chi varcherà con Me le soglie dell'inferno per interrompere la perdita di centinaia di anime consacrate e laiche?

Chi verrà con Me fino al più profondo degli abissi per accendere la sua propria luce Cristica?, e così poter vincere nell’Amore l'oscurità, come Io l'ho fatto per mezzo di ogni goccia del mio Sangue e ancora di più, il momento della Mia consegna nella Croce.

Io non vengo a mettervi sotto una pressione sconosciuta e insopportabile.

Nel nome dell'Amore e della Misericordia che ancora non conoscete profondamente. Io vengo a mettervi davanti la realtà, che è tempo di accettare e di vivere perché molti di voi sono venuti per essere Miei apostoli. E questo non è una ideologia, nemmeno una teoria, meno ancora un sentimento o un'emozione passeggera, è un compromesso irrifiutabile che i vostri spiriti hanno firmato nell’universo, e questo compromesso per ognuno ha un tempo, ha una durata che solo Dio sa.

 Quando le anime cercano altri insegnamenti che non sono i Miei, pensate quello che Io possa sentire davanti a tutto quello che amorevolmente e in fiducia vi ho dato, anno dopo anno, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana e mese dopo mese.

Non potete perdere l'obiettivo del vostro Proposito, non potete farvi ingannare nemmeno potete mentire: state davanti al Re dell'Universo, non davanti un giudice, ma al Cuore sacrificato dell'Agnello di Dio che si è immolato per voi per salvarvi, fino alla fine dei tempi.

Ricordate che il vostro cammino di conversione e di redenzione sta nei Sacramenti e non nei libri. Che la vostra vera spiritualità si basa sulla fede nel cristianesimo, nella fiducia e nell’assoluta certezza di compiere la Volontà di Dio.

Come potete capire, compagni, Io vengo con un Messaggio di avvertimento; però di profonda compassione e solidarietà, giorno per giorno, nel cammino e lasciate di vedere, nei vostri cammini, le Impronte del Maestro.

Che questa maratona sia un passo in più alla definizione e, sopra tutto, un passo per poter valutare e riconoscere quello che avete ricevuto con tanto sacrificio e sforzo, in modo che nulla sia vano.

Vi benedico, in questo tempo di crisi interiore. Sappiate che, più in là della sofferenza e del dolore, c'è la Luce del Cristo Vivo, di Quello che morì per tutti voi cosicché aveste vita in Me e così, aveste vita nel Padre Eterno.

Che le preghiere di Misericordia in questo incontro non solo siano parole ripetute, ma affermazioni sentite nel profondo del cuore.

Vi ringrazio per il vostro coraggio e rallegratevi ad ascoltarMi nello spirito della fede,

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Messaggi settimanali
Messaggio settimanale ricevuto, nel Centro Mariano di Aurora, Paysandú, Uruguay, trasmesso dalla Vergine Maria, Rosa della Pace, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Cari figli:

La preghiera del Rosario sia il preambolo e anche la preparazione interiore per i prossimi eventi di questo mese di maggio che inizia.

Possa la vostra fede essere fissata nel Mio Cuore Immacolato, un Cuore materno che apre una porta spirituale perché tutti i Miei figli possano passare e così entrare nella Casa del Padre Celeste.

Questo è il tempo che i Miei soldati della preghiera vivono già nello stato contemplativo.

Possa l'esercizio quotidiano, attraverso il verbo orante, essere il modo per risvegliare in voi il cuore specchio, così Io avrò il permesso  perché le vostre anime ricevano dal Cielo gli impulsi di Redenzione e Misericordia che sono custoditi nella Mia grande rete interna dei Celesti Specchi.

Questo è il grande momento per ciascuno dei Miei servitori per espandere la propria coscienza e per partecipare attivamente insieme alla Madre Celeste alle Sue grandi intercessioni per l'umanità e per il pianeta.

Essere in contemplazione è stare in silenzio, ma è anche esercitare la vita di preghiera affinché i vostri cuori siano ricettacoli benedetti delle Grazie che le Mie mani attendono di riversare su tutta l'umanità.

Risvegliando il vostri cuori specchio, sarete più sensibilizzati dalla difficile situazione planetaria e la vostra coscienza si solleverà per unirsi in spirito alla Mia grande rete spirituale di supplica che esiste nel grande Regno Celeste, da dove vengo per consegnare le Mie Parole d'Amore.

Cari figli, vi invito ancora una volta a porre le vostre menti e specialmente i vostri cuori in Alto, in Cielo, nell'Universo, perché è lì che troverete la pace interiore.

Vi ringrazio per esservi candidati a far parte dei Miei eserciti del Cielo che pregano e supplicano!

Vi benedice,

Vostra Madre, la Vergine Maria, Rosa della Pace

Messaggi settimanali
Messaggio settimanale ricevuto, nel Centro Mariano di Aurora, Paysandú, Uruguay, trasmesso dalla Vergine Maria, Rosa della Pace, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Cari Figli del Brasile:

Come vostra Madre Celeste, spero che le umili ma profonde parole inviate dal Santo Padre a ciascuno di voi, confortino le vostre anime e alleggeriscano i vostri cuori da questo durissimo e difficile momento che tutti state attraversando.

In Sud America, il Brasile è il Cuore della Madre Celeste. Un Cuore stanco di soffrire e di patire insieme ai Suoi figli, ma un Cuore che lavora e che lotta silenziosamente per la salvezza e la conversione delle anime.

Cari figli del Brasile, sono qui e sono vostra Madre, la Madre che non vi abbandonerà mai. Vi chiedo di volgere tutti lo sguardo verso Dio e di confidare nel potere della Sua Misericordia.

Mio Figlio è morto per voi, per tutti voi. Egli arrivò esausto fino alla Croce e ha mantenuto la Sua promessa. Che ogni vita, che ogni figlio del Brasile metta la sua faccia a terra per tutti coloro che sono usciti dalla Legge e per coloro che sono stati ingiustamente puniti per la pandemia.

Figli Miei, non dimenticate il Mio Cuore. Che, in questo prossimo mese di maggio, i vostri cuori entrino nel Mio Cuore affinchè Dio, il Padre Eterno, vi possa consolare.

Figli amati, necessito che voi preghiate più che mai. Il Brasile affronta i primi passi del suo sconosciuto Armagheddon; ma il Brasile non perderà mai il suo seme interiore che un giorno germoglierà nei cuori riscattati e sottomessi a Cristo, Nostro Signore. 

Prego per voi. Accompagno i vostri avvenimenti diari. Prendete la Mia Mano e io vi darò il Mio abbraccio di Pace.

Che tutte le anime innocenti e non innocenti siano elevate al Cielo.

Questo è il tempo in cui la vita di ogni Mio figlio sia lo stesso Rosario.

Vi benedico e vi ringrazio per ascoltare di cuore.

 

Messaggi settimanali
Messaggio settimanale ricevuto, nel Centro Mariano di Aurora, Paysandú, Uruguay, trasmesso dalla Vergine Maria, Rosa della Pace, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Cari figli:

Oggi, col Mio viso nel suolo, imploro insieme a tutta la coscienza sacerdotale per questo sofferente e agonizzante pianeta.

Imploro, insieme ai Miei figli prediletti, perché le vostre anime possano continuare essendo ponti di Luce, d'Amore e di insondabile Misericordia, per i quali le anime più bisognose possano arrivare al Cuore di Mio Figlio.

Imploro Dio, con il viso nel suolo, per questa situazione planetaria, affinché le nazioni non siano più prigioni da cui le anime e le persone non possano più uscire e perdano la loro libertà.

Chiedo al Padre cosicché i Miei figli del mondo si proteggano ogni giorno di più, e adempiano e collaborino con l'attuale situazione planetaria. Così, il Mio nemico smetterà di usare l'incertezza e lo scoraggiamento delle persone per essere in grado di governare.

Vi chiedo, più che mai, che non dimentichiate di pregare fedelmente il Santo Rosario ogni giorno; perché, in questo modo, Io vi aiuterò e verrò con l'anfora d'acqua fresca affinché abbiate più forza interiore per continuare ad attraversare questo sconosciuto deserto planetario.

Implorate, tutti i giorni, per fede. Siate un esempio e una testimonianza per Mio Figlio.

Questo è il tempo in cui i soldati di Cristo siano pronti per compiti spirituali sconosciuti, perché il bisogno è così grande che molti, ma molti cuori che non sono preparati hanno bisogno di aiuto.

Vi ringrazio per rispondere alla Mia Chiamata!

Vi benedice,

Vostra Madre, la Vergine Maria, Rosa della Pace

 

Messaggi settimanali
Messaggio settimanale ricevuto nel centro Mariano di Aurora, Paysandú, Uruguay, trasmesso dalla Vergine Maria, Rosa della Pace, al veggente Frate Eías del Sagrado Corazón de jesús

Cari Figli:

Questo è il tempo degli apostoli di Mio Figlio, è il tempo della loro maturità, è il tempo della loro azione per il compimento della Volontà di Cristo.

Gli apostoli di Mio Figlio sono quelli che prepareranno il Suo arrivo nel momento più culminante dell'umanità.

Siate apostoli determinati, aperti ad affrontare le sfide di questi tempi.

Io, come Madre degli Apostoli, vi invito a salire un ulteriore gradino su questa scala che vi porterà ad assumere le responsabilità che Mio Figlio si aspetta che ciascuno di voi possa  assumere.

Figli, non parlo di una responsabilità materiale, ma di un impegno spirituale con Mio Figlio per aiutarlo a portare la pesante croce di questo tempo, perché il peso della croce è maggiore di chi, di cuore, è disponibile a portarla insieme a Cristo, vostro Maestro e Signore.

Possano gli apostoli di Mio Figlio essere confermati in questo momento ma anche definiti.

Ci sono molti bisogni, ma uno di questi, il più importante, è il bisogno delle anime di ricevere amore e perdono.

Possano gli apostoli degli ultimi tempi aprirsi per assumere ciò che non corrisponde a loro. Possano farlo come atto di Amore e di Misericordia, affinché ogni apostolo di Cristo scopra dentro di sé l'universo dell'Amore di Dio, affinché il mistero dell'abbandono assoluto di Mio Figlio possa essere rivelato al mondo intero.

Vi ringrazio per aver risposto alla Mia chiamata!

Vi benedice

Vostra Madre, la Vergine Maria, Rosa della Pace

Messaggi speciali
Messaggio straordinario ricevuto a Maldonado, Uruguay, trasmesso da Gesù Cristo Glorificato al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús, para la 87ª Maratona della Divina Misericordia

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Oggi, con il vento e le onde del oceano, arrivo qui, incrociando i portali dell'universo per poter penetrare nella coscienza umana il suo aspeto spirituale.

Oggi porto, per tutti, il dolore profondo del Mio Cuore davanti alla situazione del pianeta e dell'umanità.

Sebbene io sia nell'universo e la Gerarchia lavori per alleviare la situazione del mondo, i Miei Occhi non smettono di guardare ciò che sta accadendo, che ancora nessuno può vedere in profondità per capire il significato del motivo per cui sucede.

In questo giorno, vengo dal Cielo per chiedervi di nuovo di pregare per i rifugiati, specialmente per coloro che stanno cercando di sopravvivere e trovare una destinazione, una terra promessa, attraversando gli oceani. Molti di loro non raggiungono la fine dell'obiettivo, non raggiungono la destinazione, che si spera cercano, anche se i loro volti riflettono la sofferenza dell'abbandono e della non accettazione.

Al di là di tutto ciò che accade nell'umanità e attraverso questa Maratona della Divina Misericordia, in cui le vostre preghiere sono innalzate a Dio, in armonia e amore, condivido questo dolore del Tuo Maestro e Signore; perché tutto potrebbe essere diverso, ma non lo è. E non essendo diverso, non trovando una risposta o un sollievo alla situazione di fratelli come te, il destino modifica gli eventi.

Pensa per un attimo come sarebbe sentire, in mezzo all'oceano, una barca alla deriva, bambini, donne, anziani, uomini, alla ricerca di un rifugio sicuro in mezzo a una tempesta spirituale e materiale riflessa nelle loro nazioni di origine.

Lo spirito di accoglienza è qualcosa che l'umanità deve all'universo, lo spirito di ricettività e solidarietà con la sofferenza degli altri.

So che questo non dipende solo dall'umanità, ma da chi crea e genera queste situazioni di instabilità in tutti i sensi, nelle nazioni più povere tra le più povere com'è in Africa.

Per questo aspetto ancora il momento più propizio per poter raggiungere le terre africane, dove il Mio compito e il compito della Madre del Mondo non si concentreranno solo sulle nazioni che raggiungeremo, ma anche sull'intero continente africano.

Se la risposta umanitaria non fosse efficiente nelle nazioni del mondo, di fronte a questi eventi, saranno maggiori le conseguenze che le diverse popolazioni umane continueranno a subire nelle loro nazioni di origine; perché oggi non parliamo solo di fame, guerra o indifferenza sociale o politica, parliamo di qualcosa che va oltre l'apparente e il superficiale.

Vedete nei vostri fratelli rifugiati lo stesso Dio che soffre il Suo naufragio, il naufragio che i Suoi figli generano per non aver compiuto il Suo Piano. Mettete i vostri occhi e il vostro cuore davanti a questo significato che vi porto oggi.

Cercate di andare oltre le apparenze, il superficiale, tutto ciò che è noto o materiale.

Entrate nell'universo del mistero e capirete il significato spirituale di tutto ciò che vi dico.

Spero solo che più siano consapevoli di ciò che sta accadendo, perché ciò che accade ad alcuni esseri umani, come i rifugiati, accade in tutto il mondo.

In questa situazione non ci sono confini materiali o mentali. Non ci può essere indifferenza o omissione di fronte al grande bisogno della fine di questi tempi. Se questa situazione è presente nel mondo oggi è perché è uno specchio di come è l'umanità.

Non possono aspirare alle sfere più alte o ai livelli di contatto se questa situazione non è posta nel vostro cuore, nella realtà dei profughi, dei vostri fratelli.

Tutti sono fratelli indipendentemente dalla vostra razza, dalla vostra lingua o dalla vostra condizione. In sostanza, tutti sono uguali davanti al Padre Celeste e questo non cambierà.

Il materiale è temporaneo, lo spirituale è eterno. Il servizio è la grande chiave di questo tempo per poter sollevare l'umanità dalle proprie condizioni di caos e sofferenza che essa stessa genera, di volta in volta.

Ma la Fonte Primordiale è lì, al servizio dei Figli di Dio. Dovetei chiamarla correttamente, dovete invocarla correttamente, dovete unirvi a Lei correttamente, in modo che la Fonte Primordiale possa aiutarvi.

E così, i vostri talenti si risveglieranno, le vostre virtù saranno mostrate e sarete guidati e condotti attraverso il sentiero del servizio e della preghiera per le cause urgenti del pianeta.

Oggi vengo, con il vento e le onde dell'oceano, affinché voi possiate ascoltare dentro di voi e sentire il Sentimento di Dio, il Suo Sentimento silenzioso che parla di questa realtà ai mondi interni.

State già al momento di capire molte cose che non sono materiali, ma immateriali.

Se il vostri interiori e il vostri sguardi sono davanti alla conoscenza con riverenza e umiltà, sarete guidati dalla Legge, e la Legge agirà attraverso di voi per correggere questa situazione planetaria, che è sempre più caotica e difficile.

Dal Giardino del Getsemani sapevo che sarebbe arrivato. Questa è la ragione del prezzo del Mio Sangue, di ogni goccia del Mio Sangue versata sul suolo di questo mondo dall'umanità.

Il Mio Cuore misericordioso ha bisogno di raggiungere attraverso di voi coloro che soffrono, i rifugiati.

In questi giorni di preghiera misericordiosa, pregate con fervore e il fervore vi rinnoverà, vi metterà sempre nella giusta vibrazione nell'emergenza planetaria.

Il mondo vedrà situazioni più indescrivibili di quante ne abbia mai viste prima. Vi invito a prenderne coscienza e a trasformare la vostra vita in solidarietà e bene.

Costruite con Me, nei piani interni, il rinnovamento delle forme, in modo che quelle forze retrograde che opprimono la coscienza del pianeta e soggiogano l'umanità siano espulse e liberate dalla faccia della Terra, e tutto possa essere rinnovato.

Finché l'interesse dell'umanità per la vita spirituale e la preghiera è opaco o indifferente, le porte della Mia Misericordia non si apriranno; la risposta di questo grande aiuto sarà proporzionale alle vostre preghiere con Me.

L'umanità non è pronta ad affrontare la fine dei tempi e vedere cose inimmaginabili non solo da questo pianeta, ma anche dall'universo. Sarebbe come svegliarsi la mattina e scoprire che il mondo è completamente cambiato, sotto una realtà che non hanno mai conosciuto o visto.

Cosa farebbero? Quale sarebbe il vostro primo pensiero e la vostra prima azione?

L'umanità ha unito le forze con le forze retrograde e questo porta a una sofferenza costante.

La preghiera che ne consegue tiene in equilibrio ciò che per voi è impensabile. Ciò significa, compagni, che la preghiera, in questo momento, mantiene in armonia ciò che sta per essere rotto.

So che molti non vogliono accettare la fine dei tempi perché li porterebbe a cambiare definitivamente. Ma come Signore e Re dell'Universo vi dico: "Non c'è altra via d'uscita".

Se si incarnano, in questo momento e in questo tempo, è per una ragione in più, è per un dovere più grande, è per un impegno inconfutabile.

Finché le anime e le coscienze le costringeranno a fare ciò che è diverso da ciò per cui sono venute, soffriranno. La resistenza non può più essere nel vodtro percorso spirituale e, soprattutto, nel vodtro contatto interno con l'Alto.

Non possono sfidare i vostrio destini, perché non li conoscono.

Siate degni, in questo momento, della grazia suprema che discende su un'umanità trasgressiva e indifferente, su un'umanità malata e caotica.

Sotto i vostri piedi hanno i luoghi più sacri e irriconoscibili del mondo, le cosiddette Sale Sacre. Sono lì per il vostro aiuto e la vostra venerazione.

Usate ciò che è reale e divino. Lasciate ciò che è apparente e illusorio.

Il mondo vuole rimanere nell'illusione e la alimenta giorno dopo giorno. Se continua così, come troverete il portale del Tempo Reale?

Tutto inizia nel tcostro mondo interiore, nella pratica viva della vostra fede, nelle azioni misericordiose.

In questo atteggiamento, le nazioni capiranno che i rifugiati non sono rifiuti umani né sono una piaga internazionale.

Abbiate pietà di chi soffre e vedrete oltre ciò che sta accadendo.

Alleviate il dolore di chi percorre i mari e gli oceani del mondo, alla ricerca di una terra sicura dove vivere come famiglia e in unità.

Se il mondo e le nazioni non fanno qualcosa, verrà una prova più difficile di quella che stanno vivendo. Dio non punisce l'umanità, è l'umanità che si punisce attraverso le sue azioni e i suoi ideali.

Gli oceani oggi parlano del dolore dei profughi nei mari e, soprattutto, di chi non ha mai lasciato il mare vivo. Ecco perché oggi trasformo quegli oceani nell'oceano della Mia Misericordia in modo che tutti possano essere salvati e riscatati.

Appellatevi alla Divina Misericordia e non permettete alla Giustizia di agire in questo momento, perché il mondo sperimenterebbe una grande correzione che non ha mai sperimentato fino ad ora.

Siate coerente con le Nostre Parole. Vivete il Mio Messaggio e non limitatevi ad ascoltarlo. È tempo per il risveglio dei Nuovi Cristi.

“Padre Celestiale,
che hai dado tutto de Te, instancabilmente,
per la creazionne dell’universo e della vita,
sostiene i Tuoi servitori decisi a seguire
il Cammino di Cristo.

fai scendere la Tua Luce e la Tua Misericordia
enei espazi oscuri di questo mondo.

Accogi fra leTue Bracce, Adonai,
a coloro che non anno nazione ne terra.

Possa il grido di dolore nei oceani essere placado
per la discesa del potete Sangue di Gesù,
e che tutto si converta
secondo la Tua Volontà, Adonai,
cosiché l’umanità sia responsabile e consapevole di ciò che fa.

Manda la Tua Luce Signore, ai mondi interiori.
 Coltiva gli strati più profondi dll’ignoranzia umana
affinché possa disiparesi.

Guarisci con il Tuo Amor tutte le Tue criature,
in modo che tutti abiano la gioia di partecipare
al Tuo Regno Celestiale.
Amen”.

Frate Elías del Sacro Cuore di Gesù:

Uniti, in questo momento, al Signore degli Oceani, davanti alla Sua Presenza Misericordiosa e Spirituale, stiamo davanti a Lui in preghiera e supplica, offrendo la preghiera dell'Angelo della Pace, affinché Cristo possa emergere come un Divino Sacrario  in ogni cuore umano e possano tutti risvegliarsi al richiamo della Sua Voce e della Sua Presenza.

Santissima Trinità,
Padre, Figlio e Spirito Santo,
Vi adoro profondamente
e vi offro il Corpo preziososissimo, il sangue,
l'Anima e la Divinità di Gesù Cristo,
presente in tutti i santuari della Terra,
in riparazione degli oltraggi, dei sacrilegi
e l'indifferenza di cui Lui è offeso.

E per gli infiniti meriti del Suo Santissimo Cuore
e il Cuore Immacolato di Maria
Ti chiedo la conversione dei poveri peccatori.

Amen.

(ripetuto tre volte)

Ringraziamo Dio per la Sua immensa Misericordia e Pietà, e rinnoviamo i nostri voti in Cristo e per Cristo come soldati della Luce.

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Messaggi speciali
Messaggio straordinario di Cristo Gesù Glorificato, trasmesso nel Centro Mariano di Figueira, Minas Gerais, Brasile, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús, para la 85ª. Maratona della Divina Misericordia

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Siete venuti fino a Me, a piedi nudi, verso il Tempio del Mio Cuore.

Ecco il Mio Tempio che vi accoglie, così come accoglie anche il mondo e le sue necessità.

Sono il Signore dei rifugiati e degli innocenti, dei senza terra, dei senzatetto, di coloro che hanno perso tutto e seguono il cammino di questo mondo alla ricerca di un'opportunità e di una speranza.

Tornerò per moltiplicare ancora il pane e i pesci, per dare la manna della vita eterna a chi ha fame, a chi ha perso la speranza, a chi è esiliato.

Voglio che sappiate che, attraverso quest'Opera, il cuore missionario sarà sempre rinnovato, l'eterno volontariato per servire gli altri in modo incondizionato e amorevole.

Questa sarà una fonte che sarà aperta per incoraggiare altre coscienze al servizio umanitario, per tendere le braccia e le mani per aiutare i bisognosi, i milioni di bisognosi nel mondo, che continuano ad essere puniti da un sistema di avversità e controllo.

Il Tempio del Mio Cuore, che è l'Eucaristia stessa, contempla tutte queste esigenze alla fine dei tempi: le crisi che il mondo sta vivendo, il turbamento di uomini e donne sulla Terra, la disperazione di cuori innocenti che solo aspettano di mangiare e bere acqua per sopravvivere.

Per voi qui e per i vostri fratelli che ascoltano questo Messaggio e hanno tutto, è tempo di ringraziare, ma anche di condividere. È tempo di riverire e glorificare la Grazia che avete ricevuto nel corso dei secoli, ed è il vostro spirito di volontariato e di abnegazione che riparerà e guarirà le ferite del cuore dei rifugiati.

Non solo il cibo e l'acqua salveranno vite, non solo protezione e riparo proteggeranno innocenti e bambini, ma anche l'Amore del Mio Cuore, che potete rispecchiare nel mondo, redimerà l'umanità.

Vedendo la sofferenza del mondo e dei campi di profughi, il dolore del Mio Cuore è indescrivibile e che va oltre la vita in materia o le organizzazioni che lo svolgono.

Il mondo non ha ancora conosciuto il vero Governo Celeste, quello che era inteso all'inizio affinché tutti voi foste felici nella Terra Promessa. Ma l'umanità ha deviato e, come è stato attraverso le generazioni, i più innocenti subiscono l'emarginazione e la schiavitù di questi tempi.

Chi fermerà quell'agonia perpetua?

Chi allevierà i cuori sofferenti?

Chi uscirà da se stesso per vedere il bisogno, il grande bisogno che il mondo vive?

In questo giorno vengo straordinariamente, perché voi non potete stare senza guida e senza istruzione.

Tutto ciò che avete ricevuto nel corso dei secoli non dovrebbe essere considerato solo come l'espansione della vostra coscienza, ma anche come la vostra risposta, la vostra generosità e servizio.

Le anime che non Mi capiscono e che non Mi ascoltano veramente, devono uscire nel mondo per vedere la realtà e affrontare quella realtà finché le fa male.

Vi ho scelti per un motivo che ancora oggi non conoscete, per un motivo che è scritto nei Libri Sacri di Dio, che fa parte del recupero e dell'integrità spirituale dell'antico popolo di Israele che, espanso in tutto il mondo si perse, anche se Io sia morto per voi sulla Croce.

È tempo che mettete la situazione planetaria, davanti ai vostri occhi. le necessità quando servite e accogliete coloro che soffrono, i vostri problemi o situazioni interni si dissolveranno.

Perché la vera famiglia universale deve essere costituita dall'emergere di un piccolo gruppo che porta avanti quell'Aspirazione di Dio, affinché possa arrivare la Nuova Umanità.

Il Piano di Dio è scritto attraverso le vostre azioni e la vostra adesione all'Altissimo; non c'è altro modo che permetta di realizzare il Piano, ma la disponibilità dei vostri cuori e delle vostre vite per tutto ciò che è necessario.

Se Io non fossi venuto al mondo, a che punto sarebbero le vostre coscienze e le vostre civiltà?

Non potreste immaginarlo, compagni, perché sarebbe qualcosa di più serio di quello che vivete oggi come umanità.

Essere in grado di riconoscere la Grazia che vi riempie e vi benedice, spogliandovi e venendo a piedi nudi da Me, al Tempio del Mio Cuore, è un segno che state comprendendo il Mio Messaggio e che accettate di vivere l'umiltà, così urgente e necessaria in questo momento.

Non può non esserci umiltà nell'umanità, perché sarebbe la vittoria del caos sugli uomini.

A poche anime del mondo Io vengo a chiedere che sembrerebbe impossibile, ciò che spiritualmente farà trionfare il Mio Piano sui piani interni e le porterà a vivere il cammino cristico.

Non ho bisogno di grandi movimenti per portare avanti la Mia Opera, ho solo bisogno che accettate di vivere la Mia Volontà, anche se non la capite, perché nella mia Volontà c'è la  vostra protezione e riparo.

So che non è facile seguire i comandi del Signore e le direttive dell'Altissimo. Non c'è essere sulla superficie della Terra che non sia passato attraverso questa esperienza, ma è dopo aver realizzato la Mia Volontà che comprenderanno il Piano e il significato di aver ricevuto la Chiamata che arriva a convertire i cuori.

Come Signore dei rifugiati e degli innocenti, vengo a chiedere al mondo di aprire gli occhi a quel bisogno. Non basta l'aiuto di pochi, né basta per approfittare delle ricche minoranze, di chi approfitta delle crisi mondiale.

Se aprono gli occhi al bisogno, anche se non sono cristiani o spirituali, adempiranno l'attributo della carità, e molte situazioni gravi che il mondo continua a generare oggi saranno perdonate dalla Mia Misericordia e non corrette dalla Mia Giustizia.

Se aprono gli occhi sulla necessità delle crisi umanitarie, almeno coloro che sono all'interno di quest'Opera e seguono la Mia Chiamata, lasceranno le loro case e le loro famiglie per servirmi e aiutare coloro che soffrono.

E quelli che non possono servirmi in qualche luogo, per invalidità o altro motivo, che pregano con Me e adorano il Santissimo dell'Altare, affinché la Grazia della Mia infinita Misericordia permei la Terra e le anime sofferenti, così che i traumi di anime e cuori possano essere guariti, nell'opportunità di una nuova speranza.

Fino a quando le nazioni non si pentiranno delle loro azioni, la pace non verrà; e solo coloro che soddisfano la Mia ardente aspirazione saranno portatori di pace; e potranno portare la Pace e l'Amore del Mio Cuore ai grandi rifugi del mondo, dove non c'è più luce o speranza, solo agonia e inferno.

Proprio come ho detto ai dodici apostoli, oggi vi dico: "Andate a due a due, oppure andate in gruppo e servite, affinché un giorno possiate vivere la vostra redenzione attraverso il servizio a coloro che soffrono e si disperano".

Il trionfo dell'Amore di Dio sarà dato con la vostra dedizione e servizio, con il vostro sì totale e incondizionato. Così sarete alle porte della Mia Misericordia, e l'oceano infinito della Mia Compassione vi riempirà, affinché nel servizio e nel silenzio raggiungiate coloro che soffrono.

Questo momento critico è l'inizio di qualcosa di più difficile, ma attraverso le preghiere e la dedizione di cuori sinceri a Me, molte situazioni ed eventi saranno deviati dal potere della Misericordia.

E così, il Mio doloroso Sangue cesserà di essere sparso sul mondo affinché i Miei Raggi di Misericordia illuminino le anime e garantiscano loro la pace.

Non lasciatevi più tentare o ingannare da voi stessi o dal Mio avversario. Avete gli strumenti per superarlo.

Vi ho dato i Sacramenti per poterli vivere, affinché siate santificati nel Mio Nome e siate sotto la protezione dello Spirito Santo, che è questo Spirito Divino che vi parla oggi, così come al mondo perché possa risvegliarsi.

Vi santifico con la Mia Luce e vi invito a rinnovare il vostro cuore missionario nei tempi più difficili del mondo e dell'umanità.

Abbiate fiducia nelle Mie Parole e verranno costruiti ponti di speranza affinché i più innocenti e rifugiati possano attraversarli verso la Nuova Terra.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Messaggio straordinario ricevuto nel Centro Mariano Di Figueira, Minas Gerais, Brasile, trasmesso da Cristo Gesú Glorificato, al veggente Frate Elías del sagrado Corazón de Jesús

Inaspettatamente, oggi mi presento all'umanità per chiamarla a pentimento.

Prima il vaso era quasi pieno, ora il vaso trabocca. Siate consapevoli di quello che state facendo, fermate le aggressioni dei fratelli contro i fratelli.

Le nazioni e alcuni dei loro leader sono già più che marionette nelle mani del mio nemico. Una rete nascosta e malvagia sottomette gli innocenti: i bambini vengono abbandonati, gli esseri umani vengono disprezzati e rinnegati ai confini perché cercano di sfuggire alla fame e alle persecuzioni.

Non giocate più con le armi nucleari. Voi esseri umani sulla Terra non siete consapevoli di cosa genererebbe un atto fallito sull'intero pianeta.

A metà degli anni Quaranta furono avvertiti delle conseguenze dell'uso dell'energia nucleare e non ascoltarono i nostri messaggeri. Adesso corrono e competono, minacciano il mondo e fanno test nascosti in luoghi della Terra già altamente inquinati da così tante radiazioni.

Quando si accorgeranno che il potere non gli appartiene?

Fermatevi e ascoltate la Voce che viene dal Cuore dell'Universo.

Non hanno più nient'altro da sperimentare e da procreare. Riconoscete, in questo momento, che avete fallito con le vostre esperienze nei laboratori e con gli esseri umani e che l'attuale pandemia è il risultato di negligenza.

Cos'altro volete avere?

C'erano già studi umanistici precedenti che trasgredivano la Creazione e che facevano male a sé stessi.

Voi siete la quinta ed ultima razza. Il pericolo non è più nelle vostre strade adesso, lui è nelle vostre mani e non possono controllarlo.

Abbandonate la carriera armamentista, sociale e di conquista che ancora si promuove in molte nazioni. Non attaccate più i mari e gli oceani. Il pianeta si sta dirigendo verso una salinità inaspettata.

La Terra non può più sopportarlo e rifletterà la sua agonia. Non possono immaginare questo mondo senza acqua dolce o in lunghi giorni bui a causa delle espansioni delle ceneri di tutti i vulcani.

Cosa faranno se ciò accade?

Mentre i Regni della Natura restano al centro di uno sfruttamento sfrenato, il sangue continuerà a scorrere nel mondo e continuerà a fare notizia.

Hanno perso l'intuizione della loro anima, non hanno più la sensibilità per ascoltare Dio dentro di sé.

Le loro vite sono oscurate dall'ambizione e dall'ingiustizia, mentre migliaia di persone in tutto il mondo sono colpite dall'emarginazione, dall'esilio e dallo sfruttamento.

Le stesse vecchie mani si arricchiscono attraverso la sofferenza globale, ma finirà. Sarà una delle prime correzioni che imporrò all'umanità.

Oggi parlo al mondo intero, non parlo ad una sola religione. Parlo a tutti i credenti e non credenti, a coloro che hanno sprecato la vita per i piaceri e i desideri del mondo, parlo a coloro che provano soddisfazione nel fare il male.

Non c'è angelo o Gerarchia a fermare la coppa traboccante. Sono ai piedi del grande abisso.

Il mio Cuore non solo sostiene il mondo sofferente e morente. La mia Anima sostiene le ingiustizie e il disprezzo di coloro che mi hanno abbandonato e non hanno creduto in me. Non hanno sentito il mio messaggio. Hanno giudicato il mio lavoro e la mia dedizione e il mio nemico li ha ingannati.

Quindi rimanete sintonizzati. Tutto quello che vi ho dato in questi anni era per prepararvi per questo momento, e la maggior parte di loro ha lasciato passare le Mie Parole e le ha perse.

Ora, con poco tempo a disposizione, riconsiderate, correggete i vostri errori e chiedete Misericordia, perché nessuno conosce la Giustizia, e così, le anime la sfidano per ignoranza e indifferenza.

In verità vi dico che non ho più modo di giustificare tutto ciò che fate davanti al Padre Mio. È giunto il momento che tutto sia definito tra voi e Dio.

Ma se l'amore, la tolleranza, il rispetto e la cura sono vissuti nelle vostre vite, non soffrirete più; perché tutto ciò che verrà frutto dell'orgoglio, dello sfruttamento e della malvagità, sarà di chi continua a viverli.

Posso solo dirvi di pentirvi, in modo che in questi tempi acuti non vi manchi la pace.

Aggrappatevi alle Mie Parole. Siate il Nuovo Testamento in modo che il mondo intero smetta di subire le proprie conseguenze.

Al compiere 12 con la Madre di Dio e per un periodo indefinito, vi daremo le Nostre ultime Parole, affinché possiate ascoltare attentamente e la vostra coscienza comprenda il messaggio.

Per questo, rispondendo alla Volontà e alla Giustizia dell'Universo e per tutto quanto ricevuto in ogni nuovo incontro, ascolterete i nostri Messaggi dopo le preghiere, che verranno consegnati in anticipo, poiché per un tempo indeterminato proteggerò il veggente per aiutarmi, per sostenere questo momento, nella preghiera e nel silenzio, affinché le Mie Grazie raggiungano altre parti del mondo.

È tempo per voi di vivere i Miei Messaggi, specialmente gli ultimi.

Il Mio Cuore ha sopportato le offese di compagni molto intimi, qualcosa che ha aperto la ferita sul Mio fianco. Le offese di chi parte feriscono il Mio Cuore, perché io do loro la vita e, invece di vivere in Me si lasciano morire a sé stessi.

Possano il discernimento e la pace guidarvi in questi tempi difficili.

Possa questa Maratona essere la sintesi e la conferma della vostra vita davanti al Sacro Cuore del Signore.

Vi benedice

Il vostro Maestro e Signore, Gesù Cristo

Messaggi quotidiani
Messaggio quotidiano ricevuto, nel Monastero della Confraternita del Signore, Guatavita, Cundinamarca, Colombia, trasmesso da Cristo Gesù Glorificato al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Mentre i giorni trascorrono, il Suo Maestro e Signore riversa i Suoi Raggi di Misericordia sulla Colombia affinché non solo le anime si risveglino, ma anche i cuori sentano il cambiamento della coscienza, necessario e urgente in questi tempi affinché, attraverso quel cambiamento e quella presa di coscienza, le anime giungano, in tempo, a vivere le trasformazioni interne che non solo dissolvono i loro debiti, ma anche che le coscienze possano assumere la missione che corrisponde loro in questo momento.

Oggi Mi trovo a riversare i Raggi di Misericordia su questo amato popolo affinché possano ricordare che è un popolo sacro e benedetto dalla più bella natura che dovrà essere base e il sostentamento per il sorgere della Nuova Umanità.

Così è che i Raggi della Mia Misericordia preparano anche i passi del prossimo pellegrinaggio, giacché dentro tutta la Grazia che sarà offerta, le anime riceveranno gli impulsi dell'Universo come se fossero gli ultimi, gli impulsi spirituali che collocheranno ogni coscienza nel momento giusto e nell'ora giusta per attraversare la fine di questi tempi. 

Vi ringrazio per salvare le Miei Parole nel cuore!

Vi benedice,

Vostro Maestro e Signore, Cristo Gesù

Messaggi quotidiani
Mensagem diária transmitida por Cristo Jesus Glorificado, em 25 de agosto de 2019, na cidade de La Cumbre, Córdoba, Argentina, ao vidente Frei Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Enquanto decisões muito importantes são tomadas depois do último 8 de agosto, situações inesperadas são definidas dentro da consciência planetária, e as nações do mundo, pouco a pouco, são postas ante o Juízo Universal.

Isso significa que, dependendo do que as consciências escolherem no próximo tempo, será como o fim dos tempos se  mostrará, e ninguém poderá deter o resultado proveniente dessa escolha.

Por isso, as almas devem orar para que os acontecimentos não os surpreendam da noite para o dia e para que tudo que verão e presenciarão não seja demasiadamente forte para vocês.

Com suas orações, coloquem as nações dentro da Minha Misericórdia, ainda que algumas nações tenham fechado as portas a Deus por sua ignorância e indiferença.

Que tudo e todos possam ingressar na Minha Misericórdia para que, em algum nível de consciência, algo receba a oportunidade e a graça de que tanto necessita.

Apenas lhes peço que sejam fortes na oração e pacíficos no serviço; assim ajudarão também outros irmãos durante o tempo dos grandes e definitivos acontecimentos.

Agradeço-lhes por guardarem Minhas Palavras no coração!

Abençoa-os,

Seu Mestre e Senhor, Cristo Jesus

Messaggi quotidiani
Messaggio quotidiano ricevuto, durante il viaggio da San Paolo, Brasile a Buenos Aires, Argentina, trasmesso da Cristo Gesù Glorificato, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús.

Mi vedranno arrivare al mondo aprendo i Cieli come un potente raggio di luce e benedirò l'intera Terra, da Est a Ovest e da Nord a Sud.

Avrò nella Mia Mano il Centro della Luce di Dio e irradierò, per tutti, la Grazia della Sorgente Suprema.

Non lascerò nessuna creatura o anima senza ricevere la Grazia e la Misericordia del Mio Spirito Divino.

Riempirò le essenze dei più preziosi Codici del Cielo e incoronerò i cuori che sono rimasti costanti e fermi in Me fino alla fine.

Concederò la pace a tutti coloro che hanno gridato per essa e darò il balsamo del Mio Amore ai discepoli degli ultimi tempi. Cosi la Mia vittoria si concretizzerà.

I cuori non ricorderanno più la sofferenza o il dolore.

Vi porterò tutti sino a Mio Padre, così che tutti possano sentirlo e conoscerlo da vicino.

E i misteri dell'Universo saranno finalmente rivelati, perché il Piano sarà adempiuto, prima dentro gli esseri, ed infine, in tutta la Terra.

Vi ringrazio per confidare nelle Mie Parole!

Vi benedice,

Vostro Maestro, Gesù Cristo

Messaggi quotidiani
Messaggio quotidiano ricevuto nel Centro Mariano dI Aurora, Paysandú, Uruguay, trasmesso da Cristo Gesù Glorificato, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

La Passione di Gesù significò e rappresentò molti eventi per l'umanità. Alcuni di questi fatti erano noti, ma altri sono ancora sconosciuti. 

Molte realtà e situazioni si sono verificate, ampiamente, in altri piani di coscienza, qualcosa che è andato oltre il materiale e anche lo spirituale. 

La Passione del Signore era la vera testimonianza che Egli, soprattutto, si era incarnato per compiere quella missione e che non ci sarebbe stato nulla che potesse modificare o alterare quell'evento.

Quando Gesù era nel giardino del Getsemani, era giunta l'ora e il momento per Lui, come uomo incarnato, di dare quella condizione umana al Padre in modo che, attraverso lui, quel sacrificio si sarebbe trasformato per il bene dell'umanità, sebbene l'umanità stessa non meritava quella Grazia. 

Il Padre, attraverso Suo Figlio, sapeva che se quella resa e quel sacrificio non avessero avuto luogo, la stessa razza umana si sarebbe autodistrutta.

La ragione fondamentale per Cristo, durante i suoi trentatré anni di vita, era poter vivere e adempiere, al di là di Lui, la Divina Volontà.

Gesù era un uomo nato con ovvi Doni di Dio, ma doveva conoscere, come ogni essere umano, la condizione umana; Ha attraversato tentazioni e prove in modo che dal Suo Spirito emanasse, in ogni momento, la ragione della Sua esistenza.
L'immediata adesione di Gesù alla Volontà di Suo Padre gli ha permesso di non morire.

Ricordiamo che Gesù arrivò in un momento dell'umanità in cui la perversione e l'abuso di potere erano gli abissi per i quali l'umanità si stava condannando.

Gesù ha mantenuto l'input del Suo Amore per il Padre. Credeva soprattutto nella realizzazione di quella Divina Volontà, così come era stata scritta.

Il Suo Proposito era di raggiungere l'obiettivo che il Padre gli aveva dato, nonostante le varie difficoltà che il Maestro poteva affrontare.

La Sua fiducia nella manifestazione di questo Piano e, soprattutto, il Suo Amore per esso, lo rendevano un Essere spiritualmente libero, capace di superare la dualità e le avversità che gli esseri umani avevano creato.

Amare quella volontà era il principale obiettivo spirituale della vita di Gesù.

Sapeva che niente e nessuno poteva cambiare il destino che il Padre gli aveva mostrato per la Sua Missione sulla Terra.

Era una necessità imperiosa del Maestro, l'esperienza di quella Volontà, sebbene a volte, nonostante lo sviluppo sensoriale e mistico della Sua Coscienza, non sapeva fino a che punto la Volontà lo avrebbe portato all'interno della Sua Missione personale e globale.

Esistevano chiavi inestinguibili che proteggevano e sostenevano la realizzazione di tutta l'opera, sia nella Vita di Gesù che nelle anime, che erano umiltà e sacrificio altruistico del Suo Essere. In quella scuola non poteva prevalere nessuna striscia di arroganza o segno di egoismo.

La comunione che Gesù visse costantemente con l'Alto, lo rese veramente libero e, al di là di Lui, le Leggi universali di Misericordia e Grazia potevano agire e compiere miracoli.

La cosa fondamentale nella Vita di Gesù era l'Amore che Lui ha portato come Figlio di Dio e l'insegnamento che la Sua Coscienza ha lasciato che l'amore sincero e vero sarebbe stato capace di trasformare e sublimare la corruzione umana.

 

Vi ringrazio per imitare la Volontà e l'Amore del Signore!

Vi benedice,

Vostro Maestro e Signore, Cristo Gesù

Messaggi quotidiani
MESSAGGIO PER L'APPARIZIONE DI MARIA, ROSA DELLA PACE, TRASMESSO NEL CENTRO MARIANO DI AURORA, ALLA VEGGENTE SUOR LUCÍA DE JESÚS

Non abbiate paura! Non temete! La verità è annunciata ai cuori coraggiosi, capaci di conoscere i tempi finali e, comunque, accettare di viverli con la pace del cuore e in totale affidamento a Dio.

Figli, perché vi rivelo gli avvenimenti finali? Perché fa parte della vostra redenzione e del vostro cammino di trasformazione in Cristo che siate coscienti dei tempi attuali, così come Mio Figlio conosceva la Croce che porterebbe, non solo nel Calvario, ma fino ai giorni attuali.

La passione di questi tempi sarà lunga per molti e forgerà la forza interiore di coloro che non si sono ancora rafforzati per compiere la Volontà di Dio.

Niente sarà come la battaglia che vivrete dopo mille anni di pace; ma il passare dei tempi e la scadenza dei vincoli vi permetteranno di superare gli ostacoli che verranno oltre questa vita e oltre questo mondo.

I Miei soldati sono pronti a vincere le tentazioni dell'avversario, ma ciò che costerà loro di più, figli Miei, è vincere in sé stessi ciò che aspira ancora a vivere queste tentazioni. Non sarà la tentazione stessa la prova, ma la battaglia con i suoi nuclei più umani, che tendono a rispondere a questa tentazione

Nel ciclo precedente erano nelle prime ore del Getsemani, imparando a vincere le tentazioni, a rinunciare alla propria vita. Ora, siete nelle ultime ore di agonia nel giardino, nel momento in cui il mio avversario vi presenta le tentazioni del mondo e il Creatore vi presenta la croce.

La grande prova di questi tempi sarà rinunciare ai piaceri mondani per trovare nella croce una gioia nascosta, una vittoria che si nasconde nella trascendenza di sé, della sofferenza, del dolore, dell'apparente fallimento; la vittoria che si trova nell'esperienza del perdono, dell'umiltà, della compassione, della pietà, dell'abbandono di sé; una vittoria che inizia quando dite di sì alla volontà superiore e abbracciate la croce di questi tempi, che è la vostra stessa purificazione e trasformazione, così che, attraverso la perseveranza, superiate le tenebre del vostro corpo e della coscienza umana nel suo insieme, in modo che l'emergere della luce e trionfi in ogni spazio del vostro essere.

Figli miei, il Pane è già stato spezzato alla Mensa del Signore; riconoscete già la necessità di donare la propria vita, per amore dei fratelli che vivono nell'ignoranza, e per il trionfo del Creatore in ogni essenza umana. Le prime tentazioni sono già state vinte. Molti possono già sopportare la solitudine di questo Getsemani di oggi, e altri stanno imparando a trovare la vera forza in Dio, non negli uomini, né nell'umanità stessa.

Ora è il momento per voi di dire sì, l'ultimo sì, l'ultimo sì.

Presto i Farisei arriveranno nelle vite, nella coscienza planetaria, rappresentata dalle correnti che scenderanno attraverso la battaglia tra il caos e la Luce Divina, e che porranno definitivamente la coscienza umana nella vostra passione, nella transizione planetaria, nel momento di portare la vostra croce e trascendere ogni apparenza, per superare, attraverso la fede, le prove che si presentano.

Miei amati soldati e così cari figli, rafforzatevi sempre nel Mio sguardo, nella Mia presenza, perché accompagnerò il Calvario di questi tempi.

Sarà la Mia Pietà che, insieme al perdono dei vostri cuori, aprirà nuove porte all'evoluzione umana; rinnoverà il principio della Misericordia in un nuovo Attributo Divino, che convertirà non solo gli errori delle coscienze e dei singoli, ma di intere civiltà.

Questo Attributo Divino genererà meriti non solo per la redenzione del genere umano, ma anche per tutte le coscienze che, attraverso il Cosmo, si aprono a questa suprema trasformazione e riconciliazione con Dio.

Il trionfo del Creatore nel cuore umano, in un'intera razza, annuncerà il più grande miracolo d'amore in tutta la Creazione. Questo trionfo genererà la redenzione universale.

Finalmente suoneranno le trombe dei mille anni di pace, perché si formi un nuovo esercito e si prepari, con maggior amore, all'ultima battaglia, prima del supremo Trionfo di Dio.

Sentite nelle Mie Parole l'importanza della vita sulla Terra, l'importanza della vita per ognuno di voi, e andate avanti proclamando la Volontà e il Piano di Dio, accettando quel Piano con amore, al di là delle apparenze e delle sfide che Lui vi pone.

Dite sempre si e non guardate indietro. Trovate la forza per seguitare avanti nella Pace del Mio Immacolato Cuore

Vi accompagnerò sempre dal calvario alla resurrezione e nei mille anni di pace.

Vostra Mare, Maria, Rosa della Pace

Messaggi settimanali
Messaggio per l'Apparizione straordinaria, ricevuto nella Comunidad Nova Terra, Teresópolis, Rio de Janeiro, Brasile, trasmesso da Maria, Signora delle Grazie, al veggente Frate Elías

Io sono la Fonte universale della Grazia di Dio manifestata a tutto l'universo. Io sono Maria, la Madre delle Grazie, e in questa giornata di sabato di Gloria vengo al nuovo incontro dei figli dell'Altissimo.

Sono grata fin da questo momento per la Grazia sincera che i Miei, i Miei cari figli della Nuova Terra, hanno fatto sorgere come una fonte in questo sacro luogo, perché qui anche il Cielo del Padre ha toccato con le Sue mani la Nuova Terra per consacrarla oggi al Mio Cuore Immacolato.

Il Mio Spirito materno e Immacolato è pieno di gioia!

Cari, accettate la Mia Grazia Suprema, colei che vi libererà dal male e vi guarirà completamente, colei che vi rinnoverà come all'origine in modo che siate buoni spiriti della Creazione.

Miei cari, vivete in questo mondo senza pace attraverso la Mia Grazia suprema, che vi laverà totalmente come una fonte.

Io sono la Benedetta piena di Grazia, sono colei che intercede per voi giorno e notte, sono la Madre delle Grazie, sono colei che effonde per voi lo stato di Misericordia e di pietà tramite il Mio carissimo Cuore materno.

Io sono colei che per la Grazia Maggiore intercede per voi presso Mio Figlio Gesù, affinché riceviate i doni della Sua infinita Misericordia.

Per tutti voi, Io sono la Madre miracolosa, sono colei che vi toglie dagli occhi la benda della perdizione affinché possiate vedere la divina compassione all'orizzonte.

Io sono la Madre della divina Grazia, sono colei che vi libererà dal giudizio finale perché entriate attraverso il Mio Cuore nel sacro paradiso.

Io sono la Grazia universale, sono colei che vi trasmette il mistero della vostra fede, sono colei che offre e irradia la speranza, sono la Madre che costruisce la Nuova Umanità del cuore.

Oggi, questa Grazia suprema discende sulle vostre vite e calma i vostri cuori, portandovi pace, guarigione e redenzione. Come ha detto l'Arcangelo Gabriele nella sua profonda umiltà: "Ave Maria, piena di Grazia, il Signore è con Te..." e oggi Io vi dico: "E benedetto nel Mio ventre è il frutto della Nuova Umanità, perché sorgerà per intercessione della Mia Grazia, la stessa Grazia che Dio ha irradiato sul Mio Essere".

Amati figli, amati bambini della Nuova Terra, come Io vi ho promesso, in questo giorno straordinario discenderò dal Cielo per essere vicinissima ai Miei Figli e per confermare che è possibile riscattare l'umanità perduta, l'umanità senza Dio.  

Per questo, oggi verrò in questo sacro luogo attraverso la Mia Grazia, Grazia che voglio e desidero che possiate amare e incarnare nei vostri cuori.

Io mi riempio di gioia e di amore quando la Madre del Cielo si trova fra i Suoi figli più piccoli, perché la Mia Grazia Mi ricorda Gesù nelle Mie braccia. Siate come il piccolo Gesù, dolce, semplice, umile e amoroso; possano le Mie braccia cullare tutta l'umanità bisognosa di amore.

Vi ringrazio, ora e sempre, per avere aperto qui la fonte della Mia Grazia tramite l'umile manifestazione di questa grotta, perché mi ricorda la Mia antica dimora sulla Terra. La grotta Mi ricorda Giuseppe Castissimo, quando costruì con le Sue mani la semplice casa per Gesù a Nazareth.

Con questo scopo, Io prego le grotte, affinché le anime si raccolgano all'interno della Sacra Famiglia.

Vi benedice, vi ama e vi ringrazia per questa accoglienza amorosa,

la Vostra Madre Maria, Signora delle Grazie

Messaggi quotidiani
Primo Messaggio quotidiano di Cristo Gesù, trasmesso, nel Centro Mariano di Aurora, Paysandú, Uruguay, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Frate Elías del Sagrado Corazón:

Durante la preghiera, prima di terminare l'Orandio della Passione e della Trasfigurazione di Gesù, Egli era già presente.

Apparve con un gruppo di dodici angeli che vestivano tuniche bianche e luminose, tenevano capelli corti e dorati e formavano una mezzaluna dietro al Maestro. Ogni angelo portava nelle sue mani un calice, ed essi li offrivano a tutti noi.

Diciamo che Cristo apparve perché sentivamo la Sua Presenza, ma non lo vedevamo ancora. Presto, mentre cantavamo l'ultima parte di "Cristo Redentore" e durante il cantico "Ritorna", Egli si è reso visibile.   

Apparve nello stesso modo che la Madre Divina appare. È sceso dall'Alto come una luce e quando si avvicinò a noi, si manifestò e lo potemmo vedere con chiarezza.

Mentre appariva realizzava con la Sua Mano destra, il segno della croce benedicendo e disse: "Sia lodato il Signore!"

Vestiva una tunica bianca, l Suoi Capelli cadevano sulle spalle come nell'immagine del Cristo Misericordioso, portava un mantello dorato ed era scalzo. Nel Suo Viso si disegnava un bel e soave sorriso e i Suoi Occhi, di colore celeste chiaro, brillavano. Le Sue Braccia erano estese ai lati del Suo Corpo, un po' separate, con i palmi orientati verso di noi, e da quelli emanava Luce. Dal Suo Cuore uscivano due raggi di colore turchese cristallino.

Egli era sulle nuvole e dietro c'erano vari Cieli aperti. Disse che ci mostrava la Faccia del Suo Ritorno. Presto rimase per un tempo in silenzio, osservandoci, contemplandoci. Le nostre essenze erano trasparenti davanti ai Suoi Occhi; ci fece capire che Egli poteva leggere tutti i nostri sentimenti allo stesso tempo, che tutto rimaneva in evidenza davanti a Lui.

In quel momento non sapevamo come si sarebbe realizzato il compito che aveva indicato. Egli era presente e Lo osservavamo soltanto senza sapere che cosa avrebbe detto. Finché cominciò a parlare e trasmise il messaggio.

Cari figli:

Ho sperato ardentemente di condividere questo momento con voi, specialmente con i vostri cuori.

Dopo quasi duemila e tredici anni, ora, in Misericordia e Perdono vengo nel nome della Volontà Suprema di Dio a guidare più da vicino i vostri cuori.

Ma questa Mia seconda e attesa Venuta, non è ancora cominciata.

Oggi vengo in Spirito e in Essenza per compenetrare con la Mia Luce i vostri piccoli cuori.

A quelli che ancora non mi ascoltano, che Mi sentano, perché sto arrivando.

A quelli che non Mi vedono, che Mi vedano, perché la Mia Pace sta’ venendo.

A quelli che Mi ignorano e flagellano il Mio Sacro Cuore, che Mi sentano, perché vengo a questa parte del mondo per portarvi la Mia Pace e la Mia Gloria, il Mio Aiuto e la Mia Consolazione, perché sono già stato una volta tra di voi e ora torno, torno verso i Miei greggi per ricordare loro che ora è il momento dell'eterna Comunione con Me, con la Mia Anima, con il Mio Cuore, con la Mia Divina Dimora.

Io sono il povero, Sono il moribondo, Sono colui che soffre in ogni parte di questo mondo. Venite a Me che Io vi illuminerò. Venite a Me perché ho sete.

Nella Gloria dello Spirito di Dio, siete benedetti.

Grazie per ricevere nei vostri cuori la Mia ultima Chiamata Redentrice.

Cristo Gesù.

Fray Elías del Sagrado Corazón: 

Quando il Messaggio terminò, Gli chiedemmo che altro voleva da noi in quel giorno.

Cristo Jesús:

Oggi ti sto dando un permesso: che uno dei tuoi fratelli, quando il tuo cuore lo indica, partecipi all'incontro con Me alle tre del pomeriggio ogni giorno.

Fray Elías del Sagrado Corazón: 

In quel momento dovremo pregare per aspettarLo. Egli disse di non dimenticarvi di pregare la Coroncina alla Divina Misericordia perché Egli starà ascoltando attentamente quella preghiera.

Prima che partisse, Le chiediamo qualcos'altro: Il Maestro apparirà in altri posti dove andiamo?

Cristo Jesús:

Dovunque venite, dovunque andrete, Io ve lo indicherò.

Chi siamo

Associazione Maria
Fondata nel dicembre 2012, su richiesta della Vergine Maria, l'Associazione Maria, Madre della Divina Concezione è un'associazione religiosa, senza legami con alcuna religione istituita, di carattere filosofico-spirituale, ecumenico, umanitario, caritativo, culturale, che supporta tutte le attività indicate attraverso l'Istruzione trasmessa da Cristo Gesù, la Vergine Maria e San Giuseppe.

Contatto