Messaggi quotidiani
Messaggio quotidiano ricevuto nella Laguna di Guatavita, Cundianamarca, Colombia, trasmesso da Cristo Gesù Glorificato al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

A tremilaquattrocento metri di altitudine, nei dintorni del lago sacro di Guatavita, c'era una civiltà precedente a quella attuale che conosceva l'essenza del contatto.

Quel contatto si rifletteva nell'amore e nella riverenza per il sacro; che ha fatto di quella civiltà un'umanità spiritualmente avanzata.

Ma a quel tempo, la cosmogonia e la profonda conoscenza della natura da parte di quel popolo originale, la rendevano simile ad altre discipline umanistiche che vivono e si evolvono anche in altre parti del sistema solare.

Ma lo sviluppo intuitivo e interno che questo popolo nativo di Guatavita realizzò mantenne l'unione con le Leggi superiori, fino a quando l'uomo bianco colonizzatore commise il peggiore e il più grande errore che non era solo l'estrazione di risorse minerarie, ma anche il piano per far scomparire le tradizioni più profonde per impiantare il cristianesimo.

In questo senso, l'uomo bianco di quel tempo usò l'immagine di Dio e di Cristo per essere in grado di ottenere i benefici più retrogradi che non fossero mai stati conosciuti.

Ma il ricordo di quell'esperienza d'amore per il sacro è conservato, come un tesoro spirituale, negli spazi più inaccessibili della laguna di Guatavita.

Ora, l'uomo di superficie è stato aiutato in modo da non continuare a commettere errori nella sua evoluzione e, allo stesso tempo, i tesori sono diventati rilevanti in modo che i suoi raggi di amore e saggezza emanino non solo per la regione di Guatavita, ma anche per tutti quelli che visitano questo recinto sacro e hanno un disperato bisogno di redenzione.

Vi ringrazio per conservare le Mie Parole nel cuore!

Vi benedice,

Vostro Maestro e Signore, Gesù Cristo

Messaggio per la 74a Maratona della Divina Misericordia ricevuto nella città di La Cumbre, Cordoba, Argentina, trasmesso da Cristo Gesù glorificato al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Essere nel Mio Cuore significa vivere grandi responsabilità, affrontare grandi prove e attraversare grandi sfide.

Vivere nel Mio Cuore rappresenta un impegno eterno e non passeggero, un compromesso responsabile e maturo che Vi porterà a vivere il Mio Piano e la vostra  manifestazione sulla superficie della Terra.

Essere nel Mio Cuore rappresenta più di un sentimento, qualcosa che vi può commuovere o emozionare.

Essere nel Mio Cuore significa vivere una responsabilità spirituale, ma anche materiale. È portar avanti un proposito, una meta, una missione che il Padre vi presenta, di tempo in tempo.

Pertanto, vivere nel Mio Cuore significa molte cose. Qualcosa che dovete scoprire, giorno per giorno, perché essere nel Mio Cuore è stare davanti a Dio. È ascoltarlo, è sapergli rispondere,  è sapere procedere secondo la Sua Volontà  presente..

Essere nel Mio Cuore è un momento di costante definizione. È apprendere a superare i propri abissi. È imparare a dissolvere le barriere della coscienza e della mente. È imparare ad amare di più ogni giorno.

Pertanto, vi do il Mio Cuore come testimonianza che è possibile vivere Dio e soddisfare i Suoi ardenti desideri di vedere i Suoi figli nel Suo Scopo infinito, perché vivere nel Mio Cuore è anche assumere un impegno con Me in questa Opera di redenzione e pace, in questo momento in cui tutto è in gioco e precipitano le cose, le situazioni umane, il processo delle nazioni e l'esperienza di grandi conflitti che sono precipitati e che l'umanità deve apprendere a guarire con se stessa, attraverso la professione della sua fede e della sua fiducia nel Padre.

Vivere nel Mio Cuore è vivere un sacrificio e poi vivere sacrifici maggiori che vi porteranno a sperimentare grandi rinunce, momenti di fronte alla trascendenza di ogni essere per ricevere dal Cielo i grandi tesori, i doni dell'Universo, la Saggezza e la Conoscenza di Dio.

Vivere nel Mio Cuore è morire per se stessi, è mettere l'altro al primo posto in modo che gli altri siano al primo posto e cosi vivere la fraternità, una base fondamentale della fratellanza, cooperazione e solidarietà tra le anime.

Vivere nel Mio Cuore significa che in questo momento dovrà essere compiuto qualcosa di più grande e che va oltre i limiti della vostra coscienza, percezione, interpretazione o opinione.

Vivere nel mio cuore è arrendersi al vuoto e al nulla. È stare con fiducia nell'ignoto, di ciò che è immateriale, di ciò che impalpabile, di ciò che nessuno può controllare.

Vivere nel Mio Cuore è arrendersi al Potere di Dio per dissolvere il potere umano che è piccolo e fragile.

Vivere nel Mio Cuore è apprendere in nuove scuole e in nuove accademie. È forgiare e risvegliare in ogni essere la sua vera missione, il suo proposito e la ragione dell’essere qui, in questo momento.

Vivere nel Mio Cuore è anche rinnovarsi, è gioire, è trovare, giorno per giorno, il significato e la ragione per servire Dio. È sapere che, al di là di tutto o in qualsiasi circostanza o difficoltà, l'amore deve stare prima in modo da poter agire e lavorare nei cuori, in modo da poter guarire le profonde ferite della coscienza e della personalità, in modo che il l'ego di ogni essere umano impari a superarsi, impari ad arrendersi in modo che possa essere trasformato, in modo che possa essere sublimato, in modo che si dissolva nella Luce di Dio, che è la Luce dell'Amore e della Coscienza Divina.

Vivere nel Mio Cuore è assumere la fine dei tempi, è sapere dove essere e cosa fare, è contribuire, collaborare, è servire, è donarsi. È abbracciare con fervore e devozione la chiamata e, in profonda riverenza, è soddisfarla affinché ancora più la Luce di Dio possa entrare nel mondo e nella coscienza dell'umanità.

Vivere nel Mio Cuore è smettere di essere ciò che si è, ciò in cui si crede o ciò che si pensa.

Vivere nel Mio Cuore è attraversare la soglia del vuoto, è perdere i sensi della proprietà e del controllo umano, è arrendersi, è umiliarsi, è consegnarsi per l'esistenza e l'esperienza di un Amore Maggiore che muove l'intero Universo e tutto ciò che è stato creato.

Vivere nel Mio Cuore è incoraggiarsi a imitarmi, a rappresentarmi, ad essere Mio apostolo, a non vacillare di fronte alle difficoltà, ad assumere ogni prova con coraggio e audacia
Vivere nel Mio Cuore è imparare a superare le prove. è fidarsi ciecamente che nessuno perderà il cammino, perché a chiunque sia nel Mio Cuore non gli mancherà la luce, non gli mancherà la pace o il discernimento.

Vivere nel Mio Cuore è imparare a perdonare se stessi e perdonare gli altri, è sapere che in questo momento la cura spirituale e fisica è fondamentale nell'umanità.

Vivere nel Mio Cuore è chiudere le porte al male, alle avversità, all’oscurità' e alle tenebre, è assumere vivere un cambiamento; è sforzarsi ogni giorno per raggiungere il più grande stato e grado d'amore per quelli che non amano, per quelli che soffrono, e per quelli che sono persi.

Vivere nel Mio Cuore è assumere insieme a Me il pianeta e la sua umanità. è fare qualcosa per le nazioni del mondo, per i popoli, per le culture e per le religioni.

Vivere nel Mio cuore, è cercare l'essenza dell’ Amore Cristico in una forma instancabile, senza fermarsi, senza smettere di camminare o remare in quella barca che vi porta al porto del Mio Cuore.

Vivere nel Mio Cuore è diventare solidali, è andare oltre la comprensione della mente e della coscienza, è abbracciare l'universo cosi come l'universo vi abbraccia.  È partecipare veramente ad una comunione interna con lo Spirito di Dio per potere portare la pace e la redenzione al mondo.

Vivere nel Mio Cuore è incoraggiarsi  a morire per Me in qualsiasi circostanza, sia spirituale che mentale o fisica.

Vivere nel Mio Cuore è testimoniare per Me. Vale a dire che sto già tornando e che in questo momento sono annunciato al mondo attraverso la Parola di Dio per ognuno dei vostri cuori e delle vostre vite, in modo che siate pronti, disponibili e attenti a quel grande evento del Ritorno di Cristo.

Vivere nel Mio Cuore, compagni, è sradicare l'indifferenza, l'omissione e la mancanza di fratellanza.

Vivere nel Mio Cuore è dissolvere il cuore spezzato, la mancanza di speranza e il disturbo umano.

 

Vivere nel Mio Cuore è poter raggiungere, la Luce e consegnare quella Luce ai vostri fratelli attraverso l'esempio, la conversione e la redenzione delle vostre vite; attraverso il cammino del servizio, della cura e della santità.

Vivere nel Mio Cuore è sollevare le vostre coscienze, è poter abbracciare la croce che Io vi do a ciascuno e non avere paura di portarla nonostante ciò che accade o ciò che costi.

Vivere nel Mio Cuore è essere guidato dal Mio Amore per  superare i limiti della coscienza, a vivere come l'intero Universo e le sue Gerarchie.

Vivere nel Mio Cuore, non è abbassare le braccia, vale a dire "sì" ed è provare ogni giorno finché poterlo vivere ed essere in grado di rappresentarmi.

È semplice vivere nel Mio Cuore. Per questo, ancora molti non lo sono, perché sono nei propri cuori e fintanto che sono nei loro cuori, in se stessi, non potrò essere in loro

Quello che Io vi chiedo è che vi arrendiate, è che vi fidiate e vi consegnate. Perché vivere nel Mio Cuore non vi farà soffrire, ma vi farà espandere la vostra coscienza, il vostro servizio e, soprattutto, l'espressione del vostro amore per il pianeta e per l'umanità.

Che in questa Maratona della Divina Misericordia tutti possano tornare al Mio Cuore, e quelli che sono già nel Mio Cuore possano aiutare ad entrare in quelli che non lo sono ancora, a causa di circostanze o paure diverse.

Che nel Mio Cuore possiate sentire l'Amore di Dio, possiate sentirvi accolti dal Suo Tempio e dalla Sua Saggezza. Perché è in questo Amore del Mio Cuore che potrete vivere nell'amore dei fratelli, nell'amore delle anime che servono Dio, nell'amore che rafforza, che dissipa l'oscurità, che trasmuta l'ignoranza, l'indifferenza, il male umano .

Che vivere nel Mio Cuore possa essere un trionfo per ognuno di voi, così che questo trionfo sia in ciascuna delle vostre nazioni che rappresentate in questo momento.

Che vivere nel Mio Cuore per ognuno di voi possa essere  la possibilità della cura e della redenzione dell'umanità e dei Regni della Natura.

Il Mio Cuore è ancora aperto, in Misericordia e Pietà. Prima che arrivi il tempo della Divina Giustizia, chiamate il mondo intero a vivere nel Mio Cuore perché il Mio Cuore soffre per coloro che non sono ancora in Lui.

Il Mio Cuore è un portale per il Cosmo e la Coscienza Divina.

Il Mio Cuore è la soglia che Vi condurrà alla pace e all'esperienza dell'apostolato di questi tempi, l'apostolato dei tempi finali.

Vivete nel Mio Cuore in modo che il mondo possa essere riconciliato e l'umanità possa riflettere.

Possano le vostre preghiere costruire il ponte, in questi giorni, in modo che entrate nel Mio Cuore e nel Mio Sacro Cuore conosciate e sappiate la realtà, tutto ciò che il Vostro Maestro e Signore sente, tutto ciò che vive e sperimenta da ciò che vede e osserva del mondo.

E una volta che entrate nel Mio Cuore siate parte del fuoco del Mio Amore, in modo che Io possa illuminare il mondo e tutte le coscienze che ne hanno bisogno perché, compagni, se non c'è amore in questo momento, nulla sarà possibile.

L'Amore che viene dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo vi salverà, vi redimerà e vi riconcilierà con l'Alto, con l'Universo. E troverete la Verità, troverete l'uscita e alzerete le vostre teste per contemplare all'orizzonte il Mio Ritorno.

Possano i vostri cuori unirsi al Mio Cuore e che le vostre preghiere tocchino il Cuore del Padre in modo che permetta a voi di entrare nel Mio Cuore.

Che cosi possiamo stare nella fraternità e nella fratellanza, per sempre.

 

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Messaggi quotidiani
Messaggio quotidiano ricevuto nella città di La Cumbre, Cordoba, Argentina, trasmesso da Cristo Gesù Glorificato al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

Preghiera dell'anima resa

Signore,
Se non Ti sento né Ti percepisco,
Mi dono a te, Gesù,
perché so che  tutto ciò che vivo e attraverso
Fa parte di un apprendimento maggiore.

Che questo possa trattenermi in Te
anche se a volte mi sembri distante,
ma rivelati almeno nell'Eucaristia.

Possa questo sacro incontro essere la ragione
per rimanere per sempre nel Tuo cammino,
perché anche se incrocio deserti, prove o sfide
So che Tu, Mio Gesù, ci sarai.

Quando soffri per quello che vedi o per quello che faccio,
stai dentro di me
in modo che Tu mi faccia avere consapevolezza
di quello che devo cambiare.

Per questo, Gesù, mi dono completamente,
anche se sono imperfetto e sbagliato.

Signore, io mi dono a Te cosicché Tu
possa compiere una parte della Tua Opera,
affinché  le anime possano confermare
che Sei presente oltre ogni cosa.
Tienimi al Tuo fianco, Gesù,
anche se ora non puoi mostrarti.

Fammi simile a Te
nell'amore e nel servizio,
non ho paura di perdere il controllo di tutte le cose,
perché so che il Tuo è il Potere e la Gloria.

Ricevimi, Signore,
nel Tuo Cuore in modo che, basato sul Tuo Infinito Amore,
costruisci la nuova umanità.

Amen.

Vi ringrazio per aver tenuto questa preghiera nei vostri cuori!

Vi Benedice,

Il Vostro Maestro e Signore, Gesù Cristo

Messaggi quotidiani
Messaggio quotidiano ricevuto nella città di Francoforte, Germania, trasmesso da Cristo Gesù Glorificato al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de jesús

Il mio Divino Sangue spirituale continua ad essere sparso nel mondo come grandi e infiniti codici di luce, e il calice dei cuori di alcuni esseri senzienti viene offerto per custodire e proteggere l'eredità spirituale del loro Maestro e Signore.

Il Mio Sangue Divino porta la grande giustificazione di cui l'umanità ha bisogno per essere davanti al Creatore e, così, per essere in grado di riparare tutti i peccati commessi.

I cuori umili che si offrono come coppe e ricettacoli dell'Eredità di Cristo sono quelli che porteranno con sé un'esperienza di amore e devozione che si irradierà in tutta la Terra.

Ecco perché è importante seguire i passi del Signore in modo che, all'interno della coscienza umana, tutto sia trasformato ed elevato.

Vi ringrazio per tenere le Mie Parole nel cuore!

Vi benedice,

Vostro Maestro e Signore, Cristo Gesù

Messaggi quotidiani
MESSAGGIO QUOTIDIANO DA CRISTO GESÙ GLORIFICATO, TRASMESSO NEL COMUNE DI CASTEL VOLTURNO, CAMPANIA, ITALIA, AL VEGGENTE FRATE ELÍAS DEL SAGRADO CORAZÓN DE JESÚS

Fino a quando i mari e gli oceani purificheranno la contaminazione dell'umanità stessa?

Fino a quando un essere umano si sommergerà nell'illusione e rimarrà completamente cieco di tutti i suoi sensi?

Fino a quando la natura supporterà le aggressioni dell'uomo della superficie della Terra?

Fino a quando l'umanità negherà e respingerà la Volontà di Dio?

Qualcuno se lo è mai chiesto?

Da dove si inizierà a lavorare se tutto è buio?

Come aiutare al meglio il mondo se l'uomo odierno è accecato dalle sue fantasie e desideri?

Come agire senza arrendersi?

Esiste qualcosa che risolve tutti questi avvenimenti, e si chiama amore e fraternità umana.

Senza amore nessun cambiamento sarà vero. Nessuna realtà cambierà. Nessuno spirito si pentirà.

Senza la fraternità umana tra nazioni e popoli non esisterà mai uguaglianza. La Giustizia Divina non comprenderà mai la Terra. Nessuno si accorgerà mai che l'altro viene prima di sé stessi.

Senza l'amore e la fraternità umana, l'illusione del mondo eroderà ancora di più la Terra e i suoi abitanti.

Quindi è tempo di amare l'imperfetto affinché un giorno si venga a santificare la coscienza, la natura e gli spazi.

Sono necessari  l'amore e la fraternità umani per dissolvere gli errori del passato, per emendare le ferite e per guarire  la coscienza dell'umanità che si è corrotta.

L'amore e la fraternità umana porteranno alle nazioni, alle culture e ai popoli la consapevolezza del fatto che il mondo intero ha perso i valori di una dignità sociale, ambientale e spirituale.

L'amore trasformerà l'impossibile, e la fraternità umana risveglierà lo spirito di mutuo aiuto e cooperazione, al di là delle sfere religiose e sociali.

L'umanità ha bisogno di recuperare la sua dignità di fronte all'Universo, perché l'ha completamente persa a causa dei suoi errori e le sue azioni.                                                        

Grazie per aver mantenuto le Mie Parole nel vostro cuore!                                   

Vi benedice,

Il vostro Maestro e Signore, Gesù Cristo

Messaggi quotidiani
Messaggio quotidiano ricevuto nel Centro Mariano dI Aurora, Paysandú, Uruguay, trasmesso da Cristo Gesù Glorificato, al veggente Frate Elías del Sagrado Corazón de Jesús

La Passione di Gesù significò e rappresentò molti eventi per l'umanità. Alcuni di questi fatti erano noti, ma altri sono ancora sconosciuti. 

Molte realtà e situazioni si sono verificate, ampiamente, in altri piani di coscienza, qualcosa che è andato oltre il materiale e anche lo spirituale. 

La Passione del Signore era la vera testimonianza che Egli, soprattutto, si era incarnato per compiere quella missione e che non ci sarebbe stato nulla che potesse modificare o alterare quell'evento.

Quando Gesù era nel giardino del Getsemani, era giunta l'ora e il momento per Lui, come uomo incarnato, di dare quella condizione umana al Padre in modo che, attraverso lui, quel sacrificio si sarebbe trasformato per il bene dell'umanità, sebbene l'umanità stessa non meritava quella Grazia. 

Il Padre, attraverso Suo Figlio, sapeva che se quella resa e quel sacrificio non avessero avuto luogo, la stessa razza umana si sarebbe autodistrutta.

La ragione fondamentale per Cristo, durante i suoi trentatré anni di vita, era poter vivere e adempiere, al di là di Lui, la Divina Volontà.

Gesù era un uomo nato con ovvi Doni di Dio, ma doveva conoscere, come ogni essere umano, la condizione umana; Ha attraversato tentazioni e prove in modo che dal Suo Spirito emanasse, in ogni momento, la ragione della Sua esistenza.
L'immediata adesione di Gesù alla Volontà di Suo Padre gli ha permesso di non morire.

Ricordiamo che Gesù arrivò in un momento dell'umanità in cui la perversione e l'abuso di potere erano gli abissi per i quali l'umanità si stava condannando.

Gesù ha mantenuto l'input del Suo Amore per il Padre. Credeva soprattutto nella realizzazione di quella Divina Volontà, così come era stata scritta.

Il Suo Proposito era di raggiungere l'obiettivo che il Padre gli aveva dato, nonostante le varie difficoltà che il Maestro poteva affrontare.

La Sua fiducia nella manifestazione di questo Piano e, soprattutto, il Suo Amore per esso, lo rendevano un Essere spiritualmente libero, capace di superare la dualità e le avversità che gli esseri umani avevano creato.

Amare quella volontà era il principale obiettivo spirituale della vita di Gesù.

Sapeva che niente e nessuno poteva cambiare il destino che il Padre gli aveva mostrato per la Sua Missione sulla Terra.

Era una necessità imperiosa del Maestro, l'esperienza di quella Volontà, sebbene a volte, nonostante lo sviluppo sensoriale e mistico della Sua Coscienza, non sapeva fino a che punto la Volontà lo avrebbe portato all'interno della Sua Missione personale e globale.

Esistevano chiavi inestinguibili che proteggevano e sostenevano la realizzazione di tutta l'opera, sia nella Vita di Gesù che nelle anime, che erano umiltà e sacrificio altruistico del Suo Essere. In quella scuola non poteva prevalere nessuna striscia di arroganza o segno di egoismo.

La comunione che Gesù visse costantemente con l'Alto, lo rese veramente libero e, al di là di Lui, le Leggi universali di Misericordia e Grazia potevano agire e compiere miracoli.

La cosa fondamentale nella Vita di Gesù era l'Amore che Lui ha portato come Figlio di Dio e l'insegnamento che la Sua Coscienza ha lasciato che l'amore sincero e vero sarebbe stato capace di trasformare e sublimare la corruzione umana.

 

Vi ringrazio per imitare la Volontà e l'Amore del Signore!

Vi benedice,

Vostro Maestro e Signore, Cristo Gesù

Messaggi quotidiani
MESSAGGIO PER L´APPARIZIONE DI MARIA, ROSA DELLA PACE, TRASMESSO NEL CENTRO MARIANO DI FIGUEIRA, ALLA VEGGENTE SORELLA LUCÍA DE JESÚS

Nell'inizio di tutto, il Creatore aspirava a che tutti i Suoi figli conoscessero la verità e capissero l'essenza del Suo Amore, ragione per la quale Lui si era moltiplicato.

L’unico motivo della esistenza di tutte le cose è l’Amore di Dio, che in un certo momento fu così grande che non è riuscito a rimanere in Lui stesso e che lo fece moltiplicarsi in Tre senza lasciar di essere Unico. E, ancor senza lasciare di essere Unico, si è moltiplicato in molti di più.

Il mistero dell’Amore è che lui si moltiplica e si dona, senza lasciar di appartenere alla stessa Fonte. Colui che ama participa della moltiplicazione di Dio e della essenza della Creazione; colui che ama veramente, ama con l’Amore del Padre e ne lo dona a tutti, prendendo quella presenza di Dio infinita, ed allo stesso tempo unica.

Arriverà il tempo nel quale le parole daranno luogo alla saggezza del cuore, perché il Verbo Divino è vibrazione e no dei congiunti di lettere che ne formano idee, concetti e che tentano di contenere in se stesse ciò che è inspiegabile e comprensibile allo stesso tempo.

Nell'inizio della scuola umana, gli esseri della Terra hanno attratto, da esperienze anteriori, il Raggio della Scienza di Dio, perché in quel momento avevano bisogno del Conoscimento divino per la loro evoluzione come razza e come coscienza. Nonostante, l'umanità ha limitato la Scienza divina con i muri concreti della sua mente, e molto di ciò che il Creatore tentò rivelarvi è rimasto imprigionato nella impossibilità umana di ricevere gli impulsi di Dio.

Fu così che il conoscimento si è stancato nella limitazione della mente umana, e quello che era infinito e sublime si è limitato così tanto come l'uomo che stava prigioniero nella sua materia e lontano dal suo spirito.

Di questa forma figli, la verità mai vi è stata rivelata, perché, aldilà di credere che avevi saggezza, sempre avete tentato collocare nella comprensione umana un conoscimento e una verità che trascendono infinitamente quella comprensione.

Coloro che hanno potuto contemplare o vedere un po’ questa verità si sono mantenuti in silenzio, perché sapevano che questa non ci entrava dentro i concetti umani; come vi ho detto: il Verbo Divino è vibrazione e non parole.

È per questa ragione che la storia del Universo, del Cosmo, della Creazione, si scrive negli Specchi e no nelle foglie di carta.

Per capire la verità che vi porto, dovete entrare nel Universo interiore e leggere nello specchio del cuore ciò che Io vi trasmetto.

Molti credevano che il fatto di che Io Mi avvicinasse al pianeta significava un retrocesso nella vita evolutiva, e in verità figli, l'arroganza e l'ignoranza umane non vi hanno permesso capire che Io sono venuta a ponere voi sul cammino corretto della evoluzione; sono venuta per attivare gli specchi dei vostri cuori ed insegnarvi, più di che a pensare, a sentire ed a vivere l'insegnamento.

È attraverso della Mia presenza che potete arrivare alla essenza del cuore e lì capire, senza spiegare, i misteri divini.

Adesso che la preghiera già vi ha aperto la porta del cuore e della coscienza, arrivò l'ora di capire essi misteri che tanto vi ho annunciato. Solo vi chiedo che non torniate a commettere gli stessi errori dal passato, tentando capire e spiegare scientificamente ciò che Io vi dirò. Questa era è l’era dell’Amore e non più della scienza, perché la scienza vi ha portato fino a qui affinché adesso entriate in altri gradi di evoluzione e possiate manifestare la Volontà divina.

Se continuate tentando guidarvi per impulsi ed istruzioni dal passato, perderete l'opportunità di vivere il nuovo e di essere trasformati dalle correnti che questo ciclo attuale vi porta dal Universo.

Ascoltate ciò che vi dico, figli Miei, accendendo lo specchio del cuore e no la mente. Nello specchio del cuore c'è silenzio e saggezza, ed è così che dovrete ricevere le nuove chiavi di questi tempi.

Il Creatore desidera avvicinarvi alla verità sul vostro origine, non solo affinché abbiate conoscimento, ma affinché quella informazione vi aprossimi alla Vita divina e troviate il cammino del ritorno.

Che la Verità è la amplitud del Cosmo vi rivelino la verità e l’ampiezza su di voi stessi; già è l'ora di che riconosciate la somiglianza con Dio, che è spirituale ed essenziale, affinché possiate sopportare i tempi che verranno sostentati dalla verità, e manifestate sulla Terra il Piano del Creatore.

Io vi amo e vi ringrazio per ascoltarMi con lo specchio del cuore,

La vostra Madre, Maria, Rosa della Pace

Chi siamo

Associazione Maria
Fondata nel dicembre 2012, su richiesta della Vergine Maria, l'Associazione Maria, Madre della Divina Concezione è un'associazione religiosa, senza legami con alcuna religione istituita, di carattere filosofico-spirituale, ecumenico, umanitario, caritativo, culturale, che supporta tutte le attività indicate attraverso l'Istruzione trasmessa da Cristo Gesù, la Vergine Maria e San Giuseppe.

Contatto